annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cerco info su Morelia boeleni

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cerco info su Morelia boeleni

    cerco info..link...foto...di questo rettile...non è per me ma visto che ora si trovano in commercio...magari un pensierino ce lo farei..grazie a tutti
    ٩(͡๏̯͡๏)۶ Brevices for life.... life for breviceps

  • #2
    Come info ti dico che è impossibile da riprodurre, è un animale molto mosterioso, non si sa ancora molto e costa una cifra assurda...

    ciao

    Commenta


    • #3
      Non è impossibile da riprodurre!
      Il baffone le ha cb a 3500€ provenienza "La Ferme Tropicale" inoltre se cerchi su kingsnake trovi il forum sulle morelie,(non ricordo il link se lo trovo lo posto) e tratta anche delle boeleni!

      Ciao ciao

      tartapiero

      Commenta


      • #4
        Si ho esagerato, è molto difficile! non impossibile infatti gli esemplari cb sono pochissimi...e quei pochissimi venduti a prezzi stratosferici!

        Commenta


        • #5
          si qualche cosina l'ho trovata.........e ho anche visto i cuccioli CB del baffone!!!

          grassie
          ٩(͡๏̯͡๏)۶ Brevices for life.... life for breviceps

          Commenta


          • #6
            Le M.boeleni usualmente "spacciate" per CB sono in realtà CH...il che è una bella differenza per questo taxon in particolare.

            Commenta


            • #7
              CH ? che vuol dire? farm?

              cmq su serp.it un po' di tempo fa si parlò del suddetto serpente e Get Coiled scrisse un post molto interessante...

              ciao

              Commenta


              • #8
                è un modo di dire in maniera molto "international" che le uova di una femmina di cattura sono state incubate o comunque fatte schiudere in una farm o in un allevamento: significa Captive Hatched, ovvero schiuse (o: fatte schiudere) in cattività!

                ciao a tutti

                Commenta


                • #9
                  ...Esatto, quindi nulla a che spartire con founders accoppiatisi in cattività dopo che una femmina ha di fatto ovulato in tale regime. Come giustamente ricorda Pastorello se cerchi negli archivi di serpenti.it trovi un mio post (lungo) sulla questione M.boeleni e nascite/riproduzioni in cattività con notizie spesso non molto note o, meglio, diffuse.

                  Commenta


                  • #10
                    TROVATO.

                    ...taglio&incollo dal post del 13/01/2004 su serpenti.it

                    Circa l’allevamento la grande difficoltà riguardante tale taxon è un problema secondo me multideterminato, imputabile praticamente in ugual misura tanto alle particolarissime condizioni climatiche del biotopo d’origine come ad alcune caratteristiche parassitologiche pseudo-specie-specifiche.
                    Insieme a Morelia spilota spilota è il serpente di maggiori dimensioni adattato a vivere in zone soggette a basse temperature, con minime proibitive per la media degli altri rettili. Lo si trova nelle regioni più elevate sino a 2000 m d’altezza, in biotopi freddo-umidi a bassa intensità luminosa.
                    Secondo poi è risultato, insieme ad Apodora papuana, il serpente più parassitizzato della Nuova Guinea; solo che a differenza di quest’ultimo il nostro è estremamente sensibile alle infestazioni degli ascaridi (prima causa di morte in cattività), dei pentastomidi e linguatulidi che ne infestano solitamente i polmoni (seconda causa di morte più comune). Tra l’altro questi ultimi “lung parasites” sembrano trasmissibili (al pari della più nota IBD) dalla madre alla progenie, decretando focolai di infezione anche in cuccioli “realmente” farmed.
                    Ulteriore considerazione, sempre connessa allo stato di estrema debilitazione in cui versano gli esemplari di cattura, è il forte stress accumulato durante i lunghi tempi che intercorrono tra la raccolta dell’animale in natura, la concentrazione di più esemplari ammassati in piccoli spazi senza la benché minima norma igienica presso i centri di smistamento degli esportatori Indonesiani, quindi l’arrivo sui mercati internazionali in condizioni spesso pietose dal punto di vista psico-fisico (esattamente ciò che un tempo costituiva la norma anche per Morelia viridis).
                    Quarta ed ultima argomentazione, inclusiva delle precedenti, e perciò esplicativa dell’elevato livello di mortalità che innegabilmente affligge la specie (si stima che il 90-95% degli animali non arrivi ad un anno dall’esportazione) è che si sono sempre e soltanto commercializzati animali di cattura. Solo da un lustro si sono iniziati ad offrire a prezzi esorbitanti (anche fino a 8.000-10.000 $) cuccioli nati da uova deposte da femmine catturate incinte e schiuse in cattività; una pratica questa che segna un profondo cambiamento di mentalità imprenditoriale ed etico-protezionistica degli esportatori che sempre più spesso si stanno “attrezzando” da più consapevoli allevatori. Ad ogni modo la reperibilità commerciale di animali del genere, che ancora una volta si rivela la scelta più giusta da operare per stabilizzare con un certo successo gruppi di probabili riproduttori, è sempre limitata e spesso l’effettiva dicitura quali “captive hatched” non così certa come la si vorrebbe far passare.
                    La rarità con la quale viene inoltre esportata questa specie è dovuta al fatto che si tratta del rettile più protetto in Papua Nuova Guinea al pari soltanto dell’Uccello del paradiso (simbolo del Paese). E’ assolutamente vietato a qualsiasi cittadino non locale detenere esemplari di tale specie o suoi derivati (pelle, ossa…). Gli esemplari oggetto di commercio provengono per la stragrande maggioranza dalla zona di Baliem Valley situata nell’attigua Irian Jaya.

                    Circa invece le riproduzioni in cattività che io sappia al momento sono a conoscenza soltanto di tre successi ufficiali: il primo risale alla seconda metà dei ’90, è avvenuto nell’allevamento privato di Paul Miles nel Maryland, e ha prodotto – dalle iniziali 20 uova deposte – cinque cuccioli nati prematuri, molto deboli, quattro dei quali vissero solo alcuni mesi ed il quinto non arrivò al secondo anno di vita (mi ricordo come nel ’97 sul suo sito il tizio li offrisse per circa 8.000$ l’uno). Il secondo risalente al ’99 ed è avvenuto a Bali nella “farm” di Duncan McRae. Il terzo infine (quello meglio documentato) nel 2001 ad opera dei due soci Memmo e Baylin (proprietari del sito di cui è stato postato il link). Si rumoreggerebbe inoltre su una quarta riproduzione avvenuta in un centro privato in Australia per mano di un noto allevatore.
                    Ad ogni modo è comunque bene precisare che la prima schiusa in cattività risale al 1989, quando Tracy Barker acquistò una coppia dei primi esemplari in assoluto esportati da Irian Jaya, la cui femmina dopo poco l’arrivo, nonostante le pessime condizioni di salute, depose una ventina di uova di cui 17 fertili. Se ne schiusero 16 (72 giorni di incubazione a 87°) rivelando per la prima volta l’inusuale pattern giovanile.
                    Mentre al 1979 risale la prima deposizione in cattività (14 uova) da una femmina detenuta presso lo zoo di Dallas (Murphy et al. 1981) di cui l’unico fertile non si schiuse a causa dei violenti colpi di coda del maschio ancora intenzionato a corteggiare la neo mamma.

                    P.S: Le uniche differenze tra popolazioni di cui sono a conoscenza (tanto per rispondere ad un inciso di Cecco) sono quelle di ordine morfologico e comportamentale rinvenute tra la parte est ed ovest dell’areale di distribuzione (Barker, pers.comm. 2000 e Baldogo, pers.comm.2001). Gli esemplari provenienti da Papua–Nuova Guinea possono raggiungere anche i 400 cm di lunghezza, la livrea presenta una tonalità di nero particolarmente intenso con le bande labiali, laterali e la zona ventrale bianco avorio (anche se si conoscono soggetti anziani originari di questo areale completamente neri); caratterialmente sono molto irritabili ed aggressivi. Gli animali diffusi ad Irian Jaya si distinguono invece, oltre che per le dimensioni sensibilmente inferiori (250 cm), anche per le barre laterali, le labbra ed il ventre giallo; il temperamento mite permette il maneggiamento anche di esemplari di recente cattura.

                    Commenta


                    • #11
                      mi sebra un po troppo complicata sta storia.............DEVO PENSARE........grazie millemila
                      comunque le piccoline che ho visto io sono CB......da femmina di cattura ma accoppiata in cattività....ma seconda covata!!!!(almeno a me l'anno spacciata così....anche il prezzo è decisamente inferiore rispetto ai 3500 euro di tartapiero)
                      ٩(͡๏̯͡๏)۶ Brevices for life.... life for breviceps

                      Commenta


                      • #12
                        Che io sappia i pitoni non hanno "seconde covate" (????????????????????)...la storia regge ancora meno che dei cuccioli CB (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!)

                        Commenta


                        • #13
                          Non credo molto alla femmina di cattura fatta riprodurre in cattività...molto più probabilmente era già gravida quando era stata catturata.

                          Metto il link a un sito di un "amico" tedesco dal quale ho acquistato dei curtus curtus, molto serio e competente, che ha delle boeleni ma anch'esse farm hatched, come da lui stesso dichiarato.

                          http://www.pythons-boas.de/aktuell.htm

                          Bye,
                          Ramon.

                          Commenta


                          • #14
                            Sulla serietà di "la ferme tropicale " avrei molto da ridire..... ma preferiri sorvolare!
                            Un mio amico a Milano sta per far arrivare una coppia dall'Inghilterra (CH) e visto che è riuscito a far riprodurre parecchie Morelie (anche difficli) mi sono prenotato! )

                            Commenta


                            • #15
                              con seconda covata....intendevo dire....che la femmina wc ha deposto e sono nati i piccoli...e dopo si è accooppiata in cattività con maschio wc....ed ecco i piccoli in vendita adesso....poi magari è una balla.....ve la riporto pari pari come me l'hanno venduta a me
                              ٩(͡๏̯͡๏)۶ Brevices for life.... life for breviceps

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X