annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ecoallarme per gli axolotl

Comprimi
Questa discussione chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ecoallarme per gli axolotl

    Messico, allarme per l'axolotl a rischio scomparsa - Galleria - Repubblica.it

    Cosi alla fine non ci sarano pi.

  • #2
    S beh... forse un articolo dai toni fin troppo allarmistici per un animale che cmq viene allevato e riprodotto da appassionati in tutto il mondo

    Commenta


    • #3
      ...e che viene cacciato per scopi alimentari...

      Commenta


      • #4
        SAi, il fatto che in tutto il mondo sia allevato non giustifica la sua scomparsa in natura, dal momento che certamente il genotipo "wild" negli esemplari "domestici" stato alterato (mutazioni di colore, albinismo, ecc.). Quindi anche volendo sarebbe difficile una reintroduzione in natura.

        Il degrado degli ambienti naturali tropicali ormai conclamato e in aumento; probabilmente non questa la sede per disquisizioni di questo tipo, ma la colpa da ricercare nello "sviluppo" economista selvaggio e privo di regole che attualmente impera in paesi come Brasile, Indonesia, Thailandia, Cina, india, Messico e altri. Una situazione di cui anche noi siamo pi o meno direttamente responsabili, poich sfruttiamo lerisorse naturali di questi paesi per i nostri scopi.

        Commenta


        • #5
          esatto! come il cynops wolterstoffi che in natura estinto da 50anni ed ora vive solo nei terrari dei pochi fortunati-appassionati. non lo trovo giusto! ci vorrebbe un programma di ripopolamento.....sarebbe bello un paesa e cui si presta pi attenzione a queste cose...

          Commenta


          • #6
            ho letto ora l'articolo...quoto poison davvero. troppo allarmistico! poi gi che un articolo di repubblica...ho detto tutto! eheheheheh

            Commenta


            • #7
              In acquario esiste ancora il ceppo wild, ma non quello degli appassionati, che di norma sono tutti ibridi, ma allevato da pochi centri. Il problema axolot noto da tempo, il lago originario della specie (ed presente solo l) ridotto a qualche acquitrino e a pochi fossi. Essendo riprodotto in tutto il mondo per non credo rischi l'estinzione...

              Commenta


              • #8
                Per un gran peccato!!!
                Che brutta cosa! Se davvero accadr, non potr mai fare visita al famoso lago degli ambystoma...

                Commenta


                • #9
                  L il problema l'agricoltura. Il lago stato in parte bonificato per le coltivazioni. Se non ci mettono un freno e non si decidono a ripristinare in parte l'ambiente originario, si verr a perdere un piccolo ecosistema unico nel suo genere. Ma si sa, dove arriva l'uomo....

                  Commenta


                  • #10
                    E' una notizia ormai datata... sono almeno 10 anni che sento dire che il lago Xochimilco ormai una fogna a cielo aperto. Che peccato.

                    SAi, il fatto che in tutto il mondo sia allevato non giustifica la sua scomparsa in natura, dal momento che certamente il genotipo "wild" negli esemplari "domestici" stato alterato (mutazioni di colore, albinismo, ecc.). Quindi anche volendo sarebbe difficile una reintroduzione in natura.
                    B ma l'animale sempre lo stesso e di quello stesso ("piccolo") biotopo, basta portare avanti il genotipo ancestrale e risolvi tutti i problemi di albinismo e vari... e con i recessivi abbastanza semplice "levarseli dalle scatole".
                    FabioDV

                    You'll pry my herps from my cold dead hands...

                    Commenta


                    Sto operando...
                    X