annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consiglio per Bombine Orientalis

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consiglio per Bombine Orientalis

    Ciao a tutti! Ho recuperato un terrario che inizialmente pensavo di adibire all'allevamento di gechi, ma poi nella sezione apposita ho capito non essere adeguato ed ho pensato che però poteva forse non andare sprecato ed essere usato per le bombine (è un pò che penso anche a loro!). Però avevo due dubbi su questo.
    Il terrario in questione è un vecchio REPTILE CRYSTAL 60x30 di base con una altezza di 35 e la possibilità di creare, visto il fondo chiuso, una vasca con una profondità di 10 cm (anche se essendo vecchio pensavo di non riempirlo direttamente ma di mettere una scatola all'interno facilmente rimovibile per la pulizia). Quante bombine potrei mettere in un terrario di questa grandezza? Due? Tre?
    L'altro dubbio era sul fatto che laterarlmente ha due pareti in plastica e rete finissima e sopra aveva una rete molto grossa, che però io ho sostituito con una rete fine. Può essere adatto? Posto anche 3 foto del terrario in questione. Grazie fin da subito per le risposte!!

    AlecClicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   DSC_0803.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 90.0 KB 
ID: 2031855Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   DSC_0800.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 93.1 KB 
ID: 2031856Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   DSC_0801.jpg 
Visite: 2 
Dimensione: 94.6 KB 
ID: 2031857

    Ps. So che sono delle maghe in fatto di fughe e pensavo di chiudere i buchi delle chiusure a ghigliottina del coperchio con un pezzo di legno o spugna...se avete consigli anche per quello..grazie ancora!

  • #2
    Secondo me 3-4 esemplari ci stanno bene. Se non perde acqua dalle siliconature potresti riempirlo direttamente e adagiare sul fondo un piccolo filtro a pompa da acquari, in modo da mantenere condizioni più igieniche all'interno. dopo abbondi con rami, talee di photos e qualche pietra così anche se vogliono stare all'asciutto ne hanno possibilità.

    personalmente ho fatto così, senza il filtro invece non saprei dirti il numero di esemplari adatto a non trasformare il substrato in un letamaio.

    Un consiglio: attenzione a fori, fessure ecc. hanno una capacità di fuga incredibile!

    Commenta


    • #3
      Concordo. La zona acquatica deve essere predominante, quindi non mi sembra il caso di usare solo una ciotola di acqua, per quanto ampia. Meglio riempire direttamente la teca. Ricordati che in inverno dovranno ibernare all'esterno per prepararsi alla riproduzione e comunque per seguire il loro ciclo naturale, è una cosa per la quale sei già attrezzato?

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da cardisomacarnifex Visualizza il messaggio
        Concordo. La zona acquatica deve essere predominante, quindi non mi sembra il caso di usare solo una ciotola di acqua, per quanto ampia. Meglio riempire direttamente la teca.

        Si,intendevo una vasca grande 2/3 del fondo (giusta la proporzione,vero?) per fare la parte acquatica,non mi sono espresso bene..ma dopo aver letto un pò di vecchie discussioni oggi siliconerò siliconerò una lastra di Vetro o plexiglass per dividere le due zone e se non tengono le altre siliconature le rifarò.


        Per l'ibernazione,visto che il terrario non è enorme,pensavo di metterlo fuori tipo in un sottoscala e dentro una serretta per piante di quelle del brico,in modo che di giorno prenda comunque un pò di sole. Se no,se devono stare al buio ho un piccolo vano della caldaia e in ragione di 4 esemplari preparare 2 faunabox con torba e foglie secche,anche se ci starebbe il terrario anche lì. Più che altro non vorrei ci fossero ristagno di CO2 in entrambe i casi essendo ambienti chiusi...però ho una finestrella con grata che è riparata dal gelo,potrei mettere lì i faunabox e sarebbero in penombra wempre..qui da me fa freddo l'inverno,si va sotto zero,ma lì non dovrebbero gelare essendo rientrante di quasi 50 cm nel muro. Al massimo metterò del polistirolo in verticale e sono certo che ripari. Che dite? Grazie e scusate il fiume di parole,Eheh!!

        Commenta


        • #5
          In genere ibernano a terra senza problemi, per evitare rischi di rotture del paludario (basta che scivoli di mano e addio lavoro...) puoi usare due fauna box con terriccio e foglie secche, leggeri e facili da spostare.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da cardisomacarnifex Visualizza il messaggio
            In genere ibernano a terra senza problemi
            Ok, quindi adotterò la soluzione finestra, almeno sono sicuro che i fauna rimangono riparati e non le trovo come dei cubetti di ghiaccio quando va sotto zero fuori, ahahah!!! Grazie mille!!

            Commenta


            Sto operando...
            X