annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Deposizioni - ossitocina

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Deposizioni - ossitocina

    Ieri sera tornato a casa dal lavoro ho avuto la sorpresa.....non bellissima
    l'uovo era in acqua e rotto !!!
    sono le kinosternon subrum hippocrepis ....e chi se lo aspettava cosi presto!!! avevano incominciato a mangiare da pochi gg e avevo visto il primo accoppiamento 2 gg f!!!!
    allora ho predisposto lo spazio per la deposizione, e si messa subito a scavare in posizione da deporre.....si fatta sera ho puntato la sveglia alle 5.30 per recuperare le uova pulirle e metterle nell'icubatrice..
    stamattina mi sveglio trovo la tarta in acqua e sbadigliando incomincio a scavare......ho scavato un buco gigante e niente una levataccia x nulla
    ieri sera visto che l'ho finita non gli avevo fatto l'izzositocina....e quindi ti me lo merito
    ragazzi okkio che incominciano!!!!!

  • #2
    mi raccomando, se ne hai la possibilit: foto, resoconto dettagliato sull'evoluzione e eventuali nascite!

    Commenta


    • #3
      comunque non mi aspettavo che inziassero gia a fare le uova!!

      Commenta


      • #4
        tu somministri ossitocina "aggratis" alle tue tarte solo per farla sbrigativa??? sono perplesso!
        The Boss
        [URL="http://www.qualitysnakes.it/"]www.qualitysnakes.it[/URL]
        Qui trovate il [URL="http://www.sanguefreddo.net/showthread.php?27229-Regolamento-SFn"]Regolamento SFN[/URL]

        Commenta


        • #5
          tieni conto che la mia una esperienza limitata.....ho le uova da solo tre anni....
          ed effettivamente con tarte piccole come quelle non ho ancora provato... con tarte ben piu grosse invece si e per adesso non ho avuto problemi
          il motivo comunque non per farla finita in poco tempo...sono altre le motivazioni
          fino l'anno scorso (e visto che probabilmente non riesco a finire in tempo anche quest'anno) avevo 40 tarte in appartamento (adesso nella casa nuova sto facendo i lavori come si deve) e non potendo mettere tutte le femmine, per questioni di incompatibilit, nel grosso terracquario (250x80x60) provvisto di terra, ero costretto a metterle a rotazione nel momento in cui incominciavano a deporre.
          Per poter vedere dove le seppellivano, per poter mettere altre tarta, per impedire che una tarta scavasse dove un altra aveva deposto......ho usato l'izzositocina......una puntura alla sera (aspettavo che facessero il primo uovo) e alla mattina dopo aver prelevato le uova rimettevo la tarta nel suo rispettivo terracquario.
          comunque l'uso e il dosaggio mi stato consigliato da un amico che la usa da moltissimi anni senza aver problemi..... e poi sai com' deformazione "professionale" lo uso regolarmente coi cani (l'izzositocina fa male solo se si eccede con il dosaggio, altrimenti "la bestia" ringrazia per la meno fatica che deve fare)
          almeno questa la mia esperienza, se qualcuno invece ha avuto brutte avventure mi racconti, perch sono sempre disponibile a imparare e a cambiare abitudini
          x agostino
          a chi lo dici neanch'io me lo aspettavo ....stavo preparando dei mini siti di deposizione (se non mi vergognassi dell'invenzione un po alla pollo d'allevamento farei le foto)pensando di istallarli fra 10-15gg

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da lucatarta
            ho le uova da solo tre anni....
            quante uova e quanti piccoli hai avuto? sarebbe interessante fare una scheda!

            Commenta


            • #7
              il discorso un po' + complesso.... l'ossitocina un tocotonico e in quanto tale fa contrarre l'utero (quando questo gia stimolato dagli estrogeni). se esistono impedimenti alla progressione del prodotto del concepimento fa danni che non puoi immaginare(leggi rottura dell'utero)! feti troppo grossi, posizionati male, canale del parto stretto o deforme(uova grandi, storte...) ecc
              stai attento all'uso dell'ossitocina. questa dovrebbe essere usata SOLO quando effettivamente necessaria (inerzie uterine) e sotto controllo di un veterinario che nel caso fosse necessario possa intervenire chirurgicamente.
              JMO
              The Boss
              [URL="http://www.qualitysnakes.it/"]www.qualitysnakes.it[/URL]
              Qui trovate il [URL="http://www.sanguefreddo.net/showthread.php?27229-Regolamento-SFn"]Regolamento SFN[/URL]

              Commenta


              • #8
                Allora l'OSSITOCINA un farmaco che va usato con una certa cautela e SEMPRE dietro consulto di un DMV e non dell'amico di turno (per quanta esperienza abbia) inoltre un cane non una tartaruga, e anche se lo scopo del farmaco lo stesso, (indurre le contrazioni uterine) bisogna sempre andarci cauti.
                Capisco il bisogno di Luca, immagino che non sia facile so cosa vuole dire avere tanti animali in poco spazio! Prova magari a dividere in tre sezioni il grosso acquario, dato che non stiamo parlando di Geochelone sulcata ma di animali che nel peggiore dei casi non arivano ad una 20ina di cm dovresti comunque riuscire ad avere le depoizioni.
                Ti riporto l'esperienza di un mio amico che quest'anno ha riprodotto Geochelone elegans. Ha deposizioni feconde da almeno tre anni, ma solo nell'ultimo ciclo di deposizioni riuscito ad arrivare fino alla schiusa perche?
                Non sbagliava nulla, persona meticolosissima, precisa, incubatrice seria, in tre anni oltre 40 uova deposte da due femmine, ma alla fine dell'incubazione trovava sempre i piccoli perfettamente formati ma morti dentro l'uovo!
                Dopo qualche scambio di e-mail con colleghi allevatori oltreoceano forse abbiamo capito dove era il problema: IL TEMPO.
                Esatto il tempo, contando i giorni esatti dalla fecondazione alla deposizione ci siamo accorti che nelle due femmine i tempi erano smodatamente lunghi, abbiamo controllato lo spessore del guscio delle uova (che Renato ha conservato religiosamente) e confrontando i dati con gli americani, i gusci delle sue uova erano decisamente pi spessi!
                SVELATO L'ARCANO!
                Rimanendo nel corpo della femmina, le uova continuavano ad aumentare lo spessore della parete (che come sappiamo formata di calcio) e i piccoli al termine dell'incubazione non avevano la forza sufficiente per rompere il guscio.
                A questo punto, resta da strappare l'ultimo segreto agli americani, e cio quanti giorni dopo far espellere le uova alla femmina dopo l'accoppiamento! Promettendo una bella cena quando verranno in vacanza in Italia!
                Si fa una bella radiografia nel periodo giusto, le uova ci sono belle grosse 6 in totale tre ciascuna, iniezione di ossitocina e nell'arco di un'ora eccole bianche, lucenti grossissime!!!!
                Via in incubatrice! E dopo x giorni crack crack!
                Piero Piero mi chiama Renato stanno nascendo vieni vieni!!!
                Uno spettacolo commovente!

                Morale della favola, consulto veterinario e radiografie per verificare la posizione delle uova SEMPRE! E valutare bene le condizioni soprattutto ambientali che troppo spesso sono la causa di ritenzione ovarica in quanto la femmina non sentendosi a proprio agio e non riconoscendo il sito adatto per deporre trattengono il loro prezioso contenuto!

                tartapiero

                Commenta


                • #9
                  queste sono cose che ho dovuto imparare allevando, ma non credere che ne faccia un abuso, anzi avendone parlato con tanti altri che allevano mi sono reso conto di essere uno fra quelli che la usa con piu parsimonia..... capitato anche di usarla solo a fine parto per far venire le "montata lattea" (in gergo si chiama cosi)......questo per i cani.

                  per le tarta abbasso le orecchie e aspetto consigli
                  grazie python

                  x miriam
                  purtroppo le mie nascite in percentuale sono bassissime rispetto al numero di uova messe in incubatrice
                  comunque analizzando la cosa con altri appassionati (fra cui anche il mauro di cui si parlava nell'altro post), mi sono un po tranquillizzato, perch sembrerebbe che sia dovuto al fatto che tutte le mie tarte sono piuttosto giovani, infatti questa percentuale ogni anno migliora
                  tieni conto che ho dovuto fare anche i conti con la mia non-esperienza....
                  uova fatte in acqua, incubatrice rotta sul piu bello, coppie "fatte" tardi, uova buttate solo perch erano schiacciate un po

                  sono sincero solo quest'anno mi sento pronto a seguire bene la cosa......

                  ecco una possibilit che a cui non avevo mai pensato......le uova spesse, anche a me capitato di trovare diversi piccoli formati, e altre volte formati solo x met
                  datemi pure del p....a ma io non riesco a seguire bene le cose come l'amico di piero, lastre etc
                  cerco di cavarmela come meglio posso con il pochissimo tempo libero che ho a dispozione!!!!
                  secondo me dovremmo anche approfondire il discorso dei tempi da accoppiamento a deposizione
                  non sono ancora riuscito a capirci niente.....a volte le uova me le hanno fatte una settimana dopo l'accoppiamento (anche le terrapene e io x questo e perch erano schiacciate le ho buttate....che p...a che sono)
                  altre volte sono passati due mesi e poi a maggio la deposizione....bohhhh
                  OKKKKIO ALLA DOMANDA!!!!
                  quanti giorni prima deve avvenire l'accoppiamento rispetto alla deposizione per poter essere fertili le uova???
                  ognuno porti la sua esperienza in modo che magari ne vengo a capo!!!!!

                  Commenta


                  • #10
                    Caro Luca, te lo avevo chiesto perch leggendo su delle riviste specializzate sulle tarte, son rimasta stupita da quanto sia difficile riprodurre alcune specie di tartarughe. Ora non conosco bene le tarte che allevi, e non so se siano facili o difficili da riprodurre.
                    Il discorso spessore uovo fila davvero e mi sa che un problema sorto in molti allevamenti "amatoriali"...
                    a Pasqua ho visto le piccole geochelone elegans di Renato. Devo dire che me ne sono innamorata!!!! son bellissime!!!!
                    Son rimasta stupita inoltre dalla "piccola" taglia delle femmine e del maschio genitori! a quanto pare si riproducono, se tutto procede per il meglio, poco dopo i 10 anni di et!

                    Commenta


                    • #11
                      prima di andare con l'ossitocina (20U/kg) si pu provare con la tecnica di avanzamento manuale ho provato a metterlo in allegato per e troppo grande il fail cmq se vi interessa ve lo posso mandare
                      ciao Valentina

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da valentyk
                        prima di andare con l'ossitocina (20U/kg) si pu provare con la tecnica di avanzamento manuale ho provato a metterlo in allegato per e troppo grande il fail cmq se vi interessa ve lo posso mandare
                        ciao Valentina
                        No no no!!!

                        Assolutamente sconsigliato!
                        Mi sono consultato con alcuni veterinari esperti nella cura dei cheloni e la risposta stata comune: NO!
                        Il rischio di rompere un uovo o di incastrarlo troppo alto ed inoltre la zona di azione ristrettissima e lo stress per l'animale altissimo!
                        20 U/kg mi sembrano troppe, io al massimo ho sommiistrato 0,10 ml per kg, ma forse sbaglio non ricordo il rapporto U/ML.
                        Pitoneeeee!!!!

                        tartapiero

                        Commenta


                        • #13
                          Penso che il rischio uguale anche l'ossitocina e dannosa

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da valentyk
                            Penso che il rischio uguale anche l'ossitocina e dannosa
                            Si ok ma mica devo mandarla in overdose la tartaruga!
                            Cerchiamo di tenere i piedi per terra!
                            Un'iniezione di ossitocina fatta sotto controllo del DMV nel momento giusto porta alla deposizione in un tempo stimato(oss. pers.) tra 30 e 120 minuti, senza complicazioni o danni all'animale.
                            Una manipolazione delle uova dall'esterno nel peggiore dei casi provocherebbe una rottura dell'uovo o una scorretta posizione dello stesso con conseguente ostruzione.

                            Per ovviare alle due cose esiste solo un sistema: operazione chirurgica.

                            Rifletti, meglio una puntura di un secondo o un'intervento chirurgico?

                            tartapiero

                            P.s. Giusto per essere chiari, dato l'altro contenuto medico dell'argomento, non essendo un veterinario, mi avvalgo delle informazioni e consigli che mi fornisce la mia veterinaria di fiducia la Dott. Avanzi nota in tutta Europa per la sua bravura e competenza con i cheloni.

                            Commenta


                            • #15
                              Giusto per essere chiari, dato l'altro contenuto medico dell'argomento, non essendo un veterinario, mi avvalgo delle informazioni e consigli che mi fornisce la mia veterinaria di fiducia la Dott. Avanzi nota in tutta Europa per la sua bravura e competenza con i cheloni.
                              Sono d'accordo con te in tutto per devi valutare che non tutti possono vantare come DMV Marta Avanzi, io lavoro in ambulatorio veterinario e sono iscritta a veterinaria e ti assicuro una cosa qui non cosi facile ho fatto fare un esame delle feci sai che cosa mi ha detto il DMV che lui non sapeva niente di rettili e vedeva delle macchioline rotonde nere, ho rifatto l'esame ed erano bolle d'aria cosi come era stato detto in lista, onestamente l'anno scorso ho eseguito un'avanzamento manuale dietro radiografie ed andata bene, con l'ossitocina qualche giorno prima era morta una tarta acquatica, in ogni caso un terno a lotto.
                              Cmq prima di provare una cosa del genere, necessaria una radiografia, per vedere se ci sono anormalit delle uova scheletriche, calcoli, ecc ecc, se tutto ci non risulta e abbiamo tempo e pazienza possiamo provare ad avanzarle.
                              TartaPiero e che se fosse per me eviterei i medicinali al minimo indispensabile, sopratutto nei rettili

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X