annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Madrenatura controllo per terrari e serre: cosa ne pensate?

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Madrenatura controllo per terrari e serre: cosa ne pensate?

    Possiamo dire che a oggi il prototipo di madrenatura è pronto.......

    Definitivamente risulta cosi:

    -Sonda umidità e temperatura a filo (precisione 0,2° per temperatura e
    2% precisione umidità);
    -Controllo umidità, temperatura e luci tramite le 4 prese posteriori;
    -Possibilità di carico su ciascuna presa di 1000W;
    -Temperatura e umidità settabili indipendentemente se giorno o se notte (Doppio Menu);

    Questo è il prototipo.


    A noi premono molto i vostri consigli da esperti per creare un prodotto che si avvicina a ciò che più cerchiamo e che noon sembra esserci...

    Devo dire che attaccato alla nostra serrettina è fantastico da vedere funzionare.....Se riusciamo oggi facciamo video e lo inseriamo.

    A presto ragazzi.....

  • #2
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   F99B4AC7-FA7C-489E-AD33-A165874B02D4.jpg 
Visite: 2 
Dimensione: 88.2 KB 
ID: 2014789

    - - - Updated - - -

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   16CD16C1-EE9C-4203-A0C5-5A589DF5E650.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 87.4 KB 
ID: 2014790

    - - - Updated - - -

    - - - Updated - - -



    - - - Updated - - -

    Queste sono le foto che siamo riusciti a caricare...si vede un particolare del menu e si vede la scermata di stand by.
    File allegati

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Marta1900 Visualizza il messaggio
      A noi premono molto i vostri consigli da esperti per creare un prodotto che si avvicina a ciò che più cerchiamo e che noon sembra esserci...
      un controllo di temperatura che vari in maniera sinusoidale nell'arco della giornata.
      Ultima modifica di oppio; 20-01-2016, 20:35.
      www.apaeweb.com

      Commenta


      • #4
        cosa intendi per sinusoidale, che aumenti fino a una certa ora e poi scenda?

        Commenta


        • #5
          Guarda un disegno di una funzione sinusoidale e capisci subito, comunque che varia avendo dei punti basi altri medi ed altri alti. Es 22• 24• 26• .

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Marta1900 Visualizza il messaggio
            cosa intendi per sinusoidale, che aumenti fino a una certa ora e poi scenda?
            esatto
            www.apaeweb.com

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Skeath Visualizza il messaggio
              Guarda un disegno di una funzione sinusoidale e capisci subito, comunque che varia avendo dei punti basi altri medi ed altri alti. Es 22• 24• 26• .
              Praticamente un On/Off che varia di + o - 2°, si è fatto tanto per arrivare ai precisissimi proportional ed ecco che ora si vuole un prodotto che ha la stessa funzionalità di un noto termostato cinese di pochi spicci...

              secondo me la doppia temperatura giorno/notte è perfetta avendo soprattutto gechi deserticoli ma già il resto quale controllo umidità e freddo sono cose superflue che andranno a incidere sul prezzo finale.
              Secondo me la cosa migliorare e innovativa sarebbe un termostato "componibile" in modo da farlo a esigenza di rettile. Farei il termostato di base con la doppia temperatura giorno/notte poi il resto farei in modo che possa essere "aggiunto" a mo' di lego cosi da rendere, se si vuole, un termostato professionalissimo che controlla anche temperatura troppo calda, umidità, luce e tutto quello che si vuole.

              Magari un pezzo aggiuntivo potrebbe essere un "dimmer" che regoli la luce e faccia effetto alba/tramonto e luce normale.

              un altro il cool controll

              Il controllo dell'umidita coi rettili è una cosa abbastanza inutile visto che si usano appositi timer al secondo di 10-15€ per far funzionare i sistemi di umidità.

              direi che un termostato cosi fatto soddisferebbe chiunque, da chi ha la guttata o il leopardino a chi ha il rettile piu' delicato che richiede il controllo di tutto (caldo, freddo, luce, umidita).

              Commenta


              • #8
                Mystic Geckos credo non abbia inteso quello che chiedono con la funzione sinusoidale (che sarebbe una buona idea e non credo troppo laboriosa).

                Comunque farlo componibile vorrebbe dire dover produrre una marea di unità (una per il dimmer ,una per umidità ,una per temp ,ecc),cosa che essendo un gruppo di privati dubito vogliano farlo .
                A livello commerciale dovrebbero fare la soluzione con il "pool" di clienti più estesa e quindi direi che ci siamo con temp+luci+umidità .

                Parere mio ,se riuscite a fare uno screen della curva della temp e è stabile ,siete pronti .

                Commenta


                • #9
                  Infatti non ha inteso il nostro discorso.

                  Commenta


                  • #10
                    Ok Ragazzi ci siamo;

                    Mystic Geckos non hai capito...i gradi di preecisione sono 0.2 e non 2;

                    Il 2 è riferito alla percentuale di precisione dell'umidità.

                    Per capirci meglio sarebbe perfetto se in pratica dividesse il nostro giorno,qualunque esso sia, in tre e lo stesso per la notte.
                    Per fare un esempio dalle 8.00 alle 20.00.
                    A questo punto se la temperatura da noi impostata è 22, dovrebbe tenerla per 4 ore a 20,
                    poi altre 4 a 22 e
                    poi altre 4 a 24.
                    Per poi scendere alla temperatura della notte...
                    che supponiamo si vogliano 18 gradi.
                    Il programmatore divide le ore e scende di 2 gradi ogni 4 ore
                    Per capirci siamo a 24 e per 4 ore si porta a 22
                    poi altre 4 a 20 e le ultime 4 a 18.

                    Fatemi capire se noi abbiamo capito.

                    L'unica cosa che abbiamo da dire è che siete i primi a chiederci una cosa del genere; Quindi non abbiamo mai preso in considerazione il fatto di poterla fare sinusoidale.

                    Tutti gli altri nostri utilizzatori lo usano cosi come lo abbiamo creato noi e ne sono contentissimi.

                    Uno di loro addirittura tiene sotto controllo una sorta di frigo trasformato ad incubatrice e ci fa nasacere i serpenti.

                    A..Bluesman cosa intendi (se riuscite a fare uno screen della curva della temp e è stabile ,siete pronti)?
                    Che se riusciamo a mantenere la temperatura e l'umidita stabile sui parametri impostati dall'utente siamo pronti??
                    Questi parametri li teniamo sott'occhio da inizio programmazione e non hanno mai sgarrato...
                    Io direi che siamo pronti se abbiamo inteso quello che ci volevi dire tu.

                    Grazie ragazzi scrivete che davvero vogliamo creare qualche cosa di mello ma soprattutto funzionale.
                    A
                    A presto.... Vi aspettiamo in molti!!

                    Commenta


                    • #11
                      Allora, se non ho capito male quello che è stato realizzato è semplicemente un apparecchio che racchiude in se quello che già esiste in commercio con apparecchiature separate, ma non vedo dove sta l'innovazione o la nuova tecnologia. Una regolazione on/off è quella che si può comunemente acquistare a €15. Ora se vogliamo dire che un pannellino digitale è un qualcosa in più perché vogliamo fare i fighi è un conto ma non vedo la differenza con un regolatore di temperatura attaccato a una sonda analogico. Ora l'innovazione (se si può parlare così) è quella di creare un sistema di controllo digitale, con una regolazione della temperatura e dell'umidità gestite da un "PID di Controllo" (P= proporzionale, I=integrale, D=derivata) tutto su un "GAIN" di regolazione di potenza, in fasi orario. Dovrei scrivere una spiegazione lunghissima di come dovrebbe funzionare fate prima a cercare su internet la spiegazione di un PID di controllo. Il concetto è di avere un sistema che reagisce constantemente con azioni secondo per secondo in base alla temperatura dell'ambiente. Questo oltre che largamente diffusa in campo industriale è una tecnologia che si trova comunemente in domotica. Mi spiace ma non vedo in cosa possa essere evoluto un sistema così.

                      - - - Updated - - -

                      Anche perché un cronotermostato della B-Ticino da quadro ha già tutto questo (quelli per i sistemi di condizionamento hanno anche il controllo dell'umidità) che costa circa €100....

                      Commenta


                      • #12
                        Effettivamente mi sono spiegato male ;se testate il termostato in ,possibilmente ,terrari diversi con fonti di calore diverse e vi tiene la temp a 0.2 come avete detto direi che siete pronti a iniziare la vendita su media/grande scala (presumo che quello sia lo scopo).
                        Da quel che ho capito l'avete già fatto quindi ottimo .

                        Sì direi che hai capito la temp col ciclo sinusoidale ,sarebbe il massimo per "imitare" l'escursione termica naturale dove c'è un picco di temp nel primo pomeriggio e un picco basso nella tarda notte .

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Marta1900 Visualizza il messaggio
                          L'unica cosa che abbiamo da dire è che siete i primi a chiederci una cosa del genere; Quindi non abbiamo mai preso in considerazione il fatto di poterla fare sinusoidale.
                          Certo, mica dico che così com'è ora non funziona
                          Semplicemente sarebbe un offrire un "qualcosa in più" rispetto quanto offre già il mercato con i termostati on/off citati da vegafree

                          Originariamente inviato da vegafree Visualizza il messaggio
                          Anche perché un cronotermostato della B-Ticino da quadro ha già tutto questo (quelli per i sistemi di condizionamento hanno anche il controllo dell'umidità) che costa circa €100....
                          I componenti di questo sistema costano meno della metà.
                          Quello che immagino si faranno pagare è il tempo per aver sviluppato il codice.

                          Originariamente inviato da BluesMan Visualizza il messaggio
                          Sì direi che hai capito la temp col ciclo sinusoidale ,sarebbe il massimo per "imitare" l'escursione termica naturale dove c'è un picco di temp nel primo pomeriggio e un picco basso nella tarda notte .
                          Proprio quello che intendevo

                          - - - Updated - - -

                          Originariamente inviato da Marta1900 Visualizza il messaggio
                          Per capirci meglio sarebbe perfetto se in pratica dividesse il nostro giorno,qualunque esso sia, in tre e lo stesso per la notte.
                          Per fare un esempio dalle 8.00 alle 20.00.
                          A questo punto se la temperatura da noi impostata è 22, dovrebbe tenerla per 4 ore a 20,
                          poi altre 4 a 22 e
                          poi altre 4 a 24.
                          Per poi scendere alla temperatura della notte...
                          che supponiamo si vogliano 18 gradi.
                          Il programmatore divide le ore e scende di 2 gradi ogni 4 ore
                          Per capirci siamo a 24 e per 4 ore si porta a 22
                          poi altre 4 a 20 e le ultime 4 a 18.

                          Fatemi capire se noi abbiamo capito.
                          no, i conti non tornano.
                          dvidendo notte e giorno in 3 puoi ottenere solo 4 valori di temperatura differenti

                          www.apaeweb.com

                          Commenta


                          • #14
                            Abbiamo visto e studiato che si possono fare dimmerabili sia serpentine che luci:::logicamente se le luci sono dimmerabili e non sono neon o cose del genere.....
                            Per quanto riguarda le ventole vorremmo sapere se volete dimmerare su 220 o su 12v....

                            Commenta


                            • #15
                              beh, se realizzate una presa dimmerabile poi a scelta si potrà collegare una serpentina come una lampada in ceramica.
                              Ventole a 12 volt, più performanti ed economiche, anche per un terrario non son utili quanto in una serra (leggi = se ne fa tranquillamente anche a meno)
                              www.apaeweb.com

                              Commenta


                              ZooBio.It
                              Sto operando...
                              X