annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consigli per allestimento piccolo acquario/paludario

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consigli per allestimento piccolo acquario/paludario

    Salve, non so se mi trovo nella sezione giusta ma visto che siamo in un forum che spazia dall'allevamento degli anfibi a quello dei pesci posto qui, nei giorni scorsi scendendo rovistando in cantina di mia madre ho ritrovato un acquario di circa 60 litri (61,5 cm di lunghezza, 34 cm larghezza 30 cm lunghezza) costruito non so quanti anni fa da mio nonno per mia nonna (colei che mi ha avvicinato al mondo degli animali), visto che ricordo che loro ci tenevano molto a questa vasca (sono venuti a mancare pi di 20 anni fa quindi non ricordo assolutamente cosa ci tenevano) mi piacerebbe farlo "rivivere" a casa mia...
    premettendo che non sono molto interessato all'allevamento dei pesci (ho gi una vasca grande con gli scalari) e che sono indeciso se allestire un acquario (magari per piccoli invertebrati cardine o simili), un paludario (magari per cynops o altri anfibi facili) oppure un nano reef (ma credo che le dimensioni non siano adatte) oppure boh qualcosa di cui non sono a conoscenza ma che potete consigliarmi... le uniche cose che so che vorrei una cosa "scenografica" quindi molto piantumato e con animali/piante facilmente riproducibili (la mia parte preferita dell'allevamento appunto la riproduzione)...
    In pi voglio precisare che si deve trattare di un progetto a lungo termine per cui voglio spenderci e lavorarci un tot alla settimana (in modo che diciamo non mi accorga di spendere tanto tutto in una sola volta )... quindi iniziare dalla ristrutturazione, per poi passare alla piantumazione ed infine all'acquisto degli animali... ma meglio che inizi a pensarci da adesso...
    in pi mi serve un consiglio tecnico essendo l'acquario in ferro battuto (la parte esterna che "unisce" i vetri) con quale tipo di vernice mi consigliate di riverniciarlo?

    Sbizzarritevi e grazie mille per le future risposte... (se riesco posto le foto ad ogni passaggio)

  • #2
    non ho capito come fatto, posti una foto?
    va bene per delle caridina davidi, puoi fare dei bellissimi allestimenti molto scenografici

    Commenta


    • #3
      Ciao. La prima cosa da fare verificare la tenuta della vasca. Se si tratta di un contenitore vuoto da ormai 20 anni, possibile che i tiranti in ferro battuto e le giunzioni in silicone (se presenti) si siano irrimediabilmente rovinate; pulisci la vasca con acqua tiepida e varechina, risciacqua, e prova a riempire l'acquario come se fosse il vero allestimento, lasciando l'acqua in sede per almeno 48 ore. Se perde, devi individuare il punto di cedimento e provvedere alla riparazione.
      Comunque complimenti, simili vasche "d'epoca" ormai non si trovano pi, e se fosse in buone condizioni, potresti realizzare un allestimento molto interessante.

      Commenta


      • #4
        A Bowser... avevo intenzione di postare una foto sta sera ma mi passato completamente dalla testa vediamo domani...
        comunque hai ragione per le cardine ad erpisa c'era una sorta di premiazione della miglior cardina e ce ne erano fantastiche

        A Cardisomacarnifex; rivedendola meglio mi sa che ci dovrei lavorare un po' sopra il silicone completamente da rifare, i vetri sono sporchissimi e sembrano anche "molto" graffiati provo prima a pulirli per bene ma mi sa che devo cambiarli..
        comunque grazie per l'aiuto e per i complimenti

        - - - Updated - - -

        ah dimenticavo per quanto riguarda i futuri ospiti mi sa che devo abbandonare l'idea dei Cynops... a casa mia fa troppo caldo anche in cantina (credo che la temperatura si abbassi di poco dato che semi interrata)... non si potrebbe comunque allestire un terracquario con una parte emersa piccolissima con sole piante e la restante parte sommersa con le cardine o simile?
        Oppure non c' un'altra specie non so qualche crostaceo terreste per la parte emersa?

        Commenta


        • #5
          la parte emersa per le caridine a che servirebbe?? puoi provare le bombine ma dipende comunque dalla temperatura... che temperature hai nel periodo pi caldo?? puoi mettere anche un pleurodeles e fare una parte emersa con un legno e del muschio

          Commenta


          • #6
            La parte emersa la metterei magari solo per "bellezza" un paio di piante e basta... come dicevo credo che gli anfibi a casa mia non ci stiano bene visto che in alcune ore della giornata si arriva anche a 31 gradi... dovrei vedere la temperatura in cantina

            Commenta


            • #7
              Troppo caldo per gli Anfibi, opta per altro.

              Commenta


              • #8
                ci sarebbero i geosesarma, alle caridina se la parte acquatica buona come dimensioni non fa differenza una zona emersa, se ti piace puoi farla

                Commenta


                • #9
                  I Geosesarma sarebbe meglio allevarli in terracquario.

                  Commenta


                  • #10
                    Infatti sto vedendo che per gli anfibi non cosa... ho visto solo con gli urodeli ma non ci sono manco rane/rospi che sopportano queste temperature?

                    - - - Updated - - -

                    AZZ bellissi i Geosesarma!!! (Se non erro li ho visti ad Erpisa) inizio a documentarmi un po' su di loro

                    Commenta


                    • #11
                      Andrea, ha detto che gli piacerebbe un terracquario

                      Commenta


                      • #12
                        comunque scarto tutte le altre opzioni ed opto o per un terracquario con i Geosesarma o un acquario con cardine (al dire il vero penso di farli entrambi in futuro li sto studiando un po' ed iniziano ad affascinarmi 'sti crostacei... ma dalle varie discussioni che leggo vedo che c' chi utilizza terrari per i Geosesarma chi acquari e leggo che nel secondo caso alcuni forano i vetri ed altri no... mentre che nemmeno le cardine resistono a temperature alte ma mi sembra un po' strano perch un mio vicino di casa, quindi con le stesse temperature, le ha tenute per anni nel classico acquario allestito alla c.... di cane fino a quando non si stufato e ha tolto tutto

                        Commenta


                        • #13
                          I Geosesarma sono granchi quasi completamente terrestri, che si immergono in acqua solo per brevi periodi (es. per fare la muta). La teca ideale per loro dovrebbe essere per almeno il 70% terrestre, riempita con terriccio, rami, foglie secche, e per il restante 30% acquatica, con pura acqua dolce. Puoi anche usare un acquario per alloggiarli, ma lo devi modificare a terracquario isolando la zona acquatica da quella terrestre con una lastra di vetro siliconata.

                          Commenta


                          • #14
                            Se solo per la separazione non c' problema dato che gi ero preparato a farlo per i Cynops (che per i motivi che conosci non posso tenere)... non riesco a trovare schede sui Geosesarma qualche consiglio? sono reperibili facilmente? e non riesco a capire manco se siano "tosti" o meno... Comunque mi sto anche innamorando del mondo delle cardine ma vedo che si possono creare anche "micro acquari"/fauna box con le cardine quindi magari mi posso togliere lo "sfizio" per entrambi (ma restano facili da allevare anche in un mini ambiente?)...

                            Comunque l'acquario del nonno ancora a casa di mia madre che visto che non era abbastanza maltrattato ha avuto la bellissima idea di utilizzarlo come contenitore per "cose" devo andare a prenderlo al pi presto altrimenti lo distrugge

                            Commenta


                            • #15
                              http://www.panzerwelten.de/forum/forum-53.html
                              sono abbastanza delicati

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X