annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

psittacosi?

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • psittacosi?

    ieri ho preso un calopsite di 31gg allevato a mano da finire di svezzare, che sembra stare bene, mangia ecc, poi guardando un po in internet ho visto che ce questa malattia che può essere presa da tutti i pappagalli e si passa all'uomo.. dovrei fare qualcosa o non ce di che preoccuparsi?

  • #2
    La psittacosi, sinonimo di psittacornitosi, è una malattia infettiva, causata da Chlamydophila psittaci, generalmente trasmessa da uccelli (piccioni, pappagalli e altri volatili) all'uomo.
    Si manifesta con febbre continua o subcontinua, stato tifoso, segni neurologici e con una broncopolmonite desquamativa ed emorragica.

    La trasmissione della malattia è sia verticale che orizzontale. La clamidia viene di solito eliminata nelle feci degli animali infetti che, se lasciate nell’ambiente, una volta seccate possono disperdersi attraverso la circolazione dell’aria favorendo la diffusione del contagio per via aerogena.

    I primi sintomi delle malattia compaiono dopo un periodo di incubazione di 5 -14 giorni, che in alcuni casi può arrivare anche a quattro settimane.
    Le manifestazioni iniziali sistemiche sono aspecifiche: febbre, brividi, cefalea, mialgie, tosse secca con un quadro di interessamento del tratto respiratorio superiore. Rara evidenza clinica di consolidamento polmonare che viene in genere evidenziato solo radiologicamente. La malattia può interessare organi non appartenenti alle vie respiratorie quali: fegato, miocardio, cute, encefalo ed altre sedi. La tosse, non sempre presente, è solitamente tardiva, non produttiva e con scarso espettorato mucopurulento. Talvolta possono comparire, battito cardiaco rallentato, splenomegalia e dolore toracico mentre miocardite, encefalite e tromboflebite possono verificarsi come complicazioni o recidive.

    La prevenzione della malattia nei volatili si basa in generale su misure igieniche.

    questo è quello che ho trovato grazie a google!

    Marco

    Commenta


    • #3
      E' possibile fare effettuare un test per la posivitità alla Chlamydia sui pappagalli. Il test è incruento, si tratta di un tampone cloacale, e consigliabile soprattuto se l'animale è tenuto come pet oppure se in casa ci sono persone con problemi al sistema immunitario. Il test va ripetuto perchè l'animale potrebbe non aver espulso il parassita durante il primo tampone, quindi la possibilità di un falso negativo con un solo tampone è alta. Un veterinario aviare è in grado di consigliarti di sicuro.
      Simone

      Commenta


      Sto operando...
      X