annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

aiuto diatomee

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • aiuto diatomee

    ho allestito da 3 mesi circa un acquario marino da 220 litri ho un filtro biologico da qualche settimana si sta riempendo di alghe marroni penso siano diatomee mi hanno infestato l'acquario come posso mandarle via?ho all'interno due pesci pagliacci e due gamberetti e un corallo xenia.Do al giorno dalle otto ore alle dieci ore di luce.
    help come posso liberamene ?

  • #2
    Ciao Amdy, servirebbero anche altre indicazioni.

    I valori di condttività della tua acqua.
    Che acqua usi e come la tratti.
    I rabocchi con che tipo di acqua li fai.
    Che substrato usi.

    Al contrario potremo aprire un lungo tema su queste unicellulari ma che senza tue indicazioni sul mantenimento della vasca non ti porterebbo ad alcun risultato positivo.
    Per accertare che siano diatomee, se ne hai il dubbio posta una foto.
    Si presentano come colorazione a volte anche con la presenza di filamenti su decori e piante.

    Ad ogni modo non allarmarti perchè l'acquario non ti sta muorendo. Sta passando una fase di stabilizzazione. Di solito le diatomee regrediscono nell'arco di alcuni mesi, si può anche accelerare la loro regressione ma seguendo alcuni accorgimenti.
    Ultima modifica di ReptilesKeeper; 24-11-2011, 16:08. Motivo: errori ortografici

    Commenta


    • #3
      non sono molto pratico, ho fatto i rabbocchi con acqua del rubinetto, però ho portato l'acqua dal negoziante dove mi fornisco per fare i test e mi ha detto che era tutto apposto gliela porto una volta ogni due settimane.
      Mi si son colorate tutte le rocce di questo marroncino anche la sabbia e un pò anche i vetri non vedo filamenti ma sulla sabbia crea uno strato .
      ho tre neon ,i pesci stanno bene e anche il corallo, vorrei aggiungere dei pesci ma non so se aspettare inserirli
      ho della sabbia corallina due pompe movimento.
      grazie in anticipo
      Ultima modifica di Amdy; 24-11-2011, 19:07.

      Commenta


      • #4
        queste sono le foto
        File allegati

        Commenta


        • #5
          Ciao Amdy, e benvenuto. Dovresti completare correttamente il profilo, come da regolamento: Italia non è una località ammessa.

          Il primo consiglio, categorico, che ti dò è questo: cambia negoziante ! E' evidente o che non sa cosa fa, oppure che vuole approfittare della tua inesperienza. Andiamo per ordine....

          ho un filtro biologico
          Erroraccio. SArebbe lungo spiegare tutto qui (ti consiglio il libro "ABC dell'acquario marino di barriera" di Alessandro Rovero), comunque riassumendo il filtro biologico nel marino diventa un produttore di nitrati, che invece si vogliono tenere il più bassi possibile. Quindi toglilo, e sostituiscilo con delle rocce vive, vale a dire rocce prelevate dai mari tropicali (si comprano nei negozi).

          Dalle foto la sabbia mi sembra grossolana, ed è un altro errore, perché diventa un ricettacolo di feci e di sporco, che producono ancora nitrati e fosfati. La sabbia fine invece è benefica se non troppo alta, perché non cattura lo sporco, è il naturale rifugio di tanti detritivori, ed ha anche una bella resa estetica. Secondo me la dovresti cambiare.

          Do al giorno dalle otto ore alle dieci ore di luce.
          Anche questo non va tanto bene, la luce dovrebbe essere costante ogni giorni, cioè sempre lo stesso fotoperiodo (10 - 12 ore al giornio9 per tutto l'anno.

          ho fatto i rabbocchi con acqua del rubinetto
          Vanno fatti tassativamente con acqua di osmosi.

          Aspetta ovviamente a mettere altri pesci, anche perché hai già due pagliacci, aspetta che si sia ristabilito un equilibrio. Comunque segui i miei consigli che sono tratti dall'esperienza e dalle conoscenze attuali di acquariofilia marina, se continui col metodo del negoziante alla lunga perderai la vasca.

          Potrei sapere wattaggio, marca e colore dei neon?
          Ultima modifica di cardisomacarnifex; 25-11-2011, 11:15.

          Commenta


          • #6
            i neon sono tre di cui uno blu è della marine glo 30w invece gli altri sono della power glo 30w bianchi

            Commenta


            • #7
              cioè tolgo tutto il filtro e la roba che c'è dentro carbone,canolicchi ecc...e aggiungo delle rocce vive ma senza nessun materiale filtrante ?
              grazie dei consigli

              Commenta


              • #8
                Il materiale filtrante SONO proprio le rocce vive, che vanno a sostituire, in modo più efficiente e naturale, il filtro biologico, ormai obsoleto nel marino.

                I neon sono di tipo T8 o T5? (dovrebbe essere scritto sul tubo o sulla scatola).

                Prendi quel libriccino, ti sarà fondamentale.

                Commenta


                • #9
                  E si, dalle foto sono diatomee.
                  L'acqua devi raboccarla d'osmodi pura, senza aggiunta di sale. Rabboccarla d'osmosi non salina e in percentuale blanda ondevitare di diluire troppo loa salinità presente in vasca, e mai del rubinetto che avendo un eccessiva conduttività in questo momento non può che peggiorare la situazione. Non raboccare acqua con sale sciolto quindi marina altrimenti aumenti la salinità di quella gia presente in acquario, infatti l'acqua che evapora, non si porta via sali, minerali ed altre sostanze presenti in essa. L'acqua marina la devi usare solo quando fai il cambio dell'acqua parziale o totale. Le diatomee si nutrono di silicati e l'unico modo per debellarli o prevenirne la comparsa è ridurre il rapporto di silicio in acqua sia durante l'allestimento dell'acquario che nei rabocchi e cambi totali.
                  Cambiando filtro aiuti a migliorare la situazione anche perchè ormai è infestato, ma di certo non la debelli.

                  Ormai ce le hai. L'unica non è comunque eliminarle con metodo repentino ma piano e senza correre, altrimenti potresti lasciare spazio a cianobatteri (altre alghe). Il mio consiglio invece è di ridurre il fotoperiodo a otto ore fissi, questo per iniziare a fornire meno luce alle diatomee. Sifonare spesso lasciando il fondo pulito.

                  Ricapitolando, riduci il fotoperiodo a 8 ore, non eccedere con il cibo per i pesci, il filtro puoi anche levarlo ma per me la causa non è lui tant'è vero che le diatomee in un reef io le ho avute anche senza filtro e la colpa era imputabile del tutto alla sabbia di quarzo proprio per la presenza di silicio che conteneva per il 99%.
                  Inizi con cambi d'acqua d'osmosi salina per metà vasca ogni settimana.
                  Ultima modifica di ReptilesKeeper; 25-11-2011, 13:01.

                  Commenta


                  • #10
                    grazie per i consigli domani faccio un cambio d'acqua salina di 20 \30 litri può andare bene per iniziare?

                    Commenta


                    • #11
                      Il mio consiglio invece è di ridurre il fotoperiodo a otto ore fissi, questo per iniziare a fornire meno luce alle diatomee. Sifonare spesso lasciando il fondo pulito.
                      Le diatomee per fortuna non sono infestanti, si nutrono soprattutto di silicati, una volta finiti regrediscono spontaneamente. Quel tipo di fondo andrebbe proprio eliminato del tutto, nell'acquario marino il sifone non si usa.

                      Inizi con cambi d'acqua d'osmosi salina per metà vasca ogni settimana.
                      Ma stiamo scherzando?! Reptiles non dare consigli dissennati per favore! Se cambia l'acqua, introduce altri nutrienti per le diatomee! Durante la maturazione, che evidentemente in questo acquario è ancora in corso, NON si fa nessun cambio, il primo cambio si fa dopo uno o due mesi dall'avvio. In questo caso c'è da aspettare almeno un mese a partire da oggi, e nel frattempo levare quel filtro biologico che è solo un trappolone inutile.

                      Amdy, non devi fare nulla di nulla, se non dosare attentamente il cibo per i pesci, togliere quel fondo e il filtro biologico, aggiungere altre rocce veramente vive, e aspettare. Il fotoperiodo deve stare a 10 ore, ormai l'acquario è avviato, 8 ore sono troppo poche per i processi biochimici di un aquario marino. Non mi hai ancora detto se i neon sono T5 o T8, se sono T8 il parco lampade mi sembra carente per gli invertebrati sessili......

                      Commenta


                      • #12
                        @cardisomacarnifex


                        Non mi trovo per niente d'accordo su quanto indicato da te e lo trovo errato, per il semplice motivo che io le ho eliminate così e ben due volte a distanza di anni.

                        A parte che all'inizio le diatomee spesso si possono presentare, e regredire da sole. Gli stai indicando di cambiare il filtro che non c'entra una cippa! Continuatela te la discussione, che proprio sulle diatomee credimi, non volermente, non accetto nessun tipo di lezione perchè le ho debellate non solo nei miei acquari, anche in quelli di altre persone e non tramite un forum dai...

                        Ho letto troppe scorrettezze basta.
                        Ultima modifica di ReptilesKeeper; 27-11-2011, 14:51.

                        Commenta


                        • #13
                          Potresti cortesemente indicarmi un testo, o un articolo scientifico, dove si parla di usare il filtro biologico nell'acquario marino? Un testo che sia aggiornato ovviamente, non scritto 20 anni fa. Quello che ho consigliato ad amdy è frutto di anni di esperienza in acquariofilia marina, lettura di testi e articoli, frequentazione di negozi competenti, aggiornamento e scambio di opinione con altri acquriofili. Vale per gestire correttamente e in maniera moderna un acquario marino di barriera, diatomee o non diatomee. Un filtro biologico coi mesi diventerà un produttore di nitrati, vale a dire una fonte inesauribile di alghe e cianobatteri, oltre ovviamente di condizioni ambientali incompatibili per la vita di invertebrati e anche pesci.

                          Non sono io che devo darti lezioni, sei tu che devi imparare un po' di umiltà e aggiornarti, e accettare lo scambio di opinioni.

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da cardisomacarnifex Visualizza il messaggio
                            Potresti cortesemente indicarmi un testo, o un articolo scientifico, dove si parla di usare il filtro biologico nell'acquario marino? Un testo che sia aggiornato ovviamente, non scritto 20 anni fa. Quello che ho consigliato ad amdy è frutto di anni di esperienza in acquariofilia marina, lettura di testi e articoli, frequentazione di negozi competenti, aggiornamento e scambio di opinione con altri acquriofili. Vale per gestire correttamente e in maniera moderna un acquario marino di barriera, diatomee o non diatomee. Un filtro biologico coi mesi diventerà un produttore di nitrati, vale a dire una fonte inesauribile di alghe e cianobatteri, oltre ovviamente di condizioni ambientali incompatibili per la vita di invertebrati e anche pesci.

                            Non sono io che devo darti lezioni, sei tu che devi imparare un po' di umiltà e aggiornarti, e accettare lo scambio di opinioni.

                            Ma dai, ma quale testo... ma cosa credi, che io vadi su google a leggere cagate di internet. Ma quale testo vuoi? Non troverai mai miei scritti (su qualsiasi sezione) online, vengono tutte per mia esperienza caro amico. Evidentemente le nostre esperienze, in questo caso, sono diverse, e quindi vanno in discordia, ma non puoi permetterti di dire che io scriva insensatamente. Ma scusa ma come ti permetti? Non l'hai neanche praticato il mio operato e io si. Ho eliminato diverse volte diatomee da vari acquari. Ti ripeto, A mio parere, il tuo consiglio non è corretto perchè le cause non vengono da quelle da te indicate. In secundus, se nonb sai qualcosa, per favore, non è perchè moderi allora devi obbligatoriamente insistere cercando di scavalcare o denigrare le esperienze e pregi altrui su certe cose che risolvibili a mio parere come spiegato, sarebbero irrisolvibili come hai spiegato. Ho gestito per otto anni un 250 litri marino, e un 900 litri per 6 anni, arrivi te, e mi dici che dico cose insensate., Ma stai scherzando spero. Via su, siamo seri, asteniamoci, che nessuno ci punta la pistola in testa per offendere gli altri, tutt'al piu nel dubbio e con buonsenso ci si sta fermi senza toccare la tastiera.

                            OT
                            Ritornando ad una vecchia discussione cardisomacarnifex, l'ampullaria si sta mangiando tutto il pratino. E qui mi fermo e non ti dico altro.

                            Commenta


                            • #15
                              Ritornando ad una vecchia discussione cardisomacarnifex, l'ampullaria si sta mangiando tutto il pratino. E qui mi fermo e non ti dico altro.
                              Non ho mai detto di avere la bacchetta magica, di solito le Ampullarie le piante non le mangiano, ma moltissimi fattori imprevedibili possono far si che le mangino. Anche le neritine sono considerate innocue, le mie però mangiavano di gusto sempre e solo la felce di Giava.

                              Qualunque testo di acquariofilia scritto negli ultimi 10 anni sconsiglia l'uso del filtro biologico in acquari marini di barriera, un motivo ci sarà, o no?

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X