annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

S.O.S! Milò o Mirauda...?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • S.O.S! Milò o Mirauda...?

    Cari amici "vicini e lontani"... mi serve il vostro aiuto per dipanare un mistero che da anni mi tormenta. Non ne sono mai venuta a capo!
    Allora, nella zona in cui sono nata, il Pavese, esiste un rettile che noi chiamiamo in modo dialettale "milò" (con l'accento sulla o) e che mio marito chiama invece "mirauda" nel suo dialetto valsesiano.
    Il problema è che non sappiamo come si chiami in italiano e litighiamo circa il fatto che si tratti di una "biscia" o di un "serpente".
    L'habitat è il bosco, ma anche l'aperta campagna assolata.
    Ricordo che da bambina ne vedevo al cimitero stesi sulle tombe a prendere il sole.

    Descrizione dell'animale in oggetto:

    - lungo "serpente/biscia" (può raggiungere anche i 2 mt circa);
    - dorso nero e parte inferiore molto chiara, tipo paglierino;
    - testa tonda;
    - molto aggressivo, se disturbato ha l'abitudine ad alzarsi in piedi (si fa per dire), fischiare e rincorrerti! ;
    - dotato di denti ad uncino...si dice che se ti morde devi recarti in ospedale con la testa del milò attaccata perchè lui non è più in grado di aprire la bocca per sfilare i denti!
    - non ha veleno.

    Questo è tutto ciò che sappiamo. Ho fatto numerose ricerche con Google ma non ho trovato nulla nè con "milò" e neppure con "mirauda"...ovviamente!

    Chi mi sa dire cos'è?

    GRAZIE!

  • #2
    stesso mio problema.ho trovato ad asolo questo biscione impressionante e ne ho preso la muta ,ma non ho mai capito come si chiami,e avevo dimenticato la questione dall'estyate scorsa... magari tra qualche settimana vado li e vedo se riewsco a catturarne un esemplare(l'ultimo mi è sfuggito a settembre)aggiungo che sono anche arboricoli,se parliamo della stessa biscia(lunga,nera pancia gialla,soffia,taglia la strada quando meno te lo aspetti)

    Commenta


    • #3
      biacco-milordo: sinonimi del coluber viridiflavus che esiste in 2 fondamentali varietà: la nominale e la carbonaria(diffusa soprattutto al sud)
      la nominale è caratterizzata da un pattern grigio scuro a puntini e macchiette gialle; la carbonaria è completamente nera(ambedue hanno il ventre + chiaro). ovviamente ci sono notevoli interfasi nelle aree di sovrapposizione delle 2 varietà
      The Boss™
      [URL="http://www.qualitysnakes.it/"]www.qualitysnakes.it[/URL]
      Qui trovate il [URL="http://www.sanguefreddo.net/showthread.php?27229-Regolamento-SFn"]Regolamento SFN[/URL]

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Python
        biacco-milordo: sinonimi del coluber viridiflavus che esiste in 2 fondamentali varietà: la nominale e la carbonaria(diffusa soprattutto al sud)
        la nominale è caratterizzata da un pattern grigio scuro a puntini e macchiette gialle; la carbonaria è completamente nera(ambedue hanno il ventre + chiaro). ovviamente ci sono notevoli interfasi nelle aree di sovrapposizione delle 2 varietà
        FINALMENTE! Sììììììììì....!!! E' lui! Un vero mostro! Non ha paura di niente! Hunter, io rinuncerei a catturarne un esemplare anche se di norma sono coraggiosa...non credo siano "allevabili" e la vedo molto male per il tuo gatto!

        Commenta


        • #5

          Biacco
          Coluber virdiflavus carbonarius
          Scursuni niuru

          Ofide della famiglia dei Colubridi, vive in luoghi pietrosi, arbustivi e boscosi, ove cerca ripare dal caldo. E' il più rapido serpente italiano: di indole vivacissima e mordace, caccia di giorno lucertole e piccoli mammiferi, ma i soggetti più grossi possono catturare pure grossi pipistrelli e conigli. Il manto è interamente nero, caratteristica questa che lo identifica come varietà del Coluber virdiflavus. Puo' vivere sino a venticinque anni e raggingere la lunghezza di 2,30 m., ma la media si attesta attorno a 1,50 m.-1,80 m.[/img]

          Commenta


          • #6
            proprio lui...
            chissà perchè non lo trovavo...
            no,meddy,non intendo catturarlo per allevarlo,solo fotografarlo un pochino..è un serpo bellissimo..

            Commenta


            • #7
              Un Biacco in termoregolazione sull'asfalto primaverile di una strada provinciale della campagna emiliana (della sottospecie carbonarius..) mi diede una sonora lezione...cercavo di prenderlo affascinato da una serpe nera di quasi 2 metri....sconfitto con danni....hehehehe...bellissima serpe il biacco, milordo, milòrd, bèsha anzla, bisson..ecc....
              Ciao!

              Commenta


              • #8
                Qua da noi viene chiamata ratera.....
                Questa l'ho raccolta fotografata e poi rilasciata....
                File allegati

                Commenta


                • #9
                  Un'altro termine usato nel milanese (Turbigo) è "smilòrd"
                  Non sono ancora riuscito a vederne uno ... ma questa estate ....
                  Ma è una cavolata la storia dei denti ad uncino, vero ? CIoè, è una cavolata che dopo il morso si è costretti ad andare al pronto soccorso per levarsi la serpe ...

                  bye bye

                  Commenta


                  • #10
                    mi sembra triste che italiani appassionati di rettili non riconoscano un biacco e si occupino di sp. esotiche, ma soprattutto mi meraviglio che nessuno abbia chiarito in questo post che sicuramente e' un animale molto mordace, ma addirittura rincorrerti e' troppo (e qui mi viene in mente del gongilo che si infila la coda in bocca e ti rincorre rotolando per ammazzarti), carina invece quella della testa attaccata perche' non si apre piu' la bocca, non l'avevo mai sentita....
                    ciao
                    nazzza

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da LsK_Lele
                      Un'altro termine usato nel milanese (Turbigo) è "smilòrd"
                      Non sono ancora riuscito a vederne uno ... ma questa estate ....
                      Ma è una cavolata la storia dei denti ad uncino, vero ? CIoè, è una cavolata che dopo il morso si è costretti ad andare al pronto soccorso per levarsi la serpe ...

                      bye bye
                      ...sai, non lo so. Posso dirti che io ho avuto occasione (ed ho purtroppo occasione) di vederne moltissimi e sono davvero animali "impavidi".
                      La storia del morso è riportata da molti anziani, tra cui mio nonno, che ha lavorato a lungo in campagna. Io credo sia possibile che questa serpe (magari un esemplare piccolo) una volta addentato un polpaccio non sia più in grado di "staccarsi"...è comunque certamente accaduto.
                      Anche il fatto che "rincorra" ciò che lui ritiene essere un pericolo non è poi così inverosimile. Certamente non ti inseguirà fino a casa ma che ti venga minacciosamente incontro sì!

                      Commenta


                      • #12
                        Beh, non tutti hanno il tempo di andare per boschi ad osservare dal vivo le specie nostrane e quindi quelle più conosciute sono per forza di cose le poche specie che vivono in diretto contatto con l' uomo ( vedi T. mauritanica).
                        Se non vuoi uno dei vantaggi principali della terrariofilia è quello di poter studiare i comportamenti degli animali anche senza doversi allontanare da casa. Per quanto possa sembrare paradossale quindi spesso è più conosciuto dagli appassionati un serpe esotico di un biacco nostrano.
                        Che poi sull' aggressività di questo simpatico animaletto si tenda parecchio ad esagerare sono daccordo con te, l' ho verificato in prima persona l' estate scorsa quando un esemplare di biacco, che si stava abbronzando nel mio giardino, si è lasciato avvicinare fino a circa due metri mentre lo fotografavo ( se ritrovo le foto le posto), per poi volatilizzarsi nel nulla quando l' ho perso d' occhio per un attimo.

                        Commenta


                        • #13
                          da noi si chiama Carbonat

                          Commenta


                          • #14
                            alla fine non è che c'erano tante possibilità su che serpente fosse, o una natrix senza collare o un biacco, siccome di natrix senza collare dubito che ce ne siano rimane solo il biacco.
                            Cmq sia su amici insoliti che su serpenti.it c'è una scheda inerente a questo serpe. Bastava cercare un pochino di più.
                            ciao tham

                            Commenta


                            • #15
                              dalle mie parti invece si narra di un serpente chiamato u Sugliu in molti dicono di averlo visto vicino a stagni e molto grosso tipo la testa di un bambino, e molto corto, ce chi dice di averlo ucciso, o di essere scappato di fronte a lui, ma secondo voi può esistere'

                              poi dalle nostre parti esiste una serpe che volgarmente si chiama pasturavacche, usa spesso succhiare il latte dalle mammelle delle mucche. Io o avuto occasione di vederlo e fotografarlo ma non conosco il nome scientifico

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X