annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Come prendersi cura del proprio Camaleonte durante la muta

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Come prendersi cura del proprio Camaleonte durante la muta

    Ciao a tutti ragazzi, confido ancora una volta nel vostro sempre affidabile aiuto. Ho acquistato un secondo camaleonte velato,non so con certezza l'etÓ, ma Ŕ un maschio forte e robusto di circa 25 cm (coda compresa distesa). Va tutto a gonfie vele unica pecca ha iniziato a fare la muta lunedý e non l'ha ancora finita. Ha completato la muta in due giorni su testa e su tutto l 'emisfero sinistro del corpo, mentre nella parte destra del corpo ha ancora la pella attaccata e molto bene pure direi. Visto e considerato che il periodo di muta Ŕ un momento delicato ho cercato di disturbarlo il meno possibile, mi avvicino a lui solo di primo mattino e verso le otto di sera per nebulizzare/mangiare. Ieri pomeriggio l'ho beccato strusciandosi su di uno dei suoi rami preferiti quasi volesse grattarsi per tirare via la pelle, dunque ho preso un po di acqua tiepida e dopo averlo bagnato ho provato a tirar via molto molto delicatamente la pelle. Mi sono fermato immediatamente perchŔ la pelle Ŕ attaccata perfettamente al suo corpo e ovviamente forzando l'avrei ferito. Ci tengo a precisare che pur essendo molto diffidente in questa occasione si Ŕ lasciato maneggiare tranquillamente, credo che abbia capito che lo volessi aiutare. Grazie all'igrometro riesco a monitorare e dunque tenere un percentuale di umiditÓ ottimale direi, 70 circa al mattino e alla notte e sui 50/55 a metÓ giornata. Il cama sta benissimo, mangia, defeca, gironzola qua e lÓ e tiene sempre tutto sotto controllo ma non vorrei che lasciandolo cosi la vecchia pelle mandi in necrosi la nuova, nonostante abbia cercato informazioni non sono ancora riuscito ad ottenere un risposta precisa. Le solite risposte sono mantieni umido il camaleontario e completerÓ la muta altrimenti vai dal veterinario. Sicuramente la vostra esperienza mi aiuterÓ a capire una volta per tutte come fare. Vi ringrazio anticipatamente

  • #2
    L'umidita' non va misurata nei camaleontari, poiche' essendo in rete deve fluttuare durante lag iornata con le nebulizzazioni. Non vorrei il tuo terrario foss in vetro
    Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus,Shinisaurus crocodilurus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Gallotia stehlini, Omanosaura jayakari, Tribolonotus novaeguineae, Tribolonotus gracilis, Zonosaurus ornatus, Eumeces algeriensis
    Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
    un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

    Commenta


    • #3
      Ciao Marco, no assolutamente. Ha solo la base ed il lato posteriore in plexiglass. Dal momento che preferibilmente in natura vive da 1 a 3 di altezza ho installato dei supporti su parete ed Ŕ posizionato a 1,60 cm da terra, in prossimitÓ della finestra, di fianco ad essa. Questa posizione mi permette di avere un ottimo riciclo di aria senza esporlo a correnti. L'umiditÓ va misurata eccome,pur essendo una specie originaria dello yemen e avendo dunque un ampio range di "esposizione" a climi secchi o umidi, faccio kmq attenzione a creargli il giusto clima. Ovvero: nebulizzo la mattina e la sera questo in concomitanza con la temperatura interna e l accensione delle lampade (prima uvb e poi l'altra al mattino e opposto di sera) mi permette di creare un habitat con un percentuale di umiditÓ pi¨ alta (65-70%) all'alba ed al tramonto e pi¨ secca a metÓ giornata. Tieni presente che vivo in Sardegna dunque non ho difficoltÓ nel rispettare questi parametri. Mi sono informato su tutto ma non riesco proprio ad avere delucidazioni attendibili sulla muta. Ora l'ha quasi persa tutta a distanza di due settimane, non noto in lui kmq nessuna anomalia.

      Commenta


      • #4
        In tanti anni con i cama, non ho mai misurato l'umiditÓů nebulizzate abbondati mattina e tardo pomeriggio e nei periodi molto caldi anche a metÓ giornata facendo asciugare tra una nebulizzata e l'altra. Molto importante anche il gocciolatoio che con un calyptratus userei almeno 2-3 volte a settimana.
        Per la muta, crescendo tendono a farla pi¨ "a pezzi", anche se 25 cm non sono dimensioni da maschio adulto. La stessa umiditÓ costantemente alta potrebbe ostacolare il distacco dell'exuvia.

        Commenta


        • #5
          Ti consiglio di leggere con attenzione l'ABC del Camaleonte
          Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus,Shinisaurus crocodilurus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Gallotia stehlini, Omanosaura jayakari, Tribolonotus novaeguineae, Tribolonotus gracilis, Zonosaurus ornatus, Eumeces algeriensis
          Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
          un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

          Commenta

          Sto operando...
          X