annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Costruzione Terrario Morelia viridis

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Costruzione Terrario Morelia viridis

    Ho completato il mio primo terrario!
    Le dimensioni sono 90x60x60. E' stato costruito con multistrato marino verniciato con pitture ad acqua e ricoperto uno spray atossico idrorepellente ed infine con due passate di resina epossidica. Ha quattro fori di 20x4 ricoperti con della rete per zanzariere a maglia strettissima.
    ciclo di umidità da 85% a 65%. sia per la vasca che per le nebulizzazioni viene usata acqua sant'anna, l'acqua con meno contenuti di calcio.




    il frontale e la parte superiore sono costituite da lastre di vetro doppio 1 cm (intorno 25 euro). La parte superiore però ha un foro quadrato che permette di posizionare la lampada in ceramica ad un angolo alto.



    L'arredamento è composto da tre rami comprati in un negozio per acquari (25 euro), il fogliame è tutto sintetico e le foglie grandi possono essere smontate facilmente dallo stelo in modo che possano essere lavate anche singolarmente.
    Un fiore di guzmania finto ed una testa azteca comprata al mercatino
    All'altezza dei rami ho posizionato un termoigrometro digitale, nella parte freddo uno analogico.






    Alla base dei rami "caldi" ho posizionato una sonda collegata ad un termostato posizionato esternamente, che oltre ad essere un ulteriore termometro, regola la temperatura di giorno (31°) e di notte (25°)





    L'unica pianta vera è un bonsai di ficus benjamin ( da 30 euro in su) , sopravvive a temperature alte e ad un umidità densa ma ha bisogno dei raggi uva uvb. Formidabile per creare una zona d'ombra e innalzare il tasso di umidità.
    La pianta è stata curata e sterilizzata con prodotti atossici, terreno e vaso compreso, dopo pulita accuratamente ed inserita nel terrario.







    Questa è la vasca posizionata sotto la lampada in ceramica, ho creato una sequenza temporizzata per la piccola cascata per il reciclo dell'acqua:15 minuti ogni 3 ore





    Per mantenere un tasso di umidità alto anche quando non posso essere a casa ho creato un piccolo sistema di nebulizzazione timerizzato.
    Ho comprato una pompa d'acquario ed ho modificato il tubo al quale è collegata in modo che possa avere due diverse uscite. ho collegato quindi le due uscite del tubo a due ugelli (ce ne sono di moltissimi da quelli effetto nebbiolina ad acqua - non è vera nebbia - da quello a spruzzo, e alcuni ci si può regolare il getto).
    Ho inserito la pompa in una bottiglia d'acqua e la presa ad un timer digitale a minuti, ho speso davvero poco.
    Gli ugelli sono direzionati verso il fogliame e verso il bonsai in modo che l'acqua può evaporare lentamente. Inoltre sotto ad un ugello ho inserito una piccola spugna che assorbe delle piccole goccioline, utile per innalzare il tasso di umidità.


  • #2
    Dimenticavo di scrivere che il substrato è costituito da un foglio di poliestere( mi serve per mantenere il calore e l'umidità, e rende anche la pulizia più semplice) ricoperto con la corteccia d'abete (repti bark)

    Commenta


    • #3
      Vorrei avere qualche consiglio, o qualche parere negativo o positivo da qualche esperto o da chi si è già cimentato nella costruzione di un terrario per una viridis

      Commenta


      • #4
        Il terrario è molto carino..complimenti!
        L'unica cosa che forse non và bene, almeno da come se ne sente parlare, è il filtro dentro la vasca dell'acqua..almeno credo che è un filtro, visto che c'è una mandata d'acqua sulla destra...Di solito in terrari caldo-umidi non si usano perchè potrebbero far proliferare batteri. Magari aspetta per vedere qualche altro parere

        Commenta


        • #5
          Su questo argomento ci sono diversi pareri discordanti, io credo che invece il riciclo d'acqua dovrebbe aiutare a NON formare batteri, e l'uso di un acqua molto leggera, quasi priva di minerali pesanti dovrebbe rallentare di molto, rispetto all'uso di un'acqua del rubinetto, il proliferarsi di batteri. In ogni caso l'acqua viene sostituita ogni 2/3 giorni.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Hermè Visualizza il messaggio
            Su questo argomento ci sono diversi pareri discordanti, io credo che invece il riciclo d'acqua dovrebbe aiutare a NON formare batteri, e l'uso di un acqua molto leggera, quasi priva di minerali pesanti dovrebbe rallentare di molto, rispetto all'uso di un'acqua del rubinetto, il proliferarsi di batteri. In ogni caso l'acqua viene sostituita ogni 2/3 giorni.
            Non è proprio nell'acqua libera che proliferano i batteri..ma proprio all'interno del filtro.

            Commenta


            • #7
              nella foto la vasca non era piena, i fori del filtro con la vasca completamente piena sono tutti sotto al livello dell'acqua, anche in questo modo rischio il proliferarsi di batteri?

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Hermè Visualizza il messaggio
                nella foto la vasca non era piena, i fori del filtro con la vasca completamente piena sono tutti sotto al livello dell'acqua, anche in questo modo rischio il proliferarsi di batteri?
                In teoria sì. I batteri si formano all'interno del filtro, al di là del livello dell'acqua.

                Commenta


                • #9
                  Quindi come posso fare? Se la pompa viene pulita all'interno con amuchina spray (sulla confezione c'è scritto "elimina il 99,9% di batteri!) ogni due giorni?

                  Commenta


                  • #10
                    per evitare il proliferare di batteri basta cambiare l'acqua ogni 2 giorni usando proprio quella del rubinetto(che c'entra il fatto dell'acqua leggera?),ed effettuando una pulizia periodica dei materiali

                    Commenta


                    • #11
                      Filtro o no quell'acqua va sostituita ogni 2/3 giorni.

                      Commenta


                      • #12
                        Ok allora sarà fatto!

                        Commenta


                        • #13
                          Ehi ciao.Senti posso chiederti una cosa?Io ho il tuo stesso termostato però non so come si fa a far cambiare la temperatura da giorno a notte.Potresti spiegarmelo per favore??

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Soldier Visualizza il messaggio
                            Ehi ciao.Senti posso chiederti una cosa?Io ho il tuo stesso termostato però non so come si fa a far cambiare la temperatura da giorno a notte.Potresti spiegarmelo per favore??
                            Le istruzioni spiegano tutto.
                            comunque passa in automatico da giorno a notte basta impostare l'orario di inizio sia del giorno che della notte. In automatico è impostato a: h07 giorno h18 notte - giorno 28°, notte 25°

                            Commenta


                            • #15
                              Ahhh ok.Mille grazie.Sul libretto non l'ho trovato!

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X