annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Sorpresa estiva

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sorpresa estiva

    Non posso neanche andare a mare un giorno, che al mio ritorno trovo l'acquario dei pleurodeles pieno di uova... Un'invasione di palline gelatinose...
    E adesso si pongono i primi dubbi...
    -I parametri dell'acqua, oltre alla temperatura, devono essere monitorati?
    -Generalmente, dove si trovano le artemie in schiuditoio? esiste la possibilità di comprarle vive? Alternative alle artemie?
    -Per ora ho rimosso i "genitori" dall'acquario, è possibile raccogliere le uova, staccarle dalle piante dove sono state attaccate e metterle in contenitori più piccoli, in gruppetti, in modo da monitorare meglio la situazione?

  • #2
    preferibilmente sposta le piante con le uova in un faunabox,e lascia nel loro ambiente i genitori.
    Per alimentare le larve non conosco altro che i naupli di artemia,li acquisti nei negozi di acquaristica sottoforma di cisti e per schiudersi necessitano di uno specifico schiuditoio(io ne acquisterei due oppure li puoi realizzare tu,su internet trovi molte istruzioni a tal fine).
    Non toccare le uova perchè rischi di danneggiarle,quando si schiuderanno aggiungi un aeratore e cambia quotidianamente parte dell'acqua eliminando i resti dei naupli depositati sul fondo.
    Ultima modifica di pierpardo; 04-07-2010, 14:41.

    Commenta


    • #3
      Ciao joskan,
      vedo che finalmente hai avuto ciò a cui ambivi
      Io ho sempre tolto le uova dalle piante con le mani e mi sono sempre nati tutti, sono uova parecchio dure a morire... E anche se ne muore qualcuna poco male dato il numero esagerato che ne fanno e ben due (anche tre) volte all'anno...
      Per nutrirli io mi facevo un bel vascone pieno di acqua e detriti vegetali,raccolti dal fondo di un torrente, che regolarmente lasciato al sole si riempie di cyclops, ostracodi e tubifex; e poi prelevavo da lì il necessario...
      In ogni caso le larve si mangeranno tra loro se troppo numerose, quindi che ne fai schiudere 30 o 300 ottieni lo stesso risultato finale, almeno che non fai dozzine di fauna box per dividerli...
      L'unica cosa a cui devi stare attento è che non te ne scappi neanche uno se stai in campagna, provocherebbero danni irreparabili agli anfibi locali.
      Ciao!

      Commenta


      • #4
        Bobby! quanto tempo!
        Eh già, devo confessarti che non ci speravo più, ma l'altro giorno, bum! torno a casa e trovo l'acquario pieno di uova.
        Per mettere in pratica l'idea del vascone è troppo tardi, o dici che ci arrivo, considerato che le uova sono state deposte sabato? se fosse troppo tardi, l'unica sono le artemie, o esiste qualche possibilità, magari meno "delicata" da gestire? (ho letto da qualche parte che le dafnie sono più resistenti, andrebbero bene?)
        Le uova le osservo ogni giorno, alcune sono cresciute di volume e l'embrione ha iniziato ad assumere una forma allungata, dici che è un buon segno?

        Commenta


        • #5
          Facendo come dico io, 9 su 10 allevi anche le dafnie! 8)
          E ci metti molto, molto meno che a far schiudere le artemie; per non parlare del costo di quest'ultima soluzione.... elevatissimo!
          Fatti due vasconi di plastica (quelli di plastica opaca che costano 5 auro sono perfetti), uno con detriti vegetali e larve di pleurodeli (chiuso bene) e uno di solo detriti da cui poi preleverai il cibo che ci si sviluppa con un bicchiere.
          Le larvette mangeranno quello che c'è a disposizione, dopodichè se staranno qualche giorno (o anche qualche settimana) senza mangiare non succederà nulla, al massimo, come ti dicevo, si faranno fuori un pò tra di loro.... Ma succede anche in natura questo, e la presenza di detriti e alghe sufficientemente abbondanti (diciamo 5/8 cm h di detriti sul fondale) fungeranno anche da nascondigli per le larve più piccole, che sfuggiranno così più facilmente alle grinfie dei fratelloni più grossi.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Joskan Visualizza il messaggio
            Le uova le osservo ogni giorno, alcune sono cresciute di volume e l'embrione ha iniziato ad assumere una forma allungata, dici che è un buon segno?
            vuol dire che lo sviluppo è già abbondantemente avviato, molte uova diverranno bianche e ammuffiranno, non preoccuparti, è normale. Non a caso ne fanno migliaia...

            Commenta


            • #7
              Infatti le uova nelle quali l'embrione era rimasto sferico si sono rimpicciolite e stanno diventando bianchicce, nelle altre invece, si iniziano a sviluppare le prime protuberanze, in alcune si inizia a distinguere la testa dalla coda (sembro un bambino entusiasta...)
              Oggi ho portato a casa una bustina di cisti di artemia, le ho messe in acqua, per vedere quante ne escono fuori e quanto riescono a sopravvivere. In ogni caso penso le darò ai genitori. Vedo di provvedere al più presto per l'allestimento della vasca con il mini biotopo torrente. Ma quindi, anche se l'acqua non è pulita, va bene lo stesso?

              Commenta


              • #8
                Oggi hanno iniziato a "scalciare", come sono carini...

                Commenta


                • #9
                  Ripesco questa discussione per aggiornare sullo sviluppo (ammesso che interessi ancora a qualcuno)
                  Di tutte le uova che sono state prodotte, in principio solo tre larve sono saltate fuori, delle quali, una, che tenevo separata, è deceduta per motivi sconosciuti, un'altra è stata ingurgitata dal fratellino affamato e solo il cannibale è andato avanti.
                  Allo stato attuale il sopravvissuto è aumentato notevolmente di dimensioni rispetto all'origine e ha sviluppato gli arti anteriori.
                  Osservandolo noto un comportamento strano, ovverosia tende a galleggiare, o più precisamente a stare con la coda rivolta verso l'alto e la testa in giù, anzi, ultimamente lo vedo spesso a pelo con l'acqua (mentre prima stava sempre sul fondo), con la pancia rivolta verso l'alto, quasi come se fosse morto, ma ogni volta che mi avvicino, lui guizza via come un forsennato. trattandosi della prima esperienza da "balia" non so come interpretare questo fenomeno...

                  Commenta

                  Sto operando...
                  X