User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    L'avatar di Sab¨
    Data Registrazione
    Mar 2004
    LocalitÓ
    Casalecchio di Reno
    Messaggi
    1,799
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Come provare ad identificare i ragni italiani....1

    Premessa. Non prendetelo come un testo sacro e scientifico, ma come una guida da campo per orientarsi fra le centinaia di specie di ragni del nosro paese. Letto questo non saremo in gradi di fare i maghi, ma forse ci orienteremo fra le famiglie.
    Alcune osservazioni sono frutto di esperienza e non hanno la pretesa di essere legge. Prendiamo questo postone, con lo spirito giusto. Un contributo, insomma.
    Buona lettura.... Finito lo unificher˛..... ma abbiate un poco di pazienza.


    provare a dare un nome ai ragni che d'estate ci circondano...
    metodo niente affatto scientifico, ma visivo e grossolano, ma che pu˛ dare soddisfazioni ai neofiti. Tre sono i livelli in cui possiamo scendere...
    1- la famiglia..... spesso facile, a volte complesso districarsi fra le varie famiglie. per un paio di esse ( Linyphiidae e salticydae) Ŕ fatia andare avanti) per altre si arriva bene al Genere e a volte le caratteristiche specifiche sono talmente nette da consegnarci anche la specie . (Argyope bruennichi ad esempio, Ŕ inconfondibile... in Italia, perchŔ in assoluto il genere Argyope ha nel modo molti ragni molti simili. La specie si definisce al microscopio guardando le appendici sessuali.... ovvio che restando in Italia, Ŕ pi¨ facile dire Nome e cognome di un ragno....
    Ci sono cose da osservare.
    la prima Ŕ se per cacciare costruisce una tela o no.
    Noi associamo i ragni alla tela, ma molte famiglie sono in grado di filarla , ma non la usano come trappola, ma per altri scopi. Sono ragni erranti.
    Quali sono le famiglie di ragni erranti?
    Zoropsidae... molto sinantropi e spesso nelle case. Fonte di spavento, non hanno i grossi occhi dei Lycosidi e non hanno le movenze rapide dei Pisauridae. Il prototipo Ŕ lo Zoropsis spinimana. Ogni vlta che vedete un grosso ragno deambulante in casa, arrampicatore abilissimo e lento e maestoso nei movimenti, dovete pensare a lui. E' un ragno comune in tutta Italia e quindi il LUOgo di reperimento non Ŕ importante.
    Scytodidae... inconfondibili. i ragni con la "testa" pi¨ grossa che ci siano. Lenti nei movimenti , hanno testa grossa perchŔ invece di fare la tela, la sputano su mosche ed altri ragnetti. Sputano colla velenosa (per i poveri ragnini) e se li mangiano. Diverse specie sono presenti , ma la pi¨ frequente Ŕ Scytodes thoracica. Abitano ANCHE le case.....
    Thomisidae... i ragni granchi. Vivono spesso sui fiori, dove danno la caccia agli insetti impollinatori. Fra i pochi ragni che attaccano prede pi¨ GROSSE DI LORO. rigorosamente all'agguato . Moltissimi generi.
    Saliticidae... i salticidi sono una delle famiglie pi¨ grandi e numerose. SONO GLI UNICI RAGNI CHE "SALTANO" e che AMANO IL SOLE. tutti gli altri sono amanti dell'ombra e della notte.
    Philodromidae.... ragni che vivono soprattutto fra le erbe. di piccoli dimensioni e con pusture allungate...
    Lycosidae, i famosi "ragni lupo". Cacciatori NOTTURNI. (inutile cercarli di giorno tranne un genere particolare. Sono fra i nostri ragni di maggiori dimensioni. Un grosso ragno , con grosse zampe , cattivo scalatore e occhi benissimo evidenti Ŕ un Lycosidae. Vi sono diversi generi di Lycosidi grossi. Lycosa tarentula, forse la L.Narbonnensis, Hogna radiata, diverse trochose, Arcthose, Vesubia Jugorum, sono tutti lycosidi di dimensioni apprezzabili. poi ci sono i ragnetti che sui greti dei fiumi , vedete sfrecciare al sole, le pardose. Eccezioni appunto. Lycosidi piccoli, veloci diurni.
    La Distribuzione Ŕ importante. A Nord dellýAppennino tosco emiliano e dei monti liguri, non dovrebbero esserci Lycose, ma sono comuni le Hogne.
    Pisauridae... agili e veloci, anche grossi. il prototipo Ŕ la Pisaura mirabilis. Vivono in tutta italia e sono simili al Lycosidi come stile di vita, ma senza "occhioni" e molto pi¨ rapidi dei Zoropsis.
    Lasciamo stare la famiglie discusse e rare...
    edete che molti ragni non fanno la tela per vivere e cacciare.
    Alcuni fanno tele particolari. Sotto terra. Sono i Trapdoor spiders, o ragni dalla botola. Scavano una buca, la ricoprono di seta, lasciano fili attorni di sentinella e quando un animaletto passa di li, Zam , lo catturano.
    Sono di due famiglie
    Atypidae con un genere , Atypus e Ctenizidae con due generi Cteniza e Nemesia. Le femmine sono difficilissime da vedere, proprio perchŔ vivono sempre in terra. anzi, sottoterra. I maschi pure , ma puor l'ammuor, una volta maturi, cercano le femmin. Lo fanno di notte, con forte umiditÓ, spesso. Sono ragni anche grossi e caratteristici , per avere i cheliceri NON orrizzontali, come quasi tutti i ragni , ma verticali. Sono Ortodognati. Colpiscono dall'alto in basso, non lateralmente come tutti. Ragni arcaici insomma. Diffusi ovunque, pochi li vedono.

    Poi la tela. Importantissima per riconoscere, spesso chi l'ha fatta.
    Partiamo dalle tel vicino a terra, molto fini, sottili azzurrini ed intricatissime. sono tele tipiche di cribellati. Ragni , come gli
    Amaurobidae, marroncini, tozzi , di media corportura, molto comuni vicino a terra..
    Le fmiglie Dictynidae ed Oecobidae, sono piccole, di specie e di dimensioni dei generi compresi. Ragni di pochi millimetri. In zone erbose, sotto sassi vibvono molti dyctinidae, gloi Oecobidae sono pi¨ sinantropi. Li troviamo spesso in case, stalle, ripostigli.
    Gli Uloboridae sono una famiglia piccola di ragnetti particolari. NOn hanno veleno. Sono gli unici. Costruiscono una tela tipica, triangolare e loro stanno nascosti ad un vertice, sŔpesso il lungo.
    Piccolini, forma caratteristica, distinguere la specie esatta Ŕ difficile ma il genere Uloborus Ŕ semplice.
    La famiglia Oonopidae, ha un genere Oonops ed Ŕ un ragnetto arancio piccolino che ama i nostri battiscopa. Dsi chiama domusticus apposta. Tela confusionaria, piccola, vicino a terra.
    i Dysderidae, vivno sotto i sassi. Sono na fmiglia piccola ma con diversi generi. il "leader" Ŕ la Dysdera crocota, uno dei pochi ragni che mangiano i "porcellini di terra" , quei crostacei che sono nel sootobosco umido. e si trovano anche loro da quelle parti... Hanno un paio di Cheliceri grossi e da non sottovalutare. Infilzano le corazze dei simpatici porcellini, ed anche le dita. rovistare mai a mani nude sotto le pietre....Dysderidae fanno la tela solo in certi periodidell'anno, col freddo, per ripararsi. Poi vivono d'agguato. Sotto i vecchi tronchi caduti, sotto la corteccia, si dedono spesso bolle biancastre...li i Dysderidae svernano....
    Segestridae.... ragni che sono fra i grossi e aggressivi che si possano trovare. Vivono in luoghi oinconfondibili...si fanno tunnell di tela , ci stanno dentro spesso a mostrare sei zampe (due le tengono dietro) ed hanno i cheliceri con riflessi metallici blu verdastro. Grossi, sono S.florentine. Medi possono essere giovan florentine, o bavariche o senoculate.Una senoculata che gira Ŕ molto simile ad un Amaurobius ferox. Convergenza evolutiva, ma le tele in cui vivono sono diversissime . e una segestria Ŕ nettamente pi¨ aggressiva di un amaurobius. Quest'ultimo contamolto nella tela molto appiccicaticcia, la Segestria no.....arriva fuori precipitosamente e decisa....

    domani guardiamo altre famiglie. In tre pezzi. le vedremo tutte.
    buonanotte gente.

  2. #2
    L'avatar di Sab¨
    Data Registrazione
    Mar 2004
    LocalitÓ
    Casalecchio di Reno
    Messaggi
    1,799
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    contiunuiamo......
    Pholcidae... sono fra i ragni pi¨ conosciuti. nelle case sono i pi¨ comuni, con i loro lunghi zampini e il corpicino molto piccolo. Se disturbati fanno vibrare la tela in modo molto evidente (caratteristica di molti costruttori di tela...) . il prototipo Ŕ il Pholcus phalangioides, il comune pippo delle case. pochi sono i generi , meno sinantropi di questa piccola famiglia. I Pholcus sono fra i pi¨ tolleranti fra i ragni , spesso ferocemente cannibali. Ma cacciano molte altre specie di ragni. Un Pholcus alla finestra del ripostiglio, Ŕ una difesa verso ragni pi¨ .... evitabili.
    Zodariidae... piccoli ragnetti agilissimi, che vivono sotto le pietre. Condividono l'abitat con le altrettanto piccole Pardose e si differenziano da esse perchŔ non hanno la tipica "fronte alta" del Lycosidi (le pardose sono piccole, difficile dedere gli occhi ad occhio nudo) e mancano delle strisce sul cefalotorace tipica della famiglia ragni lupo. In primavera inoltrata li si distingue bene. Le pardose sembrano portarsi dietro una pallina di polistirolo attaccata, Ŕ il cocoon, che come in tutti i Lycosidi, viene portato in giro dagli adulti. Gli Zodaridae (Zodarion il genere guida) fanno un piccolo nido sotto le pietre. Sono anche loro ragni che non usano la tela Ŕper catturare le loro prede, esclusivamente formiche. Sono "specialisti"... ne troveremo altri.
    Gnaposidae... famiglia numerosa, con molti generi e anche con ragni apparentemente molto diversi. che ha una convergenza evolutiva coi Dysderidae, escluso il cibo, non avendo i cheliceroni della Dysdera crocota. Vivono sotto le pietre e siccome passano l'inverno, si , ostruiscono il bozzolo proprio come i Dysderidae anzi, essendo pi¨ numerosi, hanno il monopolio soprattutto a nord.
    Il prototipo di famiglia Ŕ un ragno marroncino , trovabile a livello di terra, con una tela finissima d irregolare, quasi non notabile, il Drassodus laepidosus. un ragnotutt'altro che piccolo...la femmina pu˛ sfiorare i 2 cm.
    Le misure dei ragni NON conprendono mai le zampe. Sempre SOLO il corpo. Quindi un ragno di 2 cm, ha il corpo di 2 cm. Non Ŕ piccolo..
    Nella famiglia, ci sono nani di pochi millimetri..... sotto le pietre sono fra i pi¨ comuni.

    Superfamiglia Clubionoidea: Clubionidae, Liocranidae, Zoridae, Anyphaenidae.
    Famiglie piccole , riunite assieme perchŔ "imparentate" strettamente.
    Sono ragni mediamente di piccola taglia, che vivono a basso livello, fra le erbe, costruendo spesso teline irregolari. Il genere pi¨ rappresentato Ŕ il genere Clubiona. Ragni terricoli marroncini, congrosso addome, simili ai Gnaposidi , ma molto pi¨ attivi e NON legati all'ambiente ipogeo. Distinguere la specie ad occhio nudo Ŕ impossibile. 55 sono le specie riconosciute in Europa. Fra le erbe, leClubione, molto simili fra loro , sono i ragni pi¨ numerosi.
    Fra le erbe c'Ŕ nche il genere Cheiracanthium. Pi¨ grosso delle Clubione, Ŕ detto dagli inglesi 2ragno sacco" per la conformazione dell'addome. Giallastro e, una volta visto, inconfondibile.
    Non sono visibili con facilitÓ, proprio perchŔ vivono fra l'erba, con tele fini poco notabili. Il maschio , una volta deposte le uova dalla femmina, termina la sua vita facendovi una guardia spietata. Attacca tutto ci˛ che si avvicina al nido, costruito di solito nell'erba alta. La puntura dei suoi cheliceri Ŕ dolorosa e non priva di effetti. Hanno, i maschi , cheliceri ipertrofici, enormi, con un veleno attivo anche sull'uomo. Possono dare dolore, febbre, arrossamento della zona colpita ed ingrossamento linfonodale. Sono ragni da NON maneggiare mai. Ma sanno farlo capire bene loro... Sono una delle poche specie che possono dare dei problemi ad un uomo o bambino che vada a disturbagli il nido. Tarda estate Ŕ la stagione dei morsi per loro...guardiani inflessibili.
    Le super famiglie le abbiamo inventate quando c'Ŕ confusione classificativa. Fra questi ragni , continuano a passare da una famiglia all'altra vari generi, con meglio si studiano. Restano biologicamente omogenei. Ragni dell'erba.
    Una piccola famiglia, gli Sparassidae, doveva stare fra i ragni d'agguato. Vivono mimetizzati fra le erbe e sono rappresentati i Europa da 2 generi soli, la comune e molto mimetica Micrommata virescens e ornatum, molto simili, e Olios. Con il solo genere Olios argelasius. Un grosso ragnone parente dei "ragni giganti cacciatori , come l'Holconia immanis, frequenti nelle zone calde e tropicali. Mentre le Micrommata sono molto frequenti, ma invisibili, gkli Olios sono ragni rari, che si muovono lentamente tranne quando attaccano la preda. Insetti o altri ragni. Sembra strano, ma fra i ragni cacciatori c'Ŕ molta competitivitÓ e motio si mangiano fra di loro. Sono abbastanza favili da riconoscere per la disposizione delle zampe , che tende ad "abbracciare", cioŔ le prime due paia solo angolate in avanti. Aiutano nell'attacco. Questa caratteristica Ŕ ulteriormente manifesta nei parenti Thomisidae, i ragni granchi. Molto pi¨ piccoli e sedentari. Gli sparassidae sembra non abbiano mai fretta. Sono molto mimetici e contano su quello.
    Fra le erbe e sui rami degli alberi , vivono poi sempre di agguato, i Philodromidae. Molto simili agli Sparassidae come forma, comportamento , ma non confondibili...il verde intenso della Micrommata Ŕ inconfondibile e le dimensioni di un Olios pure. Sono ragni piccoli come dimensioni, che un p˛ fanno concorrenza ai Thomisidae, ma sono pi¨ "bizzarri"...spesso hanno un addome multo lungo e stretto e stanno stesi sui fili dýerba in agguao. Niente fiori, dunque. Sui fiori, Thomisidae, sull'erba Philodromidae. un piccolo gruppo (nome del genere Tanatus, poco raccomandabile) stanno nella sabbia. Mimetizzati benissimo. Se in spiaggia improvvisamente vediamo fuggire un piccolo ragnetto invisibile prima, abbiamo capito di che genere Ŕ.
    Il prototipo della famiglia Ŕ il genere Tibellus. "nella vita" sta allungato su un filo d'erba, e presenta il marchio di fabbrica della famiglia. Posizione allungata e linea mediana scura che va dalla testa alla fine dell'addome.
    Ora passeremo ai grandi costruttori di tela. Gli artisti della tessitura.....
    Stasera la terza puntata.............

  3. #3
    L'avatar di Sab¨
    Data Registrazione
    Mar 2004
    LocalitÓ
    Casalecchio di Reno
    Messaggi
    1,799
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Parte terza...
    i grandi lavoratori.
    I veri grandi costruttori di tele, un miracolo della natura, come molti l'hanno descritta...la Tela del ragno.
    Non solo molti non la costruiscono per cacciare, non solo molti la fanno piccola e poco visibile, non solo molti la fanno finissima con uno strumento apposito, il cribello, ma la minoranza di gradi costruttori , ha un'immagine notevole.
    Vediamo le famiglie
    Agelenidae... Appartengono a questa famiglia , divesi ragni molto comuni. La tela costruita Ŕ a lenzuolo anche molto spesso e grande, con un tunnel dove si rifugia il ragno. il tunnell Ŕ molto pi¨ grande di quello costruito dalle Segestrie e la tela pu˛ essere imponente. Una tela cosý fatta, individua la famiglia. Un altro particolare anatomico Ŕ tipico della famiglia Agelenidae. Le filiere. Molto lunghe articolate e mobili, fanno finire l'addome con due "cornini" sempre in movimento. Appartengono alla famiglia alcuni ragni sinantropi molto comuni. le Tegenarie. Il genere Ŕ composto da molte specie e la distinzione esatta pu˛ essere fatta solo guardando i genitali al microscopio. In molti libri, trovate complessi pattern dorsali, ma non fidatevi. Sono incontrollabili in natura.
    le specie sinantrope sono soprattutto 3. Una media (T.domestica) e due molto grandi. T.parietina e gigantea. La T.parietina Ŕ quel ragno con enormi zampe che ogni tanto terroriza ragazze e coraggiosi ometti la notte.... sono i maschi che all'epoca degli mori, diventano erranti e cercano signore. Hanno zampe molto lunghe e possono raggiungere facilmentre i 12-13 cm di apertura.... sono i ragni con l'apertura maggiore in Italia. Grandi anche le gigantee. Molto meno sinantrope sono le specie ferruginea, agrestis, silvestris, campestris, picta. l'agrestis negli USa vive nelle case. da noi le pi¨ grandi parietina e gigantea le tengono lontane. le agrestis hanno un veleno citotossico non trascurabile. e possono fare lesioni difficili da guarire. le grandi tegenarie domestiche, quindi, ci protegono da un ragno potenzialmente pericoloso.
    anche l'Agelena labiryntica Ŕ un ragno tipico di questa famiglia. fa tele molto pi¨ grandi ed esposte sempre al sole. ama i ossi e in certe zone si vedono i fossi ricoperti di grandi tele con un tunnel centrale o laterale. Sono i "ragni del tunnell". Presentano l'addome con una tipica spina di pesce , facilissimo quindi riconoscere anche la specie. Gli agelnidae sono na grande famiglia.....con molti generi, da grandi a piccoli.
    Hahniidae... piccola famiglia di ragnetti piccolini, pochi millimetri, che fra l'erba , costruiscono tele con le caratteristiche simili ala tela dell'Agelenidae. si distinguono dagli esemplari pi¨ piccoli della famiglia cugina per la mancanza delle filiere mobili e grandi tipiche degli agelenidi. Non presentano neanche i disegni a lisca di pesce delle agelene. il genere Hahnia Ŕ il tipico rappresentante. di ogni famiglia vi aggiunger˛ un link che vi porta ad una foto...cosý potrete vederli.
    i Mimetidae..sono una piccola famiglia, con un solo genere, Ero. Vivono ai bordi di tele di altri ragni e campano di rapina. sono minuscoli, grosso addome bitorzoluto e rubano cibo ad altri costruttori di tela. Difficile vederli, perchŔ sono furbi, piccoli e amano il rischio.....
    Grande famiglia, invece , quella dei Theridiidae. .
    Ragni con un grande dimorfismo sessuale e con una forma abbastanza simile....capo relativamente piccolo, addome a semiluna relativamente molto grosso. Sono ragni in media piccoli, con alcuni generi medi o medio-grandi. Sono una famiglia che raccoglie i pi¨ pericolosi ragni che ci siano, in quanto al veleno. Le Vedove. Nere, brown, eccetera. La vedova nera, insomma , Ŕ un Theridiidae. il genere Ŕ il Latrodectus. e ce ne Ŕ una in Italia, o meglio al centrosud. si chiama Latrodectus tredecimguttatus (vedova dai tredici pallini rossi). Sono ragni strettamente legati alle loro tele. Non si muovono da li. costruiscono tele molto irregolari, a contatto con il terreno o su ripiani che consentano agganci solidi dei fili. Amano i luoghi umidi e riparati dalla luce. La base di cespugli, i ripostigli abbandonati, grotte aperte. La tela Ŕ un intrico appiccicosissimo. Nella tela il ragno Ŕ maestro....gira con abilitÓ ed Ŕ in grado di sopraffare prede anche molto grosse, visto il veleno non indifferente. Fuori della tela,sono inece rgni abbastanza impacciati. I Latrodectus soprattutto....
    Ragni tipici , oltre alle vedove, rare per fortuna, sono le steatode. Grosse femmine di Steatoda possono anche assomigliare ai Latrodectus, soprattutto la Steatoda paykulliana, con la sua clessidra rossa sul ventre. ragni neri, sempre vicino al suolo o in luoghi sovrapponibili a quelli preferiti dai latrodectus.
    I maschi? piccolini, innocui e poco visibili..vita grama, fare il maschio delle vedove....
    Si possono confondere le quasi innocue Steatode con le pericolosissime Latrodectus (un ragno, ricordiamolo, dal morso potenzialmente mortale)?.
    Si . tredici puntini rossi sono inconfondibili. Ma.... al sud , soprattutto, esistono popolazioni melaniche. Tutte nere. e distinguerle da una Steatoda paykulliana nera, non Ŕ facile. Bisogna esserci molti vicini, perchŔ i puntini ci sono sempre, ma sono neri di un tono diverso. Insomma, un grosso Theridiidae nero di un centimetro e mezzo di corpo, su una tela tutta scombinata vicino a terra, lasciatelo stare. Non si sa mai.
    Ah, i generi dei Theridiidae sono mltissimi le specie pure. Le tele sono inconfondibili. Alcuni generi (Achaearanea, Steatoda, theridion) sono facili, abbastanza. Altri..no. in genere gli altri sono ragni piccoli o piccolissimi.
    Simile alla tela dei Theriididae Ŕ la telina del piccolo Nesticus, unico genere italiano della famiglia Nesticidae. Sono molto simili a piccoli Theridiidae. Sperare ad occhio di distinguerli...... tranne i machi, che in questa famiglia sono pi¨ grandi e con zampe lunghe e bulbi riproduttivi mlto evidenti.
    Ed arriviamo ai cosiddetti "ragni orbicolari". I costrittori di tele rotonde. Le classiche tele che immaginiamo.
    Sono 4 famiglie.
    Theridiosomatidae, Tetragnathidae, Metidae, Araneidae.
    Sono costruttori, tutte queste famiglie, di tele geometriche. Almeno in una parte della loro vita.
    Sono struttire complesse, con fili principali di sostegno, fili secondari, fili appiccicosi e fili no. E sono sempre della stessa , invariabile, forma. Tipica di ogni famiglia, genere o specie. Niente fantasia, dunque. Deu generi, Argiope e Cyclosa, usano una particolare aggiunta, lo stabilimentum. Un "rinforzo sericeo" centrale che sembra servire , pi¨ che a rinforzare, a distorcere i raggio di luce, in modo da ingannare i predatori alati. Argiope e Cyclosa, sono ragni grossi, molto visibili, e stanno in piena vista.....
    Alcune specie , invece, vivono ai bordi, nascosti bene. La tela pare vuota. Toccandola, fa capolino il costruttore, da doietro un angfolo, una foglia, un riparo , qualunque. Gli orbiteliali, lavorano di notte. Se la tela si danneggia di giorno, per˛ posono sia ripararla, sia ricostruirla tutta. Somo tutti ragni con una grande abbondanza di dimorfismo sessuale. I maschi sono piccoli, vivono in tela fino alla maturitÓ , poi cercano la femmina, dalla quale non sono mai molto lontani. Non mangiano e sperano di raggiungerla...
    I theridosomatidae hanno una sola specie europea e non Ŕ segnalata da noi. Ma Ŕ pi¨ settentrionale. un ragnetto di 2 mm mai descritto da noi il Theridiosoma gemmosum.
    i Tetragnathidae hanno due generi in tutto. Il ragno tipico Ŕ il genere Tetragnatha.l'extensa Ŕ il pi¨ comune. ragno allungato , con un addome lungo e le zampe perennemnte stese. stanno vicino all'acqua e fanno la tela in epoca di deposizione del cocoon. Habitat e forma, sono tipici e postura, soprattutto. il genere Ŕ facilmente identificabile, la specie meno. pi¨ rari ci sono altri rappresentanti...tutti ragni medi, col corpo di almeno 1 cm. amano l'acqua e non ve sono mai lontani.
    Metidae...sono un p˛ a metÓ fra Tetragnathidae ed Araneidae.
    Hanno cioŔ zampe lunghe come i primi e corpi globoso come i secondi.
    Il genere guida Ŕ la Meta. Sono di taglia medio piccola , ma la Meta menardi non Ŕ crto un ragnetto, raggiungendo i 14-15 mm di corpo.
    Amanti di luoghi bui ed umidi, sono localizzati in grotte, vicino all'entrata. ed in luoghi dove possa esserci la stessa umiditÓ. Tettoie, ad esempio. Ma il buio e l'umiditÓ sono il loro regno.
    Araneidae... grande famiglia degli orbicolari. il famoso ragno crociato Ŕ in questa grande famiglia. Araneus diadematus.
    Il genere Ŕ ricco, ne esistono molte specie di Araneus. A mecolare tutto , il colore in questi ragni non significa molto.
    Ma il disegno sul dorso si. e la croce tipica del ragno crociato , l'ha solo lui. Che sia rosso, bruno, grigiastro, arancio, non importa. Il disegno Ŕ Tipico. Ragni globosi e grossi. Tutti Dal cm ai due nelle grosse femmine. Un altro dato Ŕ il colore delle zampe, o meglio se sono annulate di nero in modo evidente o no. Cosý l'Araneus marmoratus assomiglia al Larinoides , ma le zampe....sono inconfondibili. Altro genere il Gibbaranea. ragi con due gobbe sul dorso. I Larinioides, di diverse specie ma con un disegno a zig zag sul dorso molto tipico e zampe tinta unita o debolmente annellate.
    i generi sono molti e acuni sono piccoli, ma ragni che fanno tele geometriche con disegni elaborati sul dorso globoso, sono Araneidi, senza dubbio. le costruiscono su tutti i posti che le reggono e sono che compagni dei giardini o dei vasi. Una parlola per il pi¨ bello e colorato dei ragni italiani. L'Argiope bruennichi. A strisce gialle, bianche, nere, Ŕ assolutamente inconfondibile. Costruisce tele gandi con grandi stabilimentum e se Ŕ fra l'erba, Ŕ meno visibile di ci˛ che si crede.
    Questa grande e variopinta famiglia Ŕ fatta di ragni anche grandi (Argiope Ŕ anche 3 cm) , ma tutti innocui. Per noi....per le mosche, molto meno...
    Altro ragno particolare, inconfondibile , Ŕ la Cytrophora citricola. Vive al sud d'Italia , ama i ficu , dove fa grandi tele a drappo.
    E' tozzo, con zampette corte e grosse e ha un dorso che pare una armatura medioevale. Pieno di punte..... Grigio ferro, se vi avvicinate , farÓ vibrare fortissimo la tela e se insistete, si lancerÓ nel vuoto. E' innocuo , ma ad un aracnofobico un ragnotto di due cm che salta addosso per scappare, pu˛ fare un certo effetto.
    Linyphiidae
    Una enorme famiglia, con una marea di sottofamiglie, generi e specie. Sono ragni molto piccoli o piccoli, che fanno tele a lenzuolo. e stanno a testa bassa, sotto il lenzuolo. distinguerli Ŕ una impresa anche per veri esperti.
    assomigliano a piccoli Therididae, ma fanno una tela a lunzuolo regolarissima. La tela consente di distingueli...pochi mm di corpo..il pi¨ tipico Ŕ la Linyphia triangularis.

    Maschi e femmine.
    Nei ragni, le femmine sono quelle descritte come tipiche. Sono pi¨ grosse, pi¨ visibili , pi¨ numerose, vivono di pi¨. I maschi sono con grossi palponi , fatti a chiodo sul 2volto" , con zampe pi¨ lunghe e sottili e con addomi piccoli, molto magri.
    In certe famiglie sono di tre quattro tagli pi¨ piccoli. ma ve l'ho scritto....
    Vi aggiungo le figure di rappresentanti tipici. Vi faccio dei link, ovviamente, senn˛ viene un libro.....
    bye e sorry per errori di battitura o di descrizione

  4. #4
    L'avatar di Mirti&Lilly
    Data Registrazione
    Jul 2004
    LocalitÓ
    S.Cristina (PV)
    Messaggi
    130
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


  5. #5
    L'avatar di Sab¨
    Data Registrazione
    Mar 2004
    LocalitÓ
    Casalecchio di Reno
    Messaggi
    1,799
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: RE: Come provare ad identificare i ragni italiani....1

    Citazione Originariamente Scritto da Mirti&Lilly
    Questa sý che Ŕ una bella idea interessante, grazie Sab¨ non aspettavo altro
    A presto con la prossima puntata !
    ElveNKinG161

    MessaggioInviato: 02 Ago 2006 - 09:50 AM
    Ma che bel post! Utile ed interessante! Grazie Sab¨

    OT: io consiglierei di aggiungerci qualche foto e farne una scheda, un vademecum da avere sempre a portata di mano per i nostri incontri ravvicinati del terzo tipo! accordo
    ho riportato qua......

Discussioni Simili

  1. Non posso provare con i Cynops orientalis?
    Di Simone L nel forum Urodeli ed Apodi
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 27-08-2014, 17:11
  2. Iniziamo a provare? (Pelodiscus sinensis)
    Di Jcdenton nel forum Tartarughe
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28-05-2011, 03:20
  3. Consiglio per libro su Ragni italiani
    Di haze nel forum Aracnidi
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 28-04-2011, 22:49
  4. Vorrei provare...
    Di vx nel forum Insetti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-03-2005, 11:06
  5. Non ci provare eh?!!
    Di Joseuan nel forum Iguana
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 15-03-2005, 16:31

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •