annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

vocalizzazioni nel ratto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • vocalizzazioni nel ratto

    Ciao a tutti!
    Nell'ultima settimana o poco più uno dei miei ratti ha iniziato a produrre uno strano verso che prima non faceva e che non avevo mai sentito... sarebbe difficile da descrivere potrebbe quasi sembrare il tubare di un piccione escluderei che sia legato a problemi respiratori perchè lo fa solo ogni tanto e sempre da sveglio però non riuscirei a collegarlo a nessuna situazione particolare,premetto che sembrerebbe essere in salute e anche il comportamento è assolutamente normale ...l'altro ratto con cui convive non l'ha mai fatto e nemmeno il ratto che avevo precedentemente.
    come da titolo ero interessato a qualsiasi tipo di info sulla produzione di suoni e versi da parte dei ratti.
    grazie a tutti
    Matteo

    ps finora i versi che avevo sentito erano il digrignare o sbattere i denti...si insomma quello che dovrebbe essere una sorta di risata di soddisfazione da quanto ho capito documentandomi, più i soliti squitti classici di paura o dolore o minaccia magari quando si azzuffano...

  • #2
    E' una forma di tosse o rantolo respiratorio. Sembra una sorta di "Cuhcuhcuhcuhcuh" vero? E' una forma lieve di problema respiratorio probabilemte collegato sempre al Mycoplasma pulmonis. E' tipico che problemi del genere compaiano in autunno appena le temperature si abbassano. Se vuoi essere tranquillo fagli dare un occhio dal veterinario.

    Simone

    Commenta


    • #3
      paradossalmente non l'ha più fatto da quando ho scritto il post ma preferisco essere sicuro quindi credo che andrò dal vet,grazie! ma per curiosità la cura in cosa consisterebbe se fosse quello che dici tu?

      Commenta


      • #4
        Antibiotici

        Simone

        Commenta


        • #5
          non sapevo se riaprire un nuovo post...
          comunque settimane fa sono andato dal veterinario e mi ha prescritto l'antibiotico.Ho seguito questa cura per un mese ma non ha avuto effetto. Quindi successivamente cortisone e areosol! Il mio Pancho continua ad avere questo rantolo e non so cosa fare...ho un controllo veterinario settimana prossima ma sinceramente ormai sono poco fiducioso...
          per quanto mi addolori chiederlo volevo sapere se anche per i ratti come per altri pets si deve tenere in considerazione la soppressione...lui nn da segni di soffrire o stare male ma questo rantolo è abbastanza forte e anche oggi il veterinario ha tirato fuori discorsi come:"comunque hanno una vita breve ed il tuo è già abbastanzanza vecchiotto"...ma alla fine ha solo 1 anno e 8 mesi (è un dumbo black irish che mi desti tu Simone)...non so bene cosa devo fare...

          Commenta


          • #6
            io ho avuto delle ratte di 5 anni e mezzo che per metà della loro vita hanno rantolato e malgrado le cure continuavano a farlo. se non soffre non sopprimerlo.

            Commenta


            • #7
              I problemi respiratori tendono a cronicizzare spesso, bisogna tenere sotto controllo il ratto. Finchè la qualità di vita non diventa scadente non vedo perchè parlare di eutanasia.

              Commenta


              • #8
                Esattamente, se l'animale si limita a tossicchiare, ma è ben in carne, senza secrezioni porfiriniche attorno agli occhi ed è normalmente attivo, non c'è nessun bisogno di mettere fine alla sua vita. Ci sono ratti che riescono a tenere sotto controllo il micoplasma per ben più che 20 mesi. Tienilo in una stanza calda, fai in modo che abbia sempre un nio di pile in cui dormire e cura l'alimentazione. Al limite fai dei cicli di Echinacea pediatrica per bocca (una settimana al mese, tre gocce al giorno su un biscotto) e vedrai che se la caverà benone.
                Simone

                Commenta


                • #9
                  a me il veterinario consigliò di fornire mezzo cubetto di cioccolato fondente a ratto una volta ogni 10/15 giorni, oltre ad un rimedio omeopatico chiamato R1 e un po' di aceto di mele disciolto in acqua.
                  a parte il respiro rumoroso sono campate bene e a lungo e tutt'ora compro il cioccolato 1 volta al mese da dividere tra i ratti mentre l'aceto di mele lo do un po a tutti indiscriminatamente!

                  Commenta


                  • #10
                    perfetto!!! in realtà lui sta bene non ha perso peso (anzi),le feci sono normali e non ha ne secrezioni ne starnuti...semplicemente non capivo se questo rumore che fa respirando fosse una sofferenza per lui ma se mi dite così mi rassereno. adesso continuo a seguire le indicazioni del veterinario...e seguirò tutti i vostri consigli,grazie!

                    Commenta


                    • #11
                      Tranquillo che se è in peso e lucido, un pò di tossetta, uno starnutino ogni tanto o qualche click non è così allarmante. Potrebbe anche sparire in modo autunomo, tra qualche mese. Vai di cioccolato (senza esagerare!) e supplementalo con echinacea una decina di giorni al mese, se trovi quella pediatrica in sciroppo aromatizzato ai frutti di bosco, piace così tanto che te la leccano anche dalla pipetta, senza biscotto! Comincia a preoccuparti solo se:

                      1-Perde peso bruscamente
                      2-Vedi gli occhi incrostati di lacrime rosse
                      3-Mostra sintomi seri di problemi polmonari: pelo arruffato sulla schena, rantolo profondo, stazione inarcata (tiene la groppa molto arcuata)
                      Le mie linee hanno un'età media massima che sta sui tre anni, direi che puoi goderti la sua amicizia per un altro pò

                      Simone

                      Commenta


                      • #12
                        mi avete proprio rasserenato!
                        speriamo e grazie ancora!

                        Commenta


                        • #13
                          Salve.

                          Per non riaprire un altro topic scrivo qui.

                          Ho un topo(Mus musculus) con lo stesso problema di rantoli che vive con altri 4 topi(da pasto).
                          Il pelo comunque è lucido e gli occhi normali e li tiene ben aperti e ha una posizione normale. Li emette solo quando annusa.

                          Questa Domenica avevo pensato di darlo in pasto in modo da non far trasmettere la cosa agli altri topi che apparentemente sono sani.

                          Se il serpente lo mangia potrebbe trasmettersi qualcosa?

                          Domani dovrei mettere questi topi fuori all'esterno perchè in casa la puzza si fa sentire.
                          Sono in una gabbia con le sbarre(35x25x15h cm.) e vorrei mettere questa gabbia in uno scatolo di cartone che la protegga.
                          Lo scatolo la coprirebbe tutto intorno fino a metà altezza(x non far cadere il substrato per terra) e poi anche sopra solo nella zona dove c'è la loro tana(uno scatolo di cartone per lo zucchero riempito di fili di juta),lasciando l'altro lato scoperto per un buon ricircolo dell'aria.

                          Il problema è destinato a peggiorare ed è meglio che li tenga ancora un po' dentro casa(ho anche una femmina incinta)?

                          Magari li posso mettere fuori dopo aver dato in pasto il topo che rantola?

                          Il cioccolato posso darlo anche a loro che sono topi DA PASTO?

                          Se si,in che dosi e ogni quanto?

                          Grazie

                          Commenta


                          • #14
                            Dunque, il topo sofferente può essere dato al serpente, anche se non è mai una buona pratica usare animali ammalati per nutrire i rettili, SE i rantoli sono dovuti Micoplasma pulmonis, questo batterio non si trasmette ai rettili.

                            Spostarli all'aperto con un'escursione termica non è per niente una buona idea. Il micoplasma infetta tutti gli individui, se avviene uno stress termico, è probabile che altri animali comincino a sternutire e rantolare.

                            Il cioccolato nei topolini non l'ho mai usato, solo con i ratti, non so se abbia tossicità.
                            Simone

                            Commenta


                            • #15
                              Grazie per la risposta.

                              Dunque, il topo sofferente può essere dato al serpente, anche se non è mai una buona pratica usare animali ammalati per nutrire i rettili, SE i rantoli sono dovuti Micoplasma pulmonis, questo batterio non si trasmette ai rettili.
                              E c'è qualche modo per sapere se è Microplasma o no?
                              perchè non mi conviene portarlo da 1 veterinario,dato che lo devo dare in pasto e l'ho pagato 2€.

                              Spostarli all'aperto con un'escursione termica non è per niente una buona idea. Il micoplasma infetta tutti gli individui, se avviene uno stress termico, è probabile che altri animali comincino a sternutire e rantolare.
                              E dopo aver dato in pasto il topo che rantola posso metterli fuori?

                              Magari è meglio che separo il topo dagli altri già da ora?

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X