annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ventilazione forzata dendrobates

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ventilazione forzata dendrobates

    Buona sera a tutti gli utenti
    Sono un nuovo iscritto ma vi seguo da anni.
    la prima volta in assoluto che mi registro su un forum quindi spero di postare nella giusta sezione.

    Ho un paio di quesiti riguardo un terrario che ho quasi finito di realizzare approfittando della quarantena forzata per la mia amata tinctorius.

    Il terrario che ho adoperato in stile exoterra che avevo inutilizzato in casa, quindi per l'aerazione ho una rete in basso sul fronte e una fascia in rete sopra.
    Una volta finito il setup dopo pochi giorni mi sono accorto di una peluria biancastra che ha cominciato a formarsi sul substrato, non so se si trattase di batteri o muffa ma penso la seconda.
    Ho lasciato "maturare" il terrario per un po' sperando che i collemboli e vari prendessero il sopravvento sulla muffa ma senza successo.
    Pure lasciare il terrario aperto per una settimana non ha cambiato nulla! La muffa ha continuato a proliferare senza problemi.
    L'unico modo in cui ho risolto stato cambiare il substrato (uso fibra di cocco mista a sfagno e corteccia) ed appena la muffa comparsa ho puntato delle ventole che l'hanno fatta sparire nel giro di una notte.

    Ovviamente questa cosa secca l'aria e mi asciuga le piante e non pu essere usata come soluzione definitiva,non posso di certo fare andare le ventole 24h su 24.
    Assumendo che la muffa si sia formata per poco ricircolo d'aria vorrei installarle sulle prese d'aria ma non so come gestirle.
    Quanto tempo devono andare durante il giorno per fare un ricambio?
    Funzionano anche aspirando o solo buttando dentro l'aria?
    Vanno installate solo sopra o funzionano anche sotto?
    Sotto e sopra una che spinge e una che tira? (Anche se davanti sono antiestetiche)

    Ovviamente poi le aggiusto controllando il terrario ma avere dei valori da cui partire mi aiuterebbe molto.

    grazie a tutti anche per qualsiasi altro consiglio alternativo riguardo alla maledetta muffa!

  • #2
    Puoi mandare qualche foto del terrario, strano che si formi tutta quella muffa in cos poco tempo, la corteccia che usi dove la prendi ?

    Commenta


    • #3
      Bisognerebbe capire anche per quanto tempo e ogni quanto nebulizzi, se come substrato utilizzi solo fibra di cocco sfagno e corteccia e strano avere cos tanta muffa

      Commenta


      • #4
        Eccomi. Grazie per le risposte.
        Al momento nebulizzo per bene una volta al giorno e qualche nebulizzata per tenere il muschio umido finch non mi arriva l'altra anta.
        Devo dire che quando partita la muffa non mi ero reso conto di un problema, ossia che la notte partiva il nebulizzatore ad ultrasuoni e si spegneva la mattina, quindi mi trovavo molta acqua nel substrato. Almeno finch non me ne sono accorto.
        Per dopo che ho sistemato il problema la muffa ha continuato imperterrita a crescere.

        Il terrario un 80x40x40 di cui allego foto
        Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   IMG_20200518_114151_398.jpg  Visite: 0  Dimensione: 109.0 KB  ID: 2236346

        Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   IMG_20200518_114148_974.jpg  Visite: 0  Dimensione: 136.4 KB  ID: 2236347

        Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   IMG_20200518_114146_352.jpg  Visite: 0  Dimensione: 156.3 KB  ID: 2236348


        Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   IMG_20200518_114154_300.jpg  Visite: 0  Dimensione: 168.9 KB  ID: 2236350

        La corteccia acquistata ed quella classica per orchidee .
        la muffa cresce anche sopra la superficie dell'acqua, ora con le ventole comunque sembra che abbia rallentato.
        File allegati
        Ultima modifica di Arca; 18-05-2020, 21:28.

        Commenta


        • #5
          Ma che dimensioni hanno le strisce di areazione ? Lunghezza e larghezza. Comunque bel terrario complimenti.

          Commenta


          • #6
            Grazie, ho fatto di tutto per farlo giusto al primo colpo ma mi sa che impossibile
            La striscia frontale di 79x2,5
            quella superiore invece pi corta essendo in parte coperta dalla struttura della cascata,
            44x4 e non proprio rete, da come si vede in foto pi lamiera forata.
            Non sono riuscito a rimuoverla finch lo allestivo, avevo paura di rompere il vetro.

            Commenta


            • #7
              A primo impatto direi che c’ poca areazione. Le griglie sono piccole, inoltre le hai in parte “ostruite”. L’acqua stagnante o c’ un minimo di movimento ? Che muschio hai messo ? che tronchi hai utilizzato ? Se io terriccio e fradicio, o trovi io modo per asciugarlo a va sostituito, dovrebbe essere umido. Hai predisposto un fondo drenante ?
              Ultima modifica di shadow_94; 18-05-2020, 22:32.

              Commenta


              • #8
                L'acqua mossa da una cascatella.
                Il muschio non so di che tipo sia sinceramente ma non acquatico, comunque l'ho aggiunto quando ho fatto il cambio del substrato, come suggerivi, dato che era fradicio e con il tappetino riscaldante non ero riuscito ad asciugarlo abbastanza (in realt solo met che non volevo fare strage di collemboli).
                effettivamente la prima volta che l'ho messo nel terrario avevo imbevuto tutto per bene in parecchi litri d'acqua.
                cosa che non ripetuto la seconda volta.
                L'unico tronco vero una radice semi emersa presa in un negozio per acquari, il resto corteccia di sughero che riveste gesso e schiuma poliuretanica a sua volta rivestita di silicone atossica e fibra di cocco.
                Il fondo fatto da circa 4 cm di argilla poi strato di tnt poi carbone e sopra fibra di cocco e sfagno.
                La parte acquatica completamente separata da quella terrestre.

                In linea di massima quanta acqua dovrebbe finire sul fondo? Perch nebulizzando giorno dopo giorno aumenta.
                Ora a circa 1 cm a occhio

                Commenta


                • #9
                  Fai conto che a me sei deposita 1 cm di acqua dopo circa una settimana, e nebulizzo 8 secondi per 4 volte al giorno Con un nebulizzatore automatico.

                  Io comunque nel mio terrario 40x40x80 ho due griglie di areazione larghe 5cm e lunghe tutta la parete (superiore ed inferiore) del terrario.

                  il muschio terrestre va inumidito noi inzuppato altrimenti marcisce.

                  Commenta


                  • #10
                    Ok ottimo.
                    Probabilmente nebulizzo troppo, faccio fatica a mirare con sto spruzzino e quindi ci va dentro molta acqua prima che riesco ad inumidire quello che mi interessa.

                    Comunque questa mattina c'era di nuovo della muffa. Ora non sembra formarsi pi sul substrato come prima, si forma sulla radice semi emersa e sul pezzo ricoperto di fibra di cocco che divide parte acquatica da quella terrestre.


                    Allego foto. Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_20200519_073710_768.jpg 
Visite: 83 
Dimensione: 72.0 KB 
ID: 2236364
                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_20200519_073703_917.jpg 
Visite: 66 
Dimensione: 123.2 KB 
ID: 2236365
                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_20200519_073658_720.jpg 
Visite: 64 
Dimensione: 146.1 KB 
ID: 2236366
                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_20200519_073653_503.jpg 
Visite: 69 
Dimensione: 104.5 KB 
ID: 2236367

                    Il fatto che le prese d'aria siano piccole pu anche starci. Ma di fatto ora lo sto tenendo aperto quindi un po' di ricambio ci deve essere!
                    Ora come si vede dalle foto una foglia di anubia si seccata, causa la ventola che avevo puntato sulla radice, la muffa era scomparsa ma la foglia non era messa bene infatti ora perita totalmente.
                    Non l'ho rimossa perch vedo sotto una squadra swat di collemboli che spero si stiano dando da fare con la muffa.

                    Non so cosa fare

                    Commenta


                    • #11
                      Io proverei a tenerla sotto controllo manualmente, prendi uno spazzolino e quando vedi la muffa la gratti via, facendo questo ogni giorno, con l’aiuto dei collemboli, per me riesci a tenerla sotto controllo.

                      Inserirei anche Degli isopodi e degli onischi. I collemboli pur essendo numerosi sono piccoli e faticano ad ingerire grandi quantit di cibo.

                      Commenta


                      • #12
                        Ok prover cos.
                        Inoltre il vetro doveva essere pronto oggi ma il vetraio si era dimenticato di me.
                        Ora ho grattato via tutto e rimosso una piantina che sembrava averne sulle radici.
                        Ho qualche onisco dentro ma prover ad aggiungerne di pi.
                        Metter un aggiornamento pi avanti.
                        grazie

                        Commenta


                        • #13
                          Perfetto aggiornaci !
                          p.s io partirei con almeno una decina di onischi

                          Commenta


                          Sto operando...
                          X