annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Colore piccolo pardalis

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Colore piccolo pardalis

    Ho acquistato un piccolo di pardalis (femmina) a Fiano, locality Ambanja. L'allevatore, se mi è concesso dirlo, era black reptiles.
    Il piccolo (di 3 mesi) sembra stare molto bene, gira di continuo il camaleontario (che ho provveduto a "rattoppare" coprendo due lati per i colpi d'aria), mangia ogni giorno con regolarità, e non sdegna neanche i due gocciolatoi. Non ho ancora trovato feci, ma non ho potuto spulciare bene per evitare di stressarlo. Mi sono attenuto a quanto scritto nell'ABC del camaleonte, per quanto concerne ogni parametro. Nel mio camaleontario lo spot arriva ad un picco di 29°, nella zona più fredda si scende massimo a 23,5° (vicino i gocciolatoi).
    Quando lo ho acquistato sembrava molto vispo, e non è cambiato nulla da quando ha iniziato ad abituarsi alla sua nuova casa. Il fatto che mangi così tanto mi rende molto soddisfatto dell'acquisto. Non sembra avere problemi agli occhi ed è molto stabile nei movimenti. L'unico problema che ho riscontrato risiede nel colore.
    Quando lo comprai era praticamente tutto bianco, come potete vedere dalle foto. Dal secondo giorno di stabulazione si è tuttavia imbrunito, e non riesco a capire se sia il suo reale pattern o se sia sintomo di stress. Sono passati 5 giorni oramai, possibile che non si sia ancora adattato?

    NB: nella foto in cui appare chiaro traspirano i colori che aveva all'acquisto, il terrario non era ultimato pertanto si vede meglio.
    Ultima modifica di Morph_Saur; 01-12-2016, 21:15.

  • #2
    [/IMG]

    Commenta


    • #3
      Come abbiamo detto ormai centinaia di volte camaleonti cosi' piccoli e molto ma molto meglio allevarli nei samla Ikea, in camaleontario e' un rischio
      Inoltre teche in zanzariera metalli ca NON vanno usate per i Camaleonti
      Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Omanosaura jayakari, Tribolonotus novaeguineae, Zonosaurus ornatus, Eumeces algeriensis, Tiliqua gigas keynensis, Egernia frerei, Celestus warreni
      Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
      un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

      Commenta


      • #4
        Anche se non si vede, come già puntualizzato, ho ovviato al problema dei colpi d'aria coprendo due dei lati. I n quanto alla rete ammetto di non averci fatto caso nell'acquisto, mea culpa. Provvederò a spostare il camaleonte in settimana, d'altronde la spesa di un rack non è mai gravata a nessuno. Tuttavia questo non lo stresserà ancora di più? Inoltre sapreste darmi qualche informazione riguardo la domanda che ho posto? Vorrei capire a cosa è dovuto il cambio di colore prima di iniziare ad allarmarmi seriamente, ergo inutilmente.
        Grazie.

        Commenta


        • #5
          Il terrario definitivo rappresenta un rischio anche perché per un camaleonte così piccolo è troppo dispersivo.
          Per quanto riguarda la colorazione, a volte diventano più scuri con le temperature più basse, infatti noto che si era schiarito sotto la lampada

          Commenta


          • #6
            Quello non è il terrario definitivo, è uno zoomed small. Ad ogni modo il colore chiaro è stato mantenuto dalla fiera al rientro a casa, dal giorno successivo l'imbrunimento, non ha cambiato colore solamente per essersi spostato sotto la lampada.

            Commenta


            • #7
              Volevo dire che con l'arrivo dell'inverno inevitabilmente si perde qualche grado di temperatura ambientale e notavo che spesso anche i miei baby erano più scuri per assorbire una maggiore quantità di luce (calore ). Succede anche quando sono in terrari poco illuminati.

              Commenta


              • #8
                Grazie mille per la delucidazione, ho provveduto ad innalzare la temperatura del punto basking, passandola dai 30 risicati di prima a 34 abbondanti, con i giusti aggiustamenti non ho picchi tali da farle rischiare un'ustione. Sembra apprezzare molto, ed effettivamente mentre si riscalda schiarisce gradualmente la livrea. Un'ultima domanda: ma allora, il colore nella foto in cui risulta particolarmente chiaro, è il suo colore originale o un pattern ottenuto da alteramento?

                Commenta


                • #9
                  No aspetta! io parlavo di temperatura ambientale non del punto basking. 34°C sono troppi anche per un adulto, figuriamoci un baby. Se riesci alza di qualche grado solo quella ambientale, ma anche così non è un problema.
                  Quella dove è più chiaro è la normale livrea dei baby

                  Commenta


                  • #10
                    ok, oltre all'ABC ho letto anche la scheda dei pardalis, credevo che un range tra i 30 e i 35 non fosse nulla di pericoloso stando a quanto scritto. A questo punto monto un termostato che setti la temperatura sui 30, quella ambientale la uniformerò con l'aggiunta di un ulteriore faretto ben distanziato.

                    Commenta


                    • #11
                      Assolutamente nessun termostato la luce che si accende e si spegne stressa l'animale, la temperatura si regola spostando il afaretto
                      Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Omanosaura jayakari, Tribolonotus novaeguineae, Zonosaurus ornatus, Eumeces algeriensis, Tiliqua gigas keynensis, Egernia frerei, Celestus warreni
                      Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
                      un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

                      Commenta


                      • #12
                        La piccola inizia a prendere colore. Si sta schiarendo e abituando alla mia presenza, ed è diventata molto più vorace di prima!
                        Ho notato ultimamente che ogni tanto strabuzza gli occhi, avevo intenzione di fare un esame delle feci ma non ci sono riuscito per via della mia assenza (ogni volta che rientravo dopo l'università i campioni erano inutilizzabili), inoltre volevo aspettare prima di forzarla facendo una visita, era già abbastanza stressata e non mostrando alcun segno ho preferito temporeggiare per farla ambientare senza che i primi giorni fossero un totale sconquasso. Adesso sono riuscito finalmente a prelevarle (erano immerse in una pozzetta d'acqua, sono utilizzabili?), domani esame e visita. Una domanda, nel caso il camaleonte fosse soggetto a batteri/parassiti, un'eventuale cura a base di farmaci non sarebbe dannosa dato la sua ridotta costituzione? Ovviamente sarà il veterinario a decidere, ve lo sto chiedendo solamente per curiosità personale, si dice che sono animali molto delicati e per questo mi è sorto il dubbio!

                        Commenta


                        • #13
                          perdonatemi, la mia connessione a volte gioca di questi scherzi!
                          Ultima modifica di Morph_Saur; 06-12-2016, 19:19.

                          Commenta


                          • #14
                            Sono delicati si, per questo ci sono veterinari dedicati a loro. Il caso di positività sarà il veterinario ad indicarti i dosaggi precisi che vengono fatti in base al peso.
                            il fatto che ogni tanto strabuzzi gli occhi è normale, l'importante è che non li mantenga chiusi

                            Commenta


                            • #15
                              tutto negativo, peso ottimale e ottime speranze. Quando oggi l'ho portato ha ripreso il colore di quando lo ho acquistato, che suppongo sia indice di uno stato di rabbia/stress.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X