annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

cozze d'acqua dolce??

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • cozze d'acqua dolce??

    salve,ho sentito dire che esistono cozze d'acqua dolce...le domande sono:

    1)dove si prendono??
    2)come le posso allevare??

  • #2
    io le ho prese in un normalissimo negozio di pesci, ordinandole e le ho messe nel laghetto

    Commenta


    • #3
      Quelle che dice rikys95 non sono le comuni Anodonta cygnea, ma cozze asiatiche tropicali del genere Phylsbrioconcha (credo si scriva cos!), adatte solo ad un acquario riscaldato.

      Occhio che si interrano nel fondo (che deve essere spesso almeno 5 cm) spostandosi spesso, inoltre necessitano di un'alimentazione mirata con fitoplancton, perch le sole sostanze organiche disciolte nell'acqua dell'acquario non bastano.

      Commenta


      • #4
        ah pensavo quelle "nostrane"...

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da combo Visualizza il messaggio
          ah pensavo quelle "nostrane"...
          Spesso quelle vendute nei negozi sono proprio quelle nostrane o specie dell'est europa o russe asiatiche non tropicali per cui in laghetto ci sguazzano ma in acquario tropicale vanno miseramente a morire. Alcune poi crescono tantissimo. Ci sono specie che arrivano a 20 cm. per cui se non si conosce esattamente la specie e la sua origine direi che e' meglio non comprarle. Senza contare che sono animali prelevati in natura e spesso carichi di patogeni per cui si mette a rischio la vita di eventuali pesci.

          Ciao Enrico

          Commenta


          • #6
            io che fossero catturate non ci avevo minimamente pensato, ho visto che nel negozio le tenevano nel laghetto con le koi quindi ho pensato di poterlo fare anche io.
            comunque si sono anche riprodotte anche se si attestavano sui 15 cm da adulte.

            Commenta


            • #7
              vi sfato un mito,le cozze d'acqua dolce in realt sono volgole!
              dalle miei parti i laghi ne sono infestati e d'estate quando il livello cala si trovano anche a secco nella melma.hanno molti pregi come filtratori e purificatori,anche se la fama esagerata, ma hanno anche 2 difetti,se muoiono rilasciano in breve tempo tutte le sostanze,anche tossiche, accumulate,cosa pericolosa in piccoli ambienti come acquari e piccoli laghetti.secondo,dopo la schiusa delle uova le vongoline appena nate vivono come parassiti dei pesci,nuotano in verticale nello specchio d'acqua e se incontrano nel tragitto un pesce,si attaccano ad esso con un specie di chela,causando alle volte problemi al pesce

              Commenta


              • #8
                grazie!! grazie che mi avete risposti in tanti!!:roben:

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Yuri Visualizza il messaggio
                  secondo,dopo la schiusa delle uova le vongoline appena nate vivono come parassiti dei pesci
                  Quelle che descrivi sono alcune specie di Unio. La fase larvale si chiama glochidia.

                  Ciao Enrico

                  Commenta


                  • #10
                    Yuri, sfato te . Da noi le specie di molluschi bivalvi autoctoni sono le "cozze" d'acqua dolce del genere Unio (famiglia Unionidae), come Unio mancus, che si riproducono generando larve natanti parassite chiamate glochdi, le qualitrascorrono le prime settimane di vita attaccate alle branchie e alle pinne dei pesci.

                    Ci sono poi Unionidi alloctoni, come Anodonta cygnea, che per da noi sono molto comuni, pi di Unio spp.

                    Entrambe le specie sono volgarmetne chiamate "cozze", in virt della loro somiglianza con i veri mitili marini.

                    C' poi una specie alloctona di "vongola", Dreissena polymorpha, originaria del nord-america e arrivata tramite le acque di zavorra delle navi mercantili. E' molto prolifica e effettivamente ha invaso molti corsi d'acqua nostrani, e anche in America in certe zone una piaga.

                    Infine, l'ultima arrivata, Corbicula fluiminea, della famiglia Corbiculidae, anch'essa volgarmente chiamata "vongola". E' originaria del sud est Asiatico, in climi tropicali e subtropicali, ma come il gambero rosso della Louisiana molto adattabile, e da noi sverna senza problemi. A differenza delle altre vivipara, e per questo potenzialmente infestante.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da cardisomacarnifex Visualizza il messaggio
                      Yuri, sfato te . Da noi le specie di molluschi bivalvi autoctoni sono le "cozze" d'acqua dolce del genere Unio (famiglia Unionidae), come Unio mancus, che si riproducono generando larve natanti parassite chiamate glochdi, le qualitrascorrono le prime settimane di vita attaccate alle branchie e alle pinne dei pesci.

                      Ci sono poi Unionidi alloctoni, come Anodonta cygnea, che per da noi sono molto comuni, pi di Unio spp.

                      Entrambe le specie sono volgarmetne chiamate "cozze", in virt della loro somiglianza con i veri mitili marini.

                      C' poi una specie alloctona di "vongola", Dreissena polymorpha, originaria del nord-america e arrivata tramite le acque di zavorra delle navi mercantili. E' molto prolifica e effettivamente ha invaso molti corsi d'acqua nostrani, e anche in America in certe zone una piaga.

                      Infine, l'ultima arrivata, Corbicula fluiminea, della famiglia Corbiculidae, anch'essa volgarmente chiamata "vongola". E' originaria del sud est Asiatico, in climi tropicali e subtropicali, ma come il gambero rosso della Louisiana molto adattabile, e da noi sverna senza problemi. A differenza delle altre vivipara, e per questo potenzialmente infestante.
                      si ma le cozze sono molluschi filtratori e normalmente fissati alla roccia tramite i bissi,le vongole invece sono fossorie e scavano per mezzo del piede;le anodonta e le unio sono fossorie e scavano con il piede,anche se il colore(ma non la forma)possono ricordare una cozza...

                      Commenta


                      • #12
                        Tecnicamente sono pi "telline" che non vongole o cozze....

                        Commenta


                        • #13
                          Certo certo; infatti le diciture "cozza d'acqua dolce" e "vongole d'acqua dolce" sono nomi puramente volgari, assolutamente privi di validit tassonomica.

                          Per effettivametne il nome comune dell'Anodonta cozza d'acqua dolce oppure "becco d'anatra", mentre quello della corbicula e della dreissena di "vongola d'acqua dolce".

                          Ma dal punto di vista sistematico non hanno assolutamente nulla da spartire con i veri mitili e le vere vongole.

                          Commenta


                          • #14
                            riuppo qiesta vecchia discussione, ho preso delle cosidette cozze d'acqua dolce da naturaviva, sono quelle che arrivano dall'est europa. Mi preoccupava questa cosa delle larve che si attaccano ai pesci, ma possono causare seri problemi a piccoli pesci come le gambusie? e alle tartarughe?

                            Commenta


                            • #15
                              Alle tartarughe non credo proprio, forse in spazi confinato potrebbero danneggiare i pesci attaccandosi in massa.

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X