annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Terrario Leopardino - Lavori in corso

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Terrario Leopardino - Lavori in corso

    Buonasera a tutti, finalmente dopo aver risolto un problema personale (mi sono iscritto al forum a settembre) ho dato il via al terrario per un Leopardino che prenderò a breve.
    Vorrei cominciare col ringraziare tutto il forum per i consigli carpiti leggendo tutte le discussioni......
    Al momento ho preso tutto l'occorrente (quasi tutto Exo Terra, se può servire metto l'elenco) ma ho comunque un dubbio che vorrei togliemi prima di riempire il terrario con gli acquisti fatti.
    Tane, piattini, pietre, ecc. vanno prima disinfettati, lavati, puliti e lucidati? Se si, cosa uso? Ho letto che qualcuno mette tutto nel forno......
    Grazie
    Marco

  • #2
    Non è assolutamente necessario "sterilizzare" gli oggetti di arredo nuovi, casomai ciotole, tane e terrario andrebbero poi periodicamente puliti e poi disinfettanti con un 10% di candeggina diluita in acqua.

    Commenta


    • #3
      Ciao... È molto bello e gratificante portare avanti un progetto simile, se ti va tienici aggiornati,magari anche con foto... le cose da introdurre nel terrario si possono mettere nel forno oppure farle bollire o passarle con una vaporella o lavarle con amuchina o candeggina diluite,poi sciacquarle e lasciarle asciugare. Io di solito uso la candeggina come consigliato qui sul forum, perché una volta asciugata non lascia residui. Comunque arriveranno anche altri consigli e usando il "cerca" troverai altre informazioni. Buona continuazione e facci sapere come procede il tuo progetto

      Commenta


      • #4
        Grazie mille per le risposte,
        E' vero che sono alla mia prima esperienza con il terrario ma come per tutte le mie passioni, la parte piu bella e divertente è proprio tutta la preparazione che c'è prima, studiare l'argomento, leggersi documenti e spulciare forum per fare le scelte migliori per il futuro "abitante". Adesso sto aspettando un pacco dall'Inghilterra con le ultime cosette e poi partirò con la sistemazione del terrario e quando sarà pronto, con il controllo della temperatura e gestione illuminazione..... quando sarò soddisfatto prenderò il geco.
        Vi terrò aggiornati.

        Commenta


        • #5
          Ciao a tutti, oggi secondo il corriere dovrebbe arrivarmi il pacco dall'inghilterra e sarei quindi pronto a "pasticciare" nel terrario.
          Naturalmente partirei dal substrato e dopo aver letto di tutto e di più ho pensato di tentare questa nuova strada (vi ricordo che il leopardino arriverà in un secondo momento quindi posso fare e disfare il terrario come voglio) che eviterebbe problemi di ingestione e renderebbe il terrario, a mio avviso, esteticamente bello e facilmente gestibile.
          Ieri in uno dei grandi centri fai da te ho trovato quelle che vengono chiamate "pietre ricostruite" (se cercate con Google ne trovate di tantissimi tipi) che vengono usate come rivestimenti murari. Quelle che avrei scelto io sono il modello COTE MUR beige in gesso e pensavo di incollarle su una base di compensato sottile o polionda in modo da poter togliere il fondo intero per pulizie o sistemazioni varie.
          Ho solo due dubbi.... uno sui materiali da usare per incollare (sento parlare tanto di colla per piastrelle) per evitare di comprare cose che fanno male al geco, l'altro è su eventuali problemi di trasmissioni del calore generato dal tappetino posto sotto il terrario (tutto in vetro), non vorrei che le pietre facciano un po' da isolante e non si riescano a raggiungere le dovute temperature.... il secondo forse è un dubbio stupido in quanto ho visto persone utilizzare il polistirolo, che viene normalmente usato come isolante, per fare degli interni 3D splendidi per i terrari.
          Marco

          Commenta


          • #6
            1) Puoi usare silicone oppure anche colla a caldo o vinilica. Io non farei un unico pezzo: troppo pesante e scomodo da estrarre e pulire.
            2) Il tuo dubbio è giusto, infatti se devi riscaldare con cavetti o tappetini lo spessore del substrato può essere un problema. Se vuoi ricorrere ad set up complesso probabilmente dovrai ricorrere ad uno spot per scaldare correttamente.

            Commenta


            • #7
              Grazie SM per i consigli, queste pietre essendo in gesso pesano pochissimo, la scatola da 1 metro quadro pesa meno di 10 Kg e ci fai 3 pavimentazioni 60x40 e ti avanzano ancora pietre. Resta il fatto che comunque il tuo consiglio lo seguirò sicuramente e farò la base divisa in due (30x40) riducendo magari lo spessore delle pietre (si tagliano con un seghetto) della parte calda dove c'è il tappetino e incollandole magari su un supporto più sottile invece che su legno... insomma farò un po di prove, per ora grazie ancora.
              Marco

              Commenta


              • #8
                Rieccomi dopo più di due mesi (si lo so... ho bisogno dei miei tempi) per aggiornarvi sul terrario e sull'arrivo del geco.
                Dopo varie prove e ripensamenti ho sistemato le pietre, che ricordo sono in gesso e poco spesse, direttamente appoggiate sul pavimento in vetro nella parte riscaldata con tappetino termostatato mentre per il resto del terrario ho fatto un terrazzamento leggermente rialzato utilizzando Excavator della Zoomed su cui ho appoggiato le stesse pietre. Ho poi usato sempre l'Excavator per riempire le fughe tra le pietre. Il tutto è venuto molto compatto e non presenta quindi nessun tipo di pericolo di ingestione del substrato che era il risultato che volevo ottenere. Per quanto riguarda la parte calda, con la sonda appoggiata sulle pietre si raggiungono tranquillamente i 31 gradi con termostato che trovo spessissimo spento. Il risultato, seppure nella sua semplicità, mi rende molto soddisfatto anche se ho già in mente come modificare tutto tra qualche mese al primo smantellamento per pulizia.
                Mentre il geco (Cuper, maschio di 1 anno) è arrivato da una settimana e sembra trovarsi a suo agio.
                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Terrario.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 132.6 KB 
ID: 2218731

                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Completo.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 161.3 KB 
ID: 2218732

                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Cuper.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 118.3 KB 
ID: 2218733

                Commenta


                • #9
                  Molto carino.

                  Commenta


                  ZooBio.It
                  Sto operando...
                  X