PDA

Visualizza Versione Completa : T. horsfieldi



Siscapi
18-05-2011, 13:23
Salve ragazzi,
vi scrivo urgentemente perchè stamattina mio fratello mi è piombato in casa con uno scatolone di 50x30 cm con un substrato in corteccia e dentro una Testudo horsfieldi di 10 cm.
Mi ha chiesto di tenergliela per qualche giorno, dopodichè la tartaruga si stabilirà definitivamente da lui, che ha sia il giardino che un grosso cortile.
Ho cercato sul forum e altrove, ma ho trovato a volte pareri discordanti e ho molti dubbi...
Prima cosa:
Vorrei sapere come mantenerla al meglio durante questi 5-6 giorni che starà da me:
Ho intenzione di metterla in uno scatolone in plastica grande tipo SAMLA,
ho letto che come substrato si usa torba mista a sabbia, ma mi chiedo...
quanti cm di substrato gli servono?
Pensavo di tenerla in casa con uno spot e poi di metterla al sole un pò durante la giornata... voi che ne dite? il punto basking a che temperatra deve stare?
Per quanto riguarda L'alimentazione?
è necessario inserire una tana dove si possa sentire al sicuro?

Grazie, Simone.

Axeman
18-05-2011, 13:58
Visto che la cosa è temporanea,non ti conviene buttarci tanti soldi:prendi una samla grande,mettici 5cm di substrato(terriccio da giardino non trattato) e mettila sul terrazzo.Come tana puoi utilizzare una tegola.
Alimentazione:erbe che trovi in giro nei campi e/o radicchio,indivia e altre verdure a foglia.

Siscapi
18-05-2011, 15:08
ok,
quindi la posso lasciare 24 ore su 24 in balcone?
senza alcun tipo di copertura al Samla? (35 cm)

Parliamo della sistemazione definitiva invece...
a casa mio fratello ha un giardino 10x10 metri all'incirca con una ventina di cm di substrato...
il giardino però è delimitato da una rete che non è infossata e spesso e volentieri è usato da mio nipote di 3 anni per giocare...
mi chiedevo se la soluzione migliore fosse:

-isolare esternamente il giardino con una rete a maglia fina oppure mattoni interratati.
-creare un recinto (isolato anche con rete interrata) di circa 3x4 metri per la tartaruga.

nel recinto ovviamente ci sarebbero tane, acqua e qualche piantina da mangiare...
poi ogni tanto la tartaruga verrebbe lasciata libera di scorrazzare per il giardino sotto sorveglianza e senza che nessuno la disturbi troppo...
questa soluzione forse eviterebbe che mio nipote la disturbi eccessivamente...
voi che dite???

draco_rosso
18-05-2011, 16:44
fai un recinto di mattoni interrati che fanno anche da muretto (altezza 50cm) all'interno del giardino. per il bambino dipende se gioca con palle o altri oggetti potenzialmente contundenti o se è un tipo tranquillo.

Siscapi
19-05-2011, 18:27
Allora,
mio fratello ha deciso di tenerla in cortile,ricavando uno spazio 2x2 metri alto 40 cm da riempire di terra e dove ricavare la tana della tartaruga, con dei passaggi per farla uscire e camminare in lungo e in largo nel cortile che però è cementato...
volevo sapere, siccome si tratta di T.horsfieldi e se ben ho capito l'unico grande pericolo con questa tartaruga è l'umidità alta,
come riempire il recinto per garantire un buon drenaggio dell'acqua ed evitare pozzanghere e ristagni?
premetto che sono stati ricavati anche dei tubi che partono dal fondo e portano l'acqua all'esterno.
io pensavo ad un substrato che partendo dal fondo dovrebbe essere:
-ciottoli
-argilla espansa
-torba di sfagno
voi che mi consigliate?
grazie!

draco_rosso
20-05-2011, 14:29
secondo me è meglio se usa la terra comune anzichè la torba (che trattiene umidità), perchè la terra si asciuga in poco tempo e si scalda di più

Luca-VE
20-05-2011, 18:41
si, meglio la terra normale, magari con aggiunta di una percentuale di sabbia.
Per il letargo come intendi fare?