annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Terrario Phyllomedusa azurea

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Terrario Phyllomedusa azurea

    Semplice ma nella mia esperienza è il set-up migliore per allevare tali rane. Magari a qualcuno può interessare...
    Ciao
    File allegati

  • #2
    Altra foto dove si notano i lati completamenti costruiti in rete (l'ho comprato già fatto).
    Ciao
    File allegati

    Commenta


    • #3
      Grande!!!! comodo ,pratico, funzionale ma cosa più importante IGENICO!!!!
      ..Se qualcosa mi va storto..lo RADDRIZZO a calci in CULO!?!
      Manuel
      www.Anfibitalia.it
      www.Sanguefreddo.net

      Commenta


      • #4
        Ciao,
        complimenti il terrario è molto bello, sto infatti pensando di farrne uno anche io in vista di Longarone...(vorei portare a casa un paio di ranazze!)
        Una cosa non capisco, la fonte di calore, da dove viene?
        Poi, per un animale che ha bisogno di molta umidità, i due lati in rete sono l'ideale?
        Ciao...

        Commenta


        • #5
          Bello Ema, potresti postare anche qualche foto del tuo setup per le Phyllomedusa sauvagei?

          Commenta


          • #6
            Rispondo prima a Rikis.
            La fonte di calore è quel faretto da 60 watts che si intravede dietro al neon, fuori dal terrario.
            Io non uso altre fonti di calore per gli Anfibi, per esperienza ho notato che mal sopportano molto i cavetti riscaldanti ecc...
            Per la maggior parte degli Anfibi non serve alcun riscaldamento se non quello di casa, magari aiutato da un piccolo faretto.
            Le rane che allevo io sono paragonabili ad una pogona al di fuori del periodo riproduttivo.
            Il difficile (neanche poi tanto) è riuscire, con gli Anfibi, a equilibrare la loro necessità di umido con il fatto che chiudendo troppo il terrario si rischiano muffe e batteriosi. La cosa migliore per animali molto esigenti in umidità è quella di avere un terrario meno ventilato del mio dotato però di una o due ventole da computer poste in aspirazione in corrrispondenza delle griglie, in modo da rimuovere l'aria viziata all'interno e richiamarne di nuova. Ricorda, buona regola è avere un terrario ben ventilato e magari sacrificare qualche minuto in più per spruzzare un po' d'acqua, la mattina e la sera.

            Buras
            Il terrario delle sauvagei è quasi finito, le rane ci sono già dentro, ma devo ancora ultimare l'impianto della pioggia. Per ora immagina un terrario quasi identico a quello qui mostrato per le azurea però di dimensioni 83X50X170(altezza) cm. Le grate di aerazione sono ai due lati (1/3 del lato) e tutto il soffitto.

            Ciao
            Ema

            Commenta


            • #7
              Caspita è enorme!!!
              Quante sauvagei ci sono dentro? Curiosità: come farai a riscaldarlo per bene; un megaspot???

              Commenta


              • #8
                Mah, in inverno le ho tenute anche a 15 °C di notte, quindi non avrò problemi. Metto solo uno spot da 100 watts in un angolo, giusto per non esagerare durante il giorno. Se avessi una serra le potrei tenere lì tutto l'anno...
                Comunque ci sono in tutto 8 Phyllomedusa, anche se una di esse non mi appartiene, ma è un prestito di un amico.
                Ciao
                Ema

                Commenta


                Sto operando...
                X