annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Phyllomedusa azurea (che disdetta)

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Phyllomedusa azurea (che disdetta)

    Ciao a tutti! Vi racconto cosa mi è successo:
    Fino a ieri avevo due femmine di Phyllomedusa azurea che sembrava scoppiassero. Quindi fino a ieri pensavo "cavolo, per quanto mi riguarda hanno le uova o comunque le stanno producendo!". Nutrite come lupi, con cibo variato (camole del miele fatte in casa, grilli, blatte nutrite meglio di me ecc...).
    Stasera torno a casa, guardo e zac! Vedo una femmina bella snella!
    Azz! Strano - mi dico - non è possibile che abbia deposto, non ho visto nessun amplesso...
    Infatti nessuna ovatura all'orizzonte, bensì una bella cacca di prima categoria (se l'avessi fatta io in proporzione in questo momento sarei all'ospedale - nota ridicola ma dovevo sottolinearlo...).
    Morale: che disdetta, stavo già sperando...
    L'altra femmina anche lei promette bene, ma a sto punto sto zitto e aspetto.
    Non si finisce mai di imparare...

    Ciao
    Ema

  • #2
    NO non è possibile..una mega cacca ,così mega da essere confusa con le uova!!sto ancora ridendo!!!rane stitiche!!mi hai fatto piegare dalle risate ema!

    Commenta


    • #3
      Sì! Ti giuro che avrei voluto avere una foto prima ed una foto dopo l'evento! Ora, non è che sia diventata una sigaretta, però rispetto a prima...
      Invece stavo giusto scrutando l'altra femmina e sembrerebbe davvero avere le uova, in quanto subito dietro le zampe anteriori, quando si muove, vedo tante piccole protuberanze, proprio come quando una femmina di Anuro ha le uova...
      Vedremo...
      Ciao
      Ema

      Commenta


      • #4
        NNOOOOOO!!!!!!!!

        Commenta


        • #5
          Hai controllato le feci magari a deposto e evacquato contemporaneamente !

          Commenta


          • #6
            da antologia veramente...
            penza che sollievo la piccoletta...

            Commenta


            • #7
              Questa rane passano giorni senza defecare, trattenendo i liquidi per non disidratarsi. Siccome le sto preparando per la riproduzione le sto tenendo al secco, con alte temperature diurne ecc... E' normale che trattengano le feci. Infatti anche la componente liquida non è composta da ammoniaca nè da urea, bensì in prevalenza da urati (acido urico), i quali sono poco solubili in acqua e permettono a questi animali di trattenere quanta più acqua possibile. E' la stessa identica cosa che succede alle lucertole deserticole e a un po' tutti i Rettili ed Uccelli (animali uricotelici per antonomasia). Tra gli Anfibi questa è invece una rarità, presente in prevalenza (anche se potrei forse dire "solo") nei generi Phyllomedusa e Chiromantis.
              Il fatto che si sia sgonfiata è anche perché in questi giorni ho pulito il terrario e quindi vedendo tutto pulito sia loro sia le Phyllomedusa boliviana hanno pensato bene di ri-sporcarlo per bene!
              L'altra femmina pur avendo defecato sembrerebbe ancora molto gonfia (se volete un esempio andate su www.monkeyfrog.com nella pagina dedicata alle Tiger Leg Monkey frogs dove c'è una femmina che assomiglia molto alla mia in fatto di grandezza).
              Ciao!
              Ema

              Commenta


              • #8
                Spettacolo Ema!!!
                Comunque peccato che non avesse le uova!

                Commenta


                • #9
                  interessante; non sono ferrato in campo di phyllomedusa e ignoravo questo loro adattamento

                  Commenta


                  • #10
                    E ti dirò di più! Oltre alle feci del tutto simili a quelle di Pogona tanto per capirci (dico la parte "liquida"), la loro pelle viene rivestita (tramite il "wiping", vedi su www.anura.it ) da una sostanza cerosa che fa sì che la perdita d'acqua attraverso la pelle sia minima. Diciamo, anche qui come un sauro sub-deserticolo. Questo perché oltre a vivere in posti a clima sub-eremico continentale (caldo, grandi escursioni, mesi a giorno lungo secchi per circa 8 mesi l'anno), esse vivono anche sugli alberi, dove il vento aumenta la dispersione di calore.
                    L'unica parte che rimane "tipicamente ranofila" è la parte ventrale, soprattutto in corrispondenza delle zampe posteriori, al di sotto della cloaca. In questo punto la pelle è più "spugnosa" (passatemi il termine) e serve a reidratarsi anche con pochissima acqua (quando bagno il terrario spesso le vedo spiaccicate contro il vetro di fondo per assorbire tutta l'acqua che possono), anche quando il terreno è appena umido per una pioggia passeggera.
                    Tutto ciò vale principalmente per Phyllomedusa sauvagei (sauvagii secondo alcuni, non secondo me), P. azurea(per alcuni P. hypochondrialis azurea, per me no), P. boliviana (vive leggermente più all'umido però) e altre come P. iheringi (la specie più a sud del Genere, si trova in Uruguay).
                    Ciao!
                    Ema

                    Commenta


                    • #11
                      Basta Emanuro, non parlarne più... già per me è dura l' attesa degli esemplari che dovrei prendere, figuriamoci se continui a parlare così!!!
                      Mi viene l' acquolina in bocca ( in senso metaforico ovviamente!!!)!

                      Commenta


                      • #12
                        Eh, neanche tanto metaforico... Dopo la "bastonata" dell'altra sera mi viene voglia di mangiarmele...
                        Ema

                        Commenta


                        • #13
                          Voglio le foto della mega caccaaaaaaaaaaaaaaaa lol

                          Commenta


                          • #14
                            Già pulita, mi spiace...

                            Commenta


                            Sto operando...
                            X