annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Riproduzione Gryllodes sigillatus e Gryllus assimilis

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Riproduzione Gryllodes sigillatus e Gryllus assimilis

    Ciao a tutti, sono nuovo del forum e questo è il mio primo post. Ho cercato una sezione di presentazione, ma non avendola trovata colgo l'occasione in questa discussione.
    Allevo gechi leopardini (attualmente ne ho 8) e come potete immaginare ho la necessità di procurarmi certe quantità di insetti da pasto. Stanco di comprare cibo vivo sto cercando di riprodurlo. Ho tarme della farina che riproduco normalmente, kaimani che ho riprodotto solo una volta con scarsi risultati, blatte dubia e lateralis, comprate di recente che spero di riprodurre, Gryllodes sigillatus e Gryllus assimilis che ho comprato recentemente.
    E' in particolare per i Gryllodes sigillatus e Gryllus assimilis che ho aperto questa discussione. Ho letto che dovrebbero essere più silenziosi e resistenti dei classici dei comuni Acheta domesticus, per cui sto provando ad allevarli.
    I Gryllodes sigillatus sono un centinaio e già grandicelli, mentre i Gryllus assimilis sono ancora piccoli (max 12 mm senza le antenne). I primi quindi dovrebbero aver raggiunto la maturità sessuale, i secondi non ancora.
    Dal confronto con gli Acheta, per quanto riguarda la silenziosità, posso confermare che praticamente non si sentono entrambi le specie, ma per i Gryllus assimilis è ancor presto per cantar vittoria.
    La mortalità è bassissima per entrambi le specie, a differenza di quella degli Acheta che morivano a decine al giorno.
    Passo quindi alla domanda: ho trovato pochissimo o quasi niente in rete sull'allevamento e riproduzione dei Gryllodes sigillatus e Gryllus assimilis, molto in generale sui grilli ma gli articoli si riferiscono in genere solo agli Acheta. Vi chiedo quindi se è possibile riprodurre queste specie, con quali condizioni ed accorgimenti.
    Come per gli Acheta ho messo dentro al contenitore degli assimilis una ciotola con terra umida, senza zanzariera visto che non sembrano scavarla, ma non mi sembra la degnino di interesse, ci camminano sopra ma non ci infilano l'ovodepositore.
    Sbaglio qualcosa?
    E per i sigillatus come dovrò fare quando saranno maturi?
    Grazie

  • #2
    L'allevamento non differisce da quello di A.domesticus
    Piccoli accorgimenti sull'umidità quando sono appena nati... ti lascio questa discussione per farti un'idea:

    http://www.geckosunlimited.com/commu...eding-ken.html

    Commenta


    • #3
      Grazie palla, mi ha dato alcuni spunti. Comunque mi pare che gli Assimilis, che sono cresciuti a vista d'occhio, comincino ad accoppiarsi, quindi tra un po' forse avrò le uova.
      Come substrato uso del terriccio da vasi, va bene o ci sono soluzioni migliori? La retina non l'ho messa, perchè al momento non noto che scavino, a differenza degli Acheta. Non ho l'esperienza per valutare l'idratazione e non so se provare a scavare un poco per vedere se si trovano le uova in profondità. Il contenitore è trasparente, ma a lato non vedo altro che terra

      Commenta


      • #4
        Io preferivo usare la torba acida di sfagno, la trovi in qualsiasi negozio che vende piante/fiori (bada solo che non sia concimata)

        questo perchè visto che dovrai mantenere il substrato umido il rischio che si producano acari è molto alto per cui dato il pH relativamente basso della torba tende a prevenire un minimo la loro proliferazione(non fa i miracoli ma comunque aiuta)
        Inoltre trattiene e rilascia in maniera più graduata l'acqua evitando che si secchi subito.
        Queste sono caratteristiche che il semplice terriccio non ha!

        Se hai necessità di avere riproduzioni e crescite veloci quello che puoi fare è "giocare" con la temperatura, mantenendoli a temperature abbastanza alte il loro metabolismo accelera.

        Commenta


        • #5
          Ok, allora mi procurerò la torba acida. Ciò che ho scoperto stasera è che gli assimilis sono molto voraci, in particolare necessitano di molte proteine, perchè anche se avevano ancora da mangiare cibo vegetale si stavano cannibalizzando, ho quindi fornito le crocchette del gatto e se le contendevano a tre per volta trascinando la crocchetta da una parte all'altra del box. Ne ho quindi fornite un bel po' e ora si sono tranquillizzati

          Commenta


          • #6
            Si i grilli se non riescono ad ottenere tutto il loro fabbisogno alimentare tendono a uccidersi tra loro! A tal proposito occhio anche al corretto apporto idrico

            Commenta


            • #7
              Proprio vero, ho toccato con mano! A differenza degli assimilis i sigillatus pare vivano d'aria, se ne stanno tranquilli e crescono lentamente.
              Per l'apporto idrico metto un po' di cotone in un tappino zuppo d'acqua, mi sembra la cosa più semplice.
              Ho cambiato il contenitore con il terriccio (la torba me la procurerò) e lho messo in un'altro contenitore. A quanto conviene tenere le uova (se ci sono) e quanto potrebbe durare l'incubazione?

              Commenta


              • #8
                La temperatura di incubazione influisce sui tempi di schiusa, comunque sia puoi tenerli alla stessa temperatura degli adulti
                i tempi di schiusa dovrebbero variare tra i 10 e i 14 giorni o più a seconda della temperatura

                Commenta


                • #9
                  Beh, allora grazie per i suggerimenti, cercherò di metterli in pratica.

                  Commenta


                  • #10
                    Non capisco.... i grilli stanno bene, depongono le uova in grandi quantità (non avendo messo alcuna retina alcune restano in superficie e si vedono), dal 23 ogni settimana cambio la vaschetta e la metto da parte, inumidisco ogni giorno con uno spruzzino con acqua, la temperatura è intorno a 26-27 gradi ma ancora nessuna schiusa, neanche 1... sigh!
                    Dalla seconda vaschetta ho utilizzato acqua di osmosi anzichè di rubinetto onde evitare cloro e calcare. Mi sono procurato la torba bionda, per sostituire il terriccio seguendo i consigli, ma la prima vaschetta l'ho messa con i grilli adulti da ieri, spero che mi dia i risultati sperati...

                    Commenta


                    • #11
                      Non è che c'è un problema nell'incubazione delle uova? nebulizzi ogni giorno...occhio a non esagerare, il terreno deve essere umido, ma non fradicio.
                      Sinceramente io ai tempi in cui allevavo grilli ho sempre usato acqua del rubinetto senza problemi

                      Commenta


                      • #12
                        Non so, può essere che abbia esagerato qualche volta... l'acqua di osmosi l'ho inserita da poco, pensando che il problema fosse quello...

                        Commenta


                        • #13
                          Qualche giorno fa dal 3° contenitore sono cominciati a nascere...prima pochi, ora ce n'è una invasione!
                          mi pare comiincino a nascere anche dal 4°. Evidentemente i primi 2 contenitori non contenevano uuova o erano sterili. Ho messo qualche crocchetta, cotone umido e cibo per pesci, bucce di melone, ma non mi pare mangino ancora, forse devo attendere ancora...

                          Commenta


                          • #14
                            ottimo!
                            occhio all'umidità e a non far mancare mai una fonte idrica e di cibo!
                            Quando sono così piccoli sono più delicati ad errori sui parametri di stabulazione!

                            Commenta

                            Sto operando...
                            X