annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

convivenza cani/caprette

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • convivenza cani/caprette

    Scusa se utilizzo il tuo post...ma mi sono leggermente incartata nello spostare i topic: questa è la richiesta di MARZIO

    Inoltre,ma questo e' problema che verra' solo in seguito, vorrei prendere una o piu' caprette,magari nane. Dovendo queste convivere con un cane (che ancora non ho ma che intendo prendere,forse un LEVRIERO), ho paura che possano avere problemi.
    Insomma e' necessario che sia il cane che le caprette siano piccoli e crescano insieme per non avere problemi oppure vi e' la possibilita' che un cane adulto accetti una nuova presenza,cioe' le caprette, anche in eta' adulta ?


    allevatori di caprette e/o cani fatevi sentire !

    Grazie
    Marzio







    Ciao Marzio, posso risponderti riguardo al rapporto cani-capre... La scelta del levriero non è delle più felici se intendi tenere animali che per loro sono possibili prede naturali (in africa-asia li usano proprio per la caccia al coniglio e agli ungulati), a meno che lo abitui subito appena preso alla loro presenza. Ma tieni presente che qualunque aggiunta futura sarà a rischio...i cani da caccia o con istinto predatorio molto accentuato accettano animali di altre specie solo se li considerano membri del proprio branco; i nuovi arrivi sono estranei e basta.

  • #2
    In bocca al lupo con le caprette! O gli dedicherai una loro zona oppure scordati di piantare quansiasi cosa in giardino! Trascureranno il cibo offerto per dedicarsi completamente a farti dispetti! Garantito! Però sono troppo belle e simpatiche!

    Commenta


    • #3
      Le caprette vanno per forza di cose strettamente confinate... oppure vedrai il deserto attorno a te! e magari le vedrai ogni tanto saltellare sopra la tua automobile!

      p.s. non si può dividere la discussione in due e aprire un topic in terrari e attrezzature ed uno in sangue caldo?

      Commenta


      • #4
        levriero = predatore efficiente e fiero alla velocità di 70 km/h = problematico con la maggior parte degli altri animali domestici.
        piacciono da morire anche a me, ho più volte pensato di adottarne uno di quelli che i cinodromi letteralmente rottamano, ma da quello che mi è stato detto sarebbe praticamente impossibile la convivenza con gli altri mammiferi di casa.

        Commenta


        • #5
          per mia esperienza e vedendo quelli di amici i cani da caccia o simili finiscono dentro un recinto perche' soprattutto se tenuti in campagna si ''divertono'' a predare o arrecare danno a una moltitudine di altri animali da cortile,e finiscono per essere ingestibili.....
          ma non bisogna generalizzare i cani anche se di razza sono tutti diversi caratterialmente,anche se in genere un cane da caccia sara' probabilmente piu' incompatibile con animali da cortile rispetto ad es. un cane lupo.....
          io allevo dooberman e a parte la tendenza di tutti gli individui a difendere la proprieta' il loro comportamento con i miei gatti e' diverso,da predatorio a indifferente.....a seconda di quale genitore gli ha fatto da ''maestro''.
          la massima che ti consiglierei e' crescere insieme capre e cane da cuccioli,ma se non hai la recinzione attorno a casa evita cani potenzialmente dannosi per il vicinato,ogni tanto si divertono ad avvelenarli.........

          Commenta


          • #6
            Quoto Ratzrule! Se ci fosserp, ad esempio, le nane Tibetane, calcola che un neonato è alto poco più di 20 cm e se il cane lo reputa un estraneo se lo pappa in un sol boccone!

            P.S.: che capre avresti intenzione di prendere?
            A te, FALLOMARMOCCHIO, che esasperi le retine col tuo usar "cmq", "nn" et similia, verrai esposto al pubblico ludibrio in adamitico paludamento et punito con millanta vergate!

            Brutal Murder

            Amici degli animali di Minitalia-Leolandia TI.MA.COM ONLUS

            Commenta


            • #7
              ciao ciao, io ho un temibile cane da caccia al puma nella pampa argentina (ihihihihi ma dove???) , cioè un dogo, posso dirti per esperienza personale che non conta la razza, certo possono avere delle predisposizioni, ma tutto fa la socializzazione che dai al cucciolo, il mio è arrivato già piuttosto grande aveva sei mesi, eppure con pazienza ha imparato a stare coi 4 gatti e i sei furetti di casa (ora sono aumentati ghghgh) quindi se ami i levrieri io non sono così drastica, socializza bene il cane, con altri cani e con tutti gli animali possibili e vedrai che non avrai problemi, una mia amica in danimarca ha gli Irish Wolfhound che stanno tranquillamente coi gatti ad esempio! baciotti Molly

              Commenta


              • #8
                una mia amica in danimarca ha gli Irish Wolfhound

                tranne tracca gli altri cani li ho presi tutti da piccini...e l'educazione che ho dato è la stessa; ebbene all'husky sono riuscita, con mooooolta difficoltà a non fargli azzannare i mici...ma con le galline...niente ci ho provato e riprovato...parte in quarta, tant'è che una vicina con il pollaio all'inizio voleva denunciarci perchè sosteneva che il mio cane aveva spaventato le sue galline e queste non riuscivano più a fare le uova.
                Con Otto, che è un incrocio di setter gordon, fatica sprecata...ci ho provato e riprovato, evitiamo ogni animaletto che possa rappresentare una preda...ehmmmm tranne qualche topo, ce ne sono parecchi fra gli scogli.
                Tracca invece un amore, preso già grande e non c'è neanche bisogno di parlare, basta guardarlo e si ferma.
                Conclusione dipende dai cani..con il lupo ed il cane da caccia nulla ho potuto.
                Satia te sanguine quem sitisti, cuiusque insatiabilis semper fuisti.

                Commenta


                • #9
                  anche io adoro gli irish!!! chi lo sa forse un domani, dopo aver preso la femmina di dogo e aver tenuto almeno un cucciolo.... insomma se c'è ancora posto ghghgh arriverà l'irish!!!

                  Commenta


                  • #10
                    Conosco persone che allevano contemporaneamente levrieri e gatti siamesi... però il carattere del siamese è un po' per così dire "particolare"...
                    credo anche che comunque molto dipenda dal tipo di socializzazione.
                    Riguardo le capre... un neonato sicuramente si.. ma un adulto mi sembra tutto fuorchè un animale indifeso!!

                    Commenta


                    • #11
                      Ragazzi grazie per i vostri consigli e considerazioni !

                      Sono a conoscenza del fatto che il levriero e' un cane particolare e mi hanno detto che soprattutto i maschi possono essere un po' str... anche con il padrone. Inoltre come dice Nau, anche io avrei intenzione di prendere uno o piu' "rottamati" dai cinodromi (non so se il canile di Roma ne ha ancora da affidare) e quindi l'esemplare sarebbe gia' adulto,cioe' piu' difficile da gestire.

                      Per le caprette non so ancora se prendere le normali o quelle nane. Comunque le prendo sia perche' sono simpaticissime sia perche' mi servono da diserbanti viventi dato che ho 2 ettari di terra (20.000 metri quadri).
                      Pensavo di legarle agli ulivi con una bella corda lunga per far pulire loro tutta la zona intorno ad ogni singolo albero, e poi spostarle. Ho pero' paura che si possano incasinare con la corda e magari strozzarsi !

                      Da quel poco che so io gli Irish Wolfhound hanno un carattere migliore dei Greyhound. Oppure sono molto belli i Levrieri Russi ed ho scoperto che fra i rarissimi allevamenti italiani di questa razza addirittura 2 sono in Abruzzo ed uno di questi a 8 km. da me.
                      Pero' mi piacerebbe poter dare una casa,come ho scritto prima, ai rottamati dal cinodromo. Oltre al fatto che sono gratis...

                      A questo si aggiunga che dovro' prendere anche piu' gatti perche' ieri,durante le grandi pulizie degli ambienti, sono saltati fuori almeno 8 ratti che credo di aver identificato come Rattus Rattus (ratto dei tetti). Uno di questi l'ho catturato con la trappola a gabbia e l' ho liberato 100 metri piu' a valle. E' salito subito su un olivo (il che confermerebbe che si tratti di ratto dei tetti,con la propensione a salire insomma).

                      Aiutooooo..... che casino di animali che mi aspetta (e non ancora li ho detti tutti ). Paperelle,il mio numero smodato di tartarughe,pavoni,conigli,galline, etc.....

                      Oltre a dover imparare a guidare un trattore cingolato che credo rivernicero' blu metallizzato per dare un tocco di classe...

                      Marzio

                      Commenta


                      • #12
                        Se leghi le capre lo devi fare con una catena di ferro... altrimenti "tagliano la corda" in tutti i sensi!
                        io comunque non le legherei e anzi... proteggerei i tronchi deglòi ulivi... perchè rosicchiano pure quelli!
                        Riguardo i ratti... anche i norvegicus si arrampicano molto bene sugli alberi!

                        Commenta


                        • #13
                          Confermo anch'io: lascia perdere la corda e, come dice Simone, piuttosto fai un grande recinto e recinta anche i singoli alberi... ti assicuro che nulla di ciò che è vegetale ha scampo con le capre!!!

                          non so ancora se prendere le normali o quelle nane
                          Innanzitutto non esistono le capre "normali"! Ci sono decine e decine di razze anche molto diverse tra loro. Se vuoi ti posso descrivere 3 razze un po' particolari...?

                          P.S.: se t'interessano le anatre io avrei alcune Mute da vendere....
                          A te, FALLOMARMOCCHIO, che esasperi le retine col tuo usar "cmq", "nn" et similia, verrai esposto al pubblico ludibrio in adamitico paludamento et punito con millanta vergate!

                          Brutal Murder

                          Amici degli animali di Minitalia-Leolandia TI.MA.COM ONLUS

                          Commenta


                          • #14
                            Grazie per la dritta della catena !

                            Penso che i ratti non fossero i Norvegicus in quanto avevano una stazza media e non grande,erano grigio scuro/neri e la coda era piu' lunga del corpo mentre nei norvegicus dovrebbe essere piu' corta del corpo.
                            I norvegicus li "avevo" nel precedente sito di stabulazione delle tartarughe ed erano ben piu' grossi di quelli che ho visto ieri.
                            Nei pressi del sito stazionano ora dei gatti due dei quali non hanno nessun problema ad uccidere i norvegicus..... averli ora !

                            Me ne sono usciti 3 di colpo mentre stavo spostando un attrezzo agricolo che non so neanche a cosa serva. E dire che erano gia' alcuni minuti che ci stavo trafficando ed ero ormai convinto che li' non vi fossero....

                            Tra l'altro in una altra stalletta ho trovato un riccio in letargo,appallottolato. Dopo aver pulito tutto il resto della stanza dalle antiche deiezioni degli animali che vi erano stabulati,ho lasciato una parte cosi' come era,quella dove il riccio stava dormendo,in modo che possa terminare tranquillamente il suo letargo.

                            Marzio

                            Commenta


                            • #15
                              Leggo ora Seth.
                              Beh... ho detto "normali" da ignorante di questi animali.
                              Descrivimi senz' altro le tre razze particolari......

                              Le anatre mi potrebbero interessare ma non ora che sono in alto mare con la ristrutturazione della casa e fra poco con la sistemazione di TUTTE le mie tartarughe.....

                              Marzio

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X