annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Norme detenzione e allevamento degli animali esotici

Comprimi
Questa una discussione evidenziata.
X
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #61
    normativa

    quindi l'obbligatorieta' della denuncia di detenzione alla asl o al sindaco in caso dovessi prendre un cama ancora non c'e' in quanto ancora non e' legge ? per cui basta il cites ?

    Commenta


    • #62
      Originariamente inviato da giancarlo Visualizza il messaggio
      quindi l'obbligatorieta' della denuncia di detenzione alla asl o al sindaco in caso dovessi prendre un cama ancora non c'e' in quanto ancora non e' legge ? per cui basta il cites ?
      No, l'obbligo c'. Si tratta della richiesta di detenzione, che viene accordata previa visita di veterinari. Qu tutto spiegato: http://www.comune.roma.it/was/reposi...ttiAnimali.pdf
      Chiedete alla asl della vostra zona e ricordatevi che la richiesta fa effettuata entro otto giorni dall'entrata in possesso dell'animale.

      Commenta


      • #63
        se sono passati questi 8 giorni?

        Commenta


        • #64
          In effetti tu sei di Latina e non di Roma. Pu darsi che la regolamentazione sia la stessa, ma devi chiedere alla tua asl di appartenenza.

          Originariamente inviato da francesco_ross Visualizza il messaggio
          se sono passati questi 8 giorni?
          Domanda dalle cento pistole, chiedi anche questo (con nonchalance).

          Commenta


          • #65
            si domani vado ma penso sia come roma
            tu l'hai denunciato?
            o soltanto gli eventuali piccoli?
            anche perch avendo il cites gi denunciato o no?

            Commenta


            • #66
              Originariamente inviato da napoleone Visualizza il messaggio
              In effetti tu sei di Latina e non di Roma. Pu darsi che la regolamentazione sia la stessa, ma devi chiedere alla tua asl di appartenenza.
              la legge regionale e fino a prova contraria latina nel lazio.
              Satia te sanguine quem sitisti, cuiusque insatiabilis semper fuisti.

              Commenta


              • #67
                Originariamente inviato da francesco_ross Visualizza il messaggio
                anche perch avendo il cites gi denunciato o no?
                Sono due cose diverse, una (il cites, che poi sarebbe il certificato di cessione) riguarda la forestale e, diciamo, la legalit della provenienza dell'animale (certifica che non sia stato importato illegalmente o che la nascita sia stata regolarmente denunciata) questa parte ha una regolamentazione nazionale. La seconda parte invece : come dice ladyoscar un normativa a base regionale (che quindi pu cambiare da regione a regione) e concerne l'autorizzazione alla detenzione che devi chiedere al comune tramite la asl di appartenenze e che ti autorizza a detenere un'animale selvatico. Questa seconda parte fa riferimento alla stabulazione dell'animale, alla sua detenzione in condizioni decenti. Proprio per questa viene controllata dal sistema sanitario. In pratica la stessa differenza che ci pu essere tra comprare una macchina e poi avere la patente per poterla effettivamente guidare

                Commenta


                • #68
                  ciao, io non vivo in italia pero' mi sorgono dei dubbi.. se una persona decide di allevare un gran numero di serpenti o li ripoduce deve denunciare ogni singolo animale alla usl di appartenenza??

                  oppure la usl una volta che ha constatato il livello di competenza dell allevatore con una prima e unica visita lo lascia stare??

                  certo che con tutti i problemi che ci sono in italia potrebbero dedicarsi ad altre cose...

                  Commenta


                  • #69
                    se una persona decide di allevare un gran numero di serpenti o li ripoduce deve denunciare ogni singolo animale alla usl di appartenenza??
                    se nella sua zona previsto dalla legge s, lo deve fare.
                    oppure la usl una volta che ha constatato il livello di competenza dell allevatore con una prima e unica visita lo lascia stare??
                    non esiste questa figura in Italia quidi da escludere.
                    certo che con tutti i problemi che ci sono in italia potrebbero dedicarsi ad altre cose...
                    senza voler far polemica ma perdonami...detto da chi vive in Thailandia stride un pochino il fatto che ci siano altri problemi indubbio ma ci non vuol dire che si possa instaurare l'anarchia in tutto ci che non riguarda la crisi. L'Italia ha leggi molto restrittive e purtroppo spesso malfatte nel nostro ambito, va detto per che vari governi europei stanno legiferando in modo altrettanto restrittivo avvicinandosi molto a noi (magari facendo meglio, questo per ora non si sa). L'Austria in primis che, ad esempio, gi da anni vieta la vendita di cama nelle fiere...questa vi sembra una norma intelligente...eppure parliamo della perfettissima Austria.
                    Ciao, Gabriele

                    Commenta


                    • #70
                      ciao e innanzitutto grazie per le delucidazioni

                      nussuna polemica figurati ,effettivamente in tailandia per quanto concerne la detenzione di animali esotici (e non solo) si vive nell anarchia piu totale..
                      anche animali come serpenti velenosi coccodrilli e varani possono essere tranquillamente detenuti (se denunciati regolarmente a qualsiasi stazione di polizia) e c'e' chi purtroppo alleva coccodrilli anche nei condomini...

                      io non intendevo dire che bisognerebbe ignorare tutto cio che e' al di fuori della crisi ci mancherebbe, ma secondo me queste sone leggi emanate piu per scoraggiare che per indirizzare la gente nel stabulare i propri animali correttamente.. basta pensare alle misure delle teche richieste per alcuni esemplari... e poi purtroppo credo molto sia legato al funzionario della USL che viene a controllare e anche in base alle sue conoscenze e preparazione in ambito..

                      intendo dire che un allevatore professionale che ha 100 serpenti e magari acquista un rack professionale da migliaia di euro si ritrova un funzionario in casa che gli dice che sta stabulando non correttamente e ti proibisce la detenzione degli animali... ecco questo mi sembrerebbe eccessivo se non addirittura ridicolo..

                      e poi per dirla tutta visto che stiamo parlando di animali esotici questa legge dovvrebbe valere anche per pesci tropicali marini e non e anche per i coralli!!!!

                      da acquariofilo sono sicuro che in italia ci sono tantissime persone che acquistano pesci tropicali e non sono in grado di stabularli correttamente, basta pensare alle dimensioni delle vasche (ridicole) usate per tenere gruppi di poveri ocellaris (pesce pagliaccio) o anche all attenzione che bisogna riporre per gestire coralli duri difficili andando ad aggiungere i vari elementi via buffer..
                      insomma non voglio far polemica sia ben chiaro, pero' secondo me attivarsi quasi solo esclusivamente per i rettili sembra piu un cercare di creare limitazioni scoraggiando l appassionato che altro..

                      Commenta


                      • #71
                        ma esattamente di che legge parli? mi sembra poco chiaro quello che dici. A cosa ti stai riferendo?
                        Ciao, Gabriele

                        Commenta


                        • #72
                          infatti.
                          questo post fa riferimento ad una proposta di legge che rimasta tale.
                          aspettiamo la risposta di ictarus, poi chiudo e faccio un po'di ordine.
                          Satia te sanguine quem sitisti, cuiusque insatiabilis semper fuisti.

                          Commenta


                          • #73
                            Originariamente inviato da ladyOscar Visualizza il messaggio
                            infatti.
                            questo post fa riferimento ad una proposta di legge che rimasta tale.
                            aspettiamo la risposta di ictarus, poi chiudo e faccio un po'di ordine.
                            forse ho fatto confusione, in tal caso scusatemi , mi sembrava di aver capito che questa proposta di legge era stata accettata e tuttore in vigore nel lazio..

                            leggendo lee prime pagine si parlava dell dimensioni dei vari terrari a cui dover far fronte e tali dimensioni a mio parere erano davvero esagerate..
                            e quindi mi chiedevo perche' non si fanno altrettanti scrupoli per quando riguarda l acquariofilia visto che siamo sempre in tema di animali esotici...

                            Commenta


                            • #74
                              Quello che e' grave e' che le leggi sulla detenzione di animali in Italia sono elaborate non da veri esperti, professionisti, come zoologi e veterinari (non della USL ma veri specialisti)come avviene altrove, ma da ignoranti o meglio da animalisti (il piu' delle volte ignoranti) che hanno il solo scopo di scoraggiarne l'allevamento.
                              Del resto cio' e' tipico di un paese dove gli zoo ed i circhi vengono solo osteggiati. Ma il destino degli zoo seri e', in tutto il mondo , quello di fare conservazione, divulgazione, educazione. A tutti i livelli, dalla scuola primaria alle ricerche universitarie. Ed i keeper non sono, in molti zoo europei 2 o 3 contadini albanesi (non me ne vogliano) ma tecnici specializzati con lauree brevi, minimo, o laureati con tanto di specializzazione. E sono divisi in teams nelle varie sezioni: primati, rettili, pesci...
                              Evitiamo anche di usare la parola detenzione, che e' di parte.
                              Gli animali non si detengono bensi' si allevano, a scopo di compagnia, ornamento, reddito, studio, ecc. Ci sono alcuni allevatori che curano piu' i loro animali dei loro figli.
                              Non facciamoci piu' infinocchiare e governare dagli incompetenti!

                              Commenta


                              • #75
                                Vedo che questo post non e' attivo da un po', ma mi aggiungo perche' nel tentativo di chairirmi su queste questioni sono stato all'uff. CITES di Roma, dove mi hanno parlato della L. Reg. 89/90 ed altro. Infatti "grazie" alle autonomie locali anche questa materia va inquadrata a livello nazionale, regionale, provinciale, comunale, etc... Leggi, regolamenti, circolari, etc...
                                Nella sostanza ogni ente (come mi ha chiaramente detto anche il funzionario CITES) agisce indipendentemente e senza comunicazione con altri enti connessi.
                                Il CITES e' solo l parte minima e forse piu' di moda, ma ai fini pratici direi che nessuno di noi possa ritenersi in regola, ammesso di trovare ed ottemperare a tutte le norme previste.
                                Mi chiedo soltanto come mai le fiere possano essere autorizzate. Qualcuno ha mai saputo di controlli (a parte il CITES) presso fiere?

                                Corollario: meglio rimanere nell'ignoranza!

                                Saluti a tutti
                                V

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X