annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Colore Bombina orientalis

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Colore Bombina orientalis

    Da cosa può dipendere il cambiamento di colore di una Bombina orientalis, più precisamente dal tipico verde smeraldo del dorso ad un verde marcio quasi marrone? Può essere l'alimentazione?
    Grazie

  • #2
    Può essere sia l'alimentazione che lo stato emotivo e di salute....in ogni caso esiste molta variabilità cromatica nella specie....certo che se è cambiata improvvisamente.....va tenuta un po sotto osservazione per vedere che le condizioni di salute e di allevamento siano ottimali
    ..Se qualcosa mi va storto..lo RADDRIZZO a calci in CULO!?!
    Manuel
    www.Anfibitalia.it
    www.Sanguefreddo.net

    Commenta


    • #3
      Anche la temperatura e l'illuminazione influiscono da questo punto di vista...

      Fab

      Commenta


      • #4
        Di solito se diventano troppo scure è perchè la temperatura è troppo alta.
        Ciao
        Ema

        Commenta


        • #5
          Gli esemplari in questione sono di un mio amico, li ha presi circa un mese e mezzo fa, ed erano del tipico color verde smeraldo, a distanza di un mese circa entrambe hanno mantenuto lo stesso colore ventrale mentre il colore dorsale si è scurito molto fino a diventare verde scuro quasi marrone. Le Bombina sono stabulate alla temperatura di casa (circa 20-22 gradi), hanno un substrato di torba acida (ph 3) e vengono alimentate ogni 3-4 giorni con camole della farina o grilli. Questo cambiamento di colore quindi non dovrebbe essere sintomo di malessere? E' possibile che col tempo il colore torni ad essere normale?
          Grazie

          Commenta


          • #6
            Scusa, ma l'acqua? L'illuminazione?
            Le camole della farina non venno bene, sono troppo grosse per questi animali, anche se riescono comunque ad infilarsele in bocca.
            Questi animali non vanno tenuti sul terreno, ma in acqua con sponde di roccia o comunque non di terra. Il terrario per Bombina è più un paludario che un terrario.
            Amano inoltre la luce solare, anche se non le alte temperature. 22 °C è già quasi il massimo de loro range di benessere (anche se certi esemplari resistono fino a 25 per qualche tempo), meglio tenerle intorno a 20 °C.
            Ciao
            Ema

            Commenta


            • #7
              Scusa Ema la domanda da inespertissimo di anuri...perchè non va bene la torba? Per esempio, se un'acquario da 100l lo divido in 2 parti, e una parte che corrisponde ad 1/3 dell'acquario lo riempio con torba ricoperta interamente da muschio con qualche pianticella, e il resto lo riempio d'acqua con qualche sasso dentro e pianticelle (mantenendo l'h dell'acqua al max di 15 cm) e una radice che facilita la salita all'asciutto delle Bombina non va bene?

              Commenta


              • #8
                Be, non sono tenute sulla torba secca chiaramente, diciamo che hanno un "pantano" con la torba come fondo, delle zone asciutte (sassi) e anche un piattino pieno d'acqua. Per quanto riguarda l' illuminazione il terrario è tenuto vicino alla finestra, il mio amico non tiene mai le tende oscuranti (tranne la notte) e non mi sembra che prenda mai luce diretta ma non ricordo esattamente.
                Grazie

                Commenta


                • #9
                  La torba non andrebbe usata prima di tutto per non depauperare le torbiere. A parte questo fattore, puramente naturalistico, la torba in questo caso la sconsiglio perchè: sporca l'acqua, rende l'acqua troppo acida per la vita delle Bombina (e così comincio a spiegarmi il colore scuro) che sono animali abbastanza "basofili" (amanti dei terreni leggermente basici) e inoltre rende difficoltose le opere di pulizia.
                  Per un terrario di Bombina non va bene un pantano con qualche isoletta, ma ci vuole un bello spazio d'acqua lindo, profondo qualche cmfino a 20 cm circa e con qualche pianta acquatica e qualche rametto. Da una parte si porranno poi diversi massi a formare una riva bella ampia, magari con un po' di muschio ecc....
                  Eviterei la torba quindi, prima di tutto perchè fa male alle Bombina.
                  L'illuminazione diretta del sole è ottima nelle prime ore del mattino, ma occhio che non si abbia effetto serra, altrimentile rane cuociono!
                  Ciao
                  Ema

                  Commenta


                  • #10
                    Se non si ha la possibilità di allestire un paludario con acqua pulita zone emerse e zone di acqua bassa, la migliore soluzione è un terrario con fondo in carta assorbente (da sostituire spesso) con dei nascondigli di corteccia o gusci di cocco ed una vaschetta d' acqua abbastanza grande con altezza max 4 cm da cambiare tutti i giorni , con questa soluzione si riesce a curare facilmente ed efficacemente l' igene della teca.
                    Se si vuole utilizzare le camole della farina meglio sfruttarle quando sono in fase di crisalide , diventano piu' piccole e riassorbono parte dei grassi.

                    Commenta


                    • #11
                      In teoria la vasca per bombina dovrebbe essere 2/3 acquatica e 1/3 terrestre.....io le vedo bene anche in un 50%terr 50% acq.sono molto "malleabili"come anfibi.....La versione iper igenica con carta assorbente e vaschetta la vedo troppo laboriosa e necessita di molta manutenzione. se la parte acquatica la si munisce di filtro biologico gli interventi si riducondo enormente.
                      ..Se qualcosa mi va storto..lo RADDRIZZO a calci in CULO!?!
                      Manuel
                      www.Anfibitalia.it
                      www.Sanguefreddo.net

                      Commenta


                      • #12
                        Grazie a tutti delle informazioni, riferirò al mio amico!

                        Commenta


                        • #13
                          Le camole della farina sono comunque troppo grosse e possono generare dei problemi al fegato ed allo stomaco. Un mio amico veramente bravo con le Bombina dà loro solo grillini e drosofile, anche agli adulti.
                          Una teca con solo carta assorbente e una vaschetta non ve bene per questi animali, sono molto acquatici.
                          Ciao
                          Ema

                          Commenta


                          • #14
                            La mia è un alternativa al tipo di terrario a torba in cui sono attualmente tenuti gli animali in questione , sono assolutamente daccordo che sia meglio un paludario ma quello che propongo io è un tipo di teca con cui si riesce a preservare la salute degli animali , molto meglio rispetto alla soluzione che viene impiegata attualmente , e non richiede spesa o le capacità che invece richiedono la creazione di un paludario.
                            Anch' io uso minigrilli ma per averne sempre a disposizione bisogna avere un allevamento già ben avviato e non so se l' amico di Tulzeg ha questa disponibilità.

                            Commenta

                            Sto operando...
                            X