annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cibi adatti ai tritoni più comuni in commercio (generi Cynops e Pleurodeles)

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cibi adatti ai tritoni più comuni in commercio (generi Cynops e Pleurodeles)

    Molto spesso nelle discussioni del forum viene chiesto quale sia la dieta ottimale per le specie di tritone più diffuse in commercio, ovvero il tritone cinese dal ventre di fuoco (Cynops orientalis) e il pleurodele (Pleurodeles waltl). Siccome capita di frequente che i negozianti consiglino alimenti poco adatti, o addirittura inopportuni, vediamo di fare chiarezza sull'argomento per impostare una dieta sana e bilanciata per i nostri anfibi acquatici.

    Partiamo da quello che NON si deve dare:

    - Pastiglie per pesci di fondo, e in generale alimenti in fiocchi o pellet per pesci da acquario. Questi alimenti non sono concepiti per gli Urodeli, pertanto contengono sostanze indigeste o inadatte alle necessità dei tritoni. Sono per esempio ricche in farine derivate da cereali, che non vengono assimilate dall'apparato digerente dei tritoni, dato che si sono evoluti per essere dei carnivori puri, capaci di digerire proteine di origine animale. Alcuni prodotti commerciali sono anche ricchi di grassi, visto che i pesci hanno un metabolismo abbastanza rapido; un tritone ha però un metabolismo molto più lento rispetto a un pesce, e un eccesso di grassi può rapidamente condurlo a uno stato di obesità con danni al fegato.

    - Gamberetti secchi (Gammaridi) usati come cibo per tartarughe palustri. Si tratta di un alimento assolutamente povero di nutrienti, pertanto da scartare dalla dieta dei nostri Urodeli. Non vanno bene nemmeno per i veri "destinatari", ovvero le tartarughe, pertanto lasciamoli sugli scaffali dei negozi. C'è anche il sospetto che i gamberetti essiccati possano veicolare particolari batteri agli animali che se ne nutrono, che possono quindi ammalarsi.

    - Alimenti destinati al consumo umano. Insaccati, salumi, cacciagione, maiale, sebbene magari accettati e mangiati, rappresentano un veleno per gli Urodeli: contengono cloruro di sodio, spezie, conservanti, coloranti, e soprattutto sono estremamente ricchi di grassi, che come abbiamo detto non devono mai eccedere nella dieta di un tritone.

    Vediamo adesso quali sono gli alimenti invece PERMESSI. La regola fondamentale è quella di ispirarsi alla natura: un alimento uguale o simile a quello che un tritone consumerebbe in natura equivale ad un cibo ottimale e bilanciato.

    - Lombrichi (Lumbricus sp., Eisenia foetida). Ho scelto di inserire i lombrichi al primo posto perché rappresentano l'alimento ottimale per eccellenza della dieta di un Urodelo allevato correttamente. Sono facili da reperire e da allevare in casa, non rappresentano un pericolo per l'animale se non consumati immediatamente, e soprattutto sono leggeri, facili da digerire perché non coriacei o chitinosi, e ricchi di nutrienti e minerali. Rappresentano una attrazione irresistibile sia per il pleurodele che per il tritone dal ventre di fuoco, poiché se ne nutrono anche in natura, e possono senza dubbio costituire la base della dieta.

    - Larve di zanzara (Chironomus). Anche le larve rosse di zanzara, vendute fresche o surgelate come alimento per pesci d'acquario, rappresentano un buon complemento da associare ai lombrichi. Anch'esse sono una preda naturale degli Urodeli, sono economiche, facili da reperire, e con un buon potere nutriente, anche se non possono essere la base della dieta. Unico inconveniente: possono essere date solo ad animali in fase acquatica, e bisogna stare attenti a non eccedere con le dosi per evitare che possano inquinare l'acqua.

    - Chiocciole (sgusciate) e lumache. Anche le chiocciole e le lumache sono prede naturali degli Urodeli, quindi possono sicuramente essere inserite nella dieta. Si trovano abbastanza agevolmente in qualunque giardino o prato, sotto i sassi o i legni, ma anche allo scoperto la sera o quando è piovuto. Alcune specie di lumaca possono secernere un muco repellente, e non essere accettate dai tritoni; quindi in alcuni casi dovrete provare con specie diverse. Le chiocciole sgusciate vengono invece mangiate senza problemi. Ottimo complemento alla dieta, si possono dare sia in acqua che all'asciutto.

    - Camole del miele (larve di Galleria mellonella). Si trovano facilmente nei negozi di terraristica perché usate come cibo anche per molti rettili. Hanno l'inconveniente di essere veramente ricche di grassi, quindi devono essere fornite con molta moderazione, anche solo una volta al mese per animali sani e in forma. Rappresentano un ottimo ricostituiente invece per animli debilitati o magri, magari di fresca importazione. Da usare come gustoso complemento, assolutamente non come dieta base.

    - Bigattini. Le larve di mosca carnaria sono facilissime da reperire ad un prezzo irrisorio in qualunque caccia e pesca. Si possono conservare in frigorifero, in un contenitore ermeticamente chiuso, per settimane, senza che muoiano. E' aperto un dibattito relativamente all'opportunità o meno di nutrire gli Urodeli con i bigattini: secondi o sostenitori del "no", i bigattini rappresentano una minaccia perché potrebbero forare lo stomaco dei tritoni dopo l'ingestione, essendo dotati di un rostro sulla sommità cefalica. Personalmente li ho usati diverse volte senza registrare inconvenienti, quindi mi sento di consigliarli come integrazione alla dieta base. Non possono essere un alimento di base perché presentano un reale inconveniente: i bigattini hanno infatti una cuticola molto elastica e spessa, che li rende difficili da digerire, pertanto il loro uso continuato potrebbe portare a occlusioni intestinali, indigestioni, rigurgito. Possono essere dati al massimo una volta alla settimana, e mai più di uno o due per animale. Per migliorarne la digeribilità, devono essere sciacquati per qualche secondo sotto acqua corrente, per lavare via gli umori, e infilzati con uno stecchino da denti, per trapassare da parte a parte la cuticola e essere così meglio aggrediti dai succhi gastrici una volta nello stomaco dei tritoni. Sono quasi sempre graditi, e predati con successo.

    - Pezzetti di latterino (Atherina boyeri). Il latterino è un piccolo pesce di acqua dolce e salmastra, frequentemente venduto nelle pescherie e nei supermercati al reparto pesce. Non costa molto, e può essere congelato e conservato come scorta. Siccome molto difficilmente un tritone mangerebbe un pesce in natura, dato che sono soliti frequentare ambienti privi di pesci, è bene usare il latterino come cibo di emergenza, quando non si ha niente di meglio a disposizione, o comunque come integrazione a una dieta di base fondata sugli invertebrati.
    E' bene evitare di sfilettare il pesce, che in questo modo perde molte proprietà nutrizionali; meglio fornirlo intero (se di piccole dimensioni) oppure spezzettato, ma ancora munito di lisca, pelle, pinne, ecc., che rappresentano utili fonti di minerali e vitamine.

    - Petto di pollo. Vale quanto detto per il latterino.

    FREQUENZA E MODI DI SOMMINISTRAZIONE. I tritoni delle due specie più comuni in commercio hanno un metabolismo lento, perciò non devono nutrirsi tutti i giorni. In cattività, se sovralimentati tendono inevitabilmente a ingrassare e poi a diventare obesi (specialmente il pleurodele è particolarmente soggetto a questo problema). Due o tre pasti alla settimana sono più che sufficienti a far crescere e vivere bene questi tritoni. Per Cynops orientalis si può impostare un programma alimentare di tre pasti alla settimana, una volta ogni due giorni, fornendo una quantità di cibo pari al volume della testa, aspettando due giorni e fornendo di nuovo del cibo il terzo giorno. Pleurodels waltl se la cava egregiamente con due pasti alla settimana, sempre in quantità pari più o meno al volume della testa.

    Il cibo può essere fornito con una pinzetta o uno stecchino da spiedo, in modo da evitare sprechi e assicurarsi che tutti gli animali mangino a sufficienza e regolarmente.
    Ultima modifica di cardisomacarnifex; 12-10-2012, 16:06.

ZooBio.It
Sto operando...
X