annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Domanda, Bufo bufo-Bufo Viridis

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Domanda, Bufo bufo-Bufo Viridis

    ...Salve a tutti...
    Volevo chiedervi un parere su una cosa..
    In toscana, specie nella zona del mugello i bufo bufo sono comunissimi.. mentre i piccoli bufo viridis sono rarissimi, bene con una mia professoressa avevamo pensato di introdurre dei viridis "padani" e vedere se si riproducevano bene anche in mugello.. ma questo mi pone dei quesiti importanti..
    Non che l'introduzzione del suddetto viridis possa nuocere al povero bufo mugellano?cio io non vorrei metterli in competizione per cibo-luoghi di accoppiamento..il mio scopo non certo quello di creare una catastrofre ambientale!!!
    Il secondo quesito la legalit....se non uno spostamento nocivo...si pu fare?attendo risposte..

  • #2
    E' molto superficiale il quesito per come posto.
    Talmente superficiale che rischia di essere pericoloso.
    E' necessario indagare preventivamente sui motivi del diradarsi del Bofo viridis (se essistono...) perch se non si interferisce in questi, si condannano a morte solo qualche decina/centinaia di povere bestie trasferite.
    Solo individuando le cause che hanno comportato questa rarit ed eliminandole, si potranno eventualmente consentire ai viridis trasferiti, concrete possibilit di sopravvivenza.
    Concludendo, nulla toccare senza adeguate ricerche e studi....

    Commenta


    • #3
      Io stessa ero dubbiosa quando la mia prof mi ha fatto questa proposta "indecente"..infatti io sono contrarissima all'introduzione di specie non autoctone in un altro ambiente.. (vedi un vecchio post sulle cavie) ma se questo poteva essere positivo sono pi tollerante... per questo ho chiesto a voi...comunque sab grazie di avremi tolto ogni dubbio...

      Commenta


      • #4
        aggiungo a quanto detto da Sabu' una nota particolare sulla zona del Mugello;
        ...da diversi anni frequento quella zona appunto per fare dei rilevamenti sull' erpetofauna presente; posso dire con certezza che la costruzione della Diga di Bilancino (e la formazione dell' omonimo bacino) ha causato dei profondi cambiamenti climatici in tutta la valle, causati dalla notevole "inerzia termica" di tale massa d' acqua...
        ...questi cambiamenti hanno modificato notevolmente anche la fauna locale, soprattutto a discapito della fauna minore piu' legata all' ambiente appenninico originario: in special modo ho notato la notevole diminuzione di Salamandrina perspicillata e T. alpestrise lo spostamento di quota di Speleomantes italicus; mi giunge nuova, pero', la presenza di Bufo viridische, se anche fosse presente come animale autoctono della zona, non risentirebbe certo del fattore climatico, anzi, ne sarebbe avvantaggiato proprio a discapito del Bufo bufo...
        ...comunque la cosa mi ha incuriosito e, appena posso, andro' a documentarmi...

        Commenta


        • #5
          Forunatamente le salamandirne dagli occhiali non sono sparite nella mia zona...io parlo per espeienza pesonale..ho sempre trovato un sacco di bufo bufo ma mai mai mai un viridis il ch strano... aggiungo che le mie erano buone intenzioni non faccio certo una cosa del genere senza documentarmi adeguatamente...se uno decide di fare una cosa la fa per bene..altreimenti non la fa..

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da .::DeMoNiA::.
            ..ho sempre trovato un sacco di bufo bufo ma mai mai mai un viridis il ch strano... .
            ...visto che non hai mai trovato un Bufo viridis nella tua zona (ripeto, nemmeno io, e non mi risulta che ce ne siano), da cosa deduci che ci siano o che ci siano stati in passato?

            Commenta


            • #7
              Un tizio una volta quando ero alle medie ci ha portato vari rettili ed anfibi da vedere..e tra questi vari viridis raccolti in toscana. Poi abbiamo fatto una gita con lui come accompagnatore e io ero sempre al suo fianco e mi ha mostrato il luogo dove li aveva raccolti (pi o meno) e questo distava non pi di una 20ina di km da casa mia in campagna...

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da .::DeMoNiA::.
                Un tizio una volta quando ero alle medie ci ha portato vari rettili ed anfibi da vedere...
                penso di sapere senza ombra di dubbio chi sia quel "tizio"
                Originariamente inviato da .::DeMoNiA::.
                ..e tra questi vari viridis raccolti in toscana....
                ...i B. viridis glieli ho quasi sempre forniti io e provenivano dalla mie parti 8)
                Originariamente inviato da .::DeMoNiA::.
                Poi abbiamo fatto una gita con lui come accompagnatore e io ero sempre al suo fianco e mi ha mostrato il luogo dove li aveva raccolti (pi o meno) e questo distava non pi di una 20ina di km da casa mia in campagna...
                20km possono essere moltissimi: pensa che dove abitano i miei (6km da casa mia) pieno di B.viridis e non esistono i B.bufo; viceversa, a casa mia pieno di B.bufo e mancano totalmente i B.viridis...effettivamente conosco pochissimi posti in toscana dove ambedue le specie siano presenti contemporaneamente (e sempre comunque con una netta prevalenza di una specie rispetto all' altra) e questo perch abitano in linea di massima, ambienti molto diversi...

                Commenta


                • #9
                  Andrea..s hai ragione^^ effettivamente ci sono molti cambiamenti anche tra pochi km..comunque penso che ci capiti..
                  OT non ricordo il nome del tizio..per era un ottima coasa quella di portare gli anfibi e i rettili nelle scuole,..anche se faceva toccare solo a chi aveva paura(e qunindi non a me che gli sbavavo dietro )

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da .::DeMoNiA::.
                    non ricordo il nome del tizio..per era un ottima coasa quella di portare gli anfibi e i rettili nelle scuole
                    ... un grande amico del Lanza, se glielo chiedi vedrai che te lo dice chi ...
                    portare i rettili nelle scuole, organizzare mostre sui nostrani ed accompagnare i ragazzi nelle escursioni naturalistiche tutt'ora la sua attivit (nonch passione) principale...

                    Commenta


                    • #11
                      Andrea, ma che hanno cambiato il nome scientifico di Salamandrina?

                      Commenta


                      • #12
                        si, Leonardo, sono state riconosciute recentemente (la pubblicazione del 6 ottobre 2004) due specie distinte di Salamandrina che si differenziano a livelle genetico/molecolare: S.terdigitata nell' appennino centro-meridionale e S.perspicillata nell' appennino centro-settentrionale (con isolamento geografico all' altezza del confine Toscana-Lazio)...

                        Commenta


                        • #13
                          Da quello che mi risulta, i B. Viridis preferiscono le zone con terreno molto sabbioso, al contrario del Bufo bufo.
                          Ed infatti una grossissima colonia di B. viridis si trova in una famosa costa marchigiana, nei pressi della foce di un fiume...

                          Comunque, fino a qualche anno fa pensavo che nel Maceratese non ci fossero B. viridis, non avendoli mai visti, ma quando ho saputo che preferiscono le zone sabbiose, ho fatto ricerche mirate e ne ho trovati moltissimi, in molte piccolissime zone (quasi a isolette), anche a poche centinaia di metri da casa mia...

                          Ciao
                          Robfrons

                          Commenta


                          Sto operando...
                          X