annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

urgente: tritoni da riconoscere

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • urgente: tritoni da riconoscere

    Salve, sono nuovo di questo forum.
    Mio padre ieri nell'annuale fiera del mio paese ha comprato due tritoni.
    ecco due loro foto

    http://img401.imageshack.us/img401/5220/dscn0001to1.jpg
    http://img444.imageshack.us/img444/4150/dscn0002om2.jpg

    che specie sono?
    si può vedere se sono in buone condizioni di salute?
    come posso allevarli?

    Grazie in anticipo.

  • #2
    ha La pancia rossa?forse sono dei tritus vulgaris mi sa che sono maschi ma aspetta qualcuno più informato

    Commenta


    • #3
      noooooo non può averli comprati se sono tritoni punteggiati sono protetti!!

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da scolopendra Visualizza il messaggio
        noooooo non può averli comprati se sono tritoni punteggiati sono protetti!!
        Forse non tutti lo sanno.....o lo sanno, ma fanno finta di niente.

        Sposto in nostrani.

        Commenta


        • #5
          su quanto s'aggira la multa??
          in questo caso che cosa deve fare?liberarli?spero di no!!

          Commenta


          • #6
            l'ho azzeccato.è un vulgaris ma non fate le cose infretta dubito che sia stato catturato metamorfosato mi sa che il truffatore li ha presi in fase larvale e li ha venduti. in questo caso nonsi può liberarlo potrebbe morire in quanto abituato a mangiare sicuramente mangime per pesci oppure
            potrebbe infettare i tritoni del luogo di patologie. il massimo che puoi fare purtroppo e andare alla forestale e dichiararlo ti fai fare il certficato e li allevi senza problemi.comunque dìti consiglio di prendere un aquario di 50 litri e nooooooooooooooooo assolutamente con altri tritoni.arredal'aquario con ghiaietto, rocce e piante acquatiche a piccole foglie (tipo Elodea). Queste ultime sono assai utili perchè la femmina ama deporre le uova una per volta piegando le foglie della pianticella in modo da "imbustarle". Inoltre, per ottenere la maturazione delle gonadi, il triturus vulgaris ha bisogno di temperature molto rigide ed in cattività, a meno di metterli in frigorifero o su di un terrazzo esposto a nord non è molto facile!Nutrire il triturus vulgaris è estremamente semplice perchè mangiano di tutto: lombrichi, , pezzetti di carne, larve di chironomus surgelate(anche se meglio quelle in gel) e qualsiasi essere che gli si muova davanti al naso (ogni tanto "presi" dall'odore del cibo si tiravano dei morsi anche tra loro!). Comunque niente paura i danni sono assenti, ma se anche ci fossero i tritoni sono ben noti per la loro capacità di rigenerare anche organi molto complessi: dalla zampa all'occhio!tra l'altro l'assoluta mancanza di aggressività tra adulti permetterebbe di allevarne più esemplari in uno spazio relativamente piccolo, purchè si rispetti il loro bisogno di "freddo" tenendoli a circa 4°C d'inverno e a non più di 24°C d'estate.bannic fai come ti ho detto
            Ultima modifica di enricolatiano; 05-12-2008, 18:11.

            Commenta


            • #7
              Mi sembrano maschio e femmina.....che forse ha pure le uova.

              E' comunque molto più facile che siano stati "prelevati" da adulti che allevati dallo stadio larvale, per poi essere venduti alla fiera del Paese.

              Occorre sapere quale normativa esiste a Colleferro riguardo agli Anfibi nostrani.....se esiste.

              Commenta


              • #8
                Errore nella determinazione della specie: si tratta di una coppia di tritoni italiani (Lissotriton italicus), anch'essa specie protetta e per di più endemica dell'italiana meridionale....

                Purtroppo capita alle fiere di paese....l'unica cosa da fare è denunciare l'accaduto alla forestale. Aspetta che si ripeta la cosa e fallo cogliere con le mani nel sacco....intanto i tuoi tienili se non hai le prove dell'acquisto, altrimenti c'è il rischio che la tua denuncia si riperquota su di te.

                Commenta


                • #9
                  Si, sembrano proprio italicus, mi era sfuggito ..il vulgaris!

                  Commenta


                  • #10
                    ...per me sono italicus... lo si vede dal maschio. il maschi vulgaris e' MOLTO diverso....

                    foto della pancia ?

                    Ema

                    Commenta


                    • #11
                      D'accordo con SpectacledSalamander sia sulla specie che sul da farsi... il problema potrebbe essere una risata in faccia da parte della Forestale... non so dalle vostre parti ma a volte s'incontra un po di "superficialità" (eufemismo) da quel lato.
                      Comunque io consiglio di non liberarlo al momento... primo perchè non se ne conosce la provenienza precisa, secondo perchè non sappiamo se gli animaletti sono stati a contatto con specie esotiche (può capitare, visto che era in vendita) e quindi siano portatori di qualche schifezza (tipo il fungo Batrachochytrium dendrobatidis, sempre più diffuso e sempre più pericoloso). Insomma anche secondo me per il momento è meglio tenerseli!
                      Ciao

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da enricolatiano Visualizza il messaggio
                        ì. il massimo che puoi fare purtroppo e andare alla forestale e dichiararlo ti fai fare il certficato e li allevi senza problemi.
                        Vorrei sapere questa dove l'hai imparata? Se vai alla Forestale ti becchi la multa, non si possono regolarizzare animali di cattura e in questo caso potresti anche passare per incauto acquisto. Non esistono certificati fatti dalla Forestale, solo certificati di provenienza per animali riprodotti da animali gia' in cattivitta' all'entrata in vigore della Convenzione di Berna, Non parlare di cose che non conosci soprattutto quando c'e' possibilita' di multe salatissime
                        Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor, Lepidophyma flavimaculatum,Geoemyda spengleri
                        Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
                        un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

                        Commenta


                        • #13
                          Ho chiesto consigli ad un amico erpetologo, riporto quanto dettomi via e-mail:

                          "Sono una coppia di Lissotriton italicus. Colleferro è al margine dei siti più a Nord sul versante Tirrenico della specie. Sono noti infatti siti distanti pochi chilometri da questo paese, nei comuni di Gorga, Carpineto e Montelanico (Corsetti, Ragno e Romano: 2005). Se il venditore è un locale è dunque facile che li abbia trovati lui o qualche suo conoscente nella zona. Non sapendo tuttavia la provenienza e se abbiano contratto possibili parassitosi o malattie sconsiglio di liberarli. Nel caso specifico, la specie è protetta nel Lazio dalla Legge regionale sulla fauna minore (L.R. n. 18/1988 e s.m.i)

                          Saluti al forum
                          Antonio Romano
                          Latina"

                          Commenta


                          • #14
                            W le fiere paesane!!

                            Commenta


                            • #15
                              sn tritoni punteggiati e sn protetti

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X