annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

macchie della coda maschio pachy

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • macchie della coda maschio pachy

    dicaimo che è un post un pò a richiesta....guscioduro mi hanno chiesto di mettere altre foto del mio maschio e per non andare ot nel veccho post ne ho aperto uno nuovo! Nel caso sia ritenuto inutile eliminatelo!!!! comunque semplicemente volevo allegare un pò di foto del mio maschio che ha le macchie sulla coda ben evidenziate mal che vada serve a chiunque per capir come si distingue il maschio dalla femmina


    ImageShack - Image Hosting :: dsc02200fn5.jpg

  • #2
    Quì ci son le altre scusate ma prima non si vedevano le ho ricaricate e dovrebbero andare
    ImageShack - Image Hosting :: dsc02197ou8.jpg
    ImageShack - Image Hosting :: dsc02195sr9.jpg
    ImageShack - Image Hosting :: dsc02196hi6.jpg
    ImageShack - Image Hosting :: dsc02206kw1.jpg

    e questa perche in nell'ultima c'erano i segni sui vetri che rompevano ora dovrebbe essere tutto a posto

    ImageShack - Image Hosting :: dsc02208dh2.jpg

    Se vi piacciono nei giorni a seguire vedo se riesco a fare di meglio
    Ultima modifica di mt.repetto; 25-11-2008, 22:20.

    Commenta


    • #3
      Quelle macchie sono così strane che sembrano disegnate
      Ma presenta anche i filamenti cloacali?
      Considerato che l'altro esemplare è chiaramente una femmina, stai cercando di farli riprodurre?

      Commenta


      • #4
        Apperò!!!

        Bei Pachytriton e anche insoliti!

        La prima foto, ritrae in primo piano, una femmina, come t'ha scritto poison.
        Dovrebbe essere una forma geografica del Pachytriton labiatus.

        Dovresti tentare la riproduzione... Mettendo un vaso di terracotta capovolta e forato da un lato.

        Che litraggio hai, la vasca?
        Convivenza tranquilla o scontrosa?

        Commenta


        • #5
          allora i due pachytriton son insieme....ammetto mi piacerebbe farli riprodurre ma non son un'esperto e poi che io sappia non è così facile.
          Per quanto riguarda la convivenza direi abbastanza pacifica, ognuno ha il suo territorio di competenza e c'è qualche discussione solo all'ora del pasto ma niente di che. Di norma è la femmina che esagera andando proprio a cercarsi grane e lui le morde le zampe.
          Sul maschio un mese fà ho visto i filamenti alla base delle zampe e della cloaca. Mi sembra ma non mi ricordo più bene.
          La vasca è da 60 litri quando è piena ma io tengo l'acqua a poco più della metà quindi sarà una 40 lordi (ci son pietre, filtro, ecc ecc)! Arredo fatto con rocce nostrane da fiume sterilizzate e siliconate insieme. Ho ricavato 5/6 grotte naturali (di varie dimensioni) proprio per dargli la possibilità,se lo desiderano,di accoppiarsi o di nascondersi!!!
          Filtro artigianale con carbone attivo zeolite (se non sbaglio) e i classici cilindretti per i batteri più uno strato di materiale filtrante. Pompa da 400 litri/ora direi che vi ho detto tutto.
          Se riesco volevo aggiungere un'altra pompa orientata verso il basso per migiorare la circolazione dell'acqua.
          Piccolo ot: sulla superficie da una settimana mi galleggiano dei pallini bianchi credo siano aglomerati batterici o roba simile secondo voi che ci devo fare??? neglia acquari non mi è mai successo!!! ci ho già fatto un cambio d'acqua con il declorante per pulire un pò il fondo.

          Commenta


          • #6
            Come setup, è corretto.

            Non usi illuminazione?

            Commenta


            • #7
              un neon per acquari da 11 watt ma di quelli da 10 euro senza particolari caratteristiche!!! lo accendo 3 ore alla serae poi ricevono un pò di luce durante il giorno filtrata. Non sono mai al buio, la luce l'ho messa per poterli nutrire con luce a giorno e poterli controllare per eventuali problemi.

              Commenta


              • #8
                Dovrebbe rispettare l'ora circadiana, se si vuole tentare la riproduzione.

                Almeno 14 ore giornaliere d'estate e 8 ore giornaliere d'inverno, senza interruzioni, magari usi un temporizzatore.

                Commenta


                • #9
                  .....mmm....buono a sapersi allora aumento l'orario di accensione!!!!!! il temporizzatore c'è già quindi modifico e via!!!!!

                  Commenta


                  • #10
                    Però mi sa che non basta rispettare il ritmo naturale circadiano per ottenere la riproduzione in cattività dei pachytriton
                    Credo sia anche necessario qualche mese di freddo per avere la corretta maturazione delle gonadi.
                    Su qualche sito consigliano anche di tenere separati il maschio e la femmina durante l'inverno e poi rimetterli insieme in primavera.Ovviamente sono tutte supposizioni.
                    io cmq ci sto provando, in primavera vedrò se funziona

                    Commenta


                    • #11
                      Ognuno di noi si prova a tentare la riproduzione, magari qualcuno c'azzecca!

                      Commenta


                      • #12
                        proviamo varie strade chie riesce se qualcuno riesce comunica agli altri il metodo...però sarà dura perche riprodurre ste bestie ho letto in giro ed è veramente un casino da quel che dicono

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da mt.repetto Visualizza il messaggio
                          proviamo varie strade chie riesce se qualcuno riesce comunica agli altri il metodo...però sarà dura perche riprodurre ste bestie ho letto in giro ed è veramente un casino da quel che dicono
                          Eh già, mt.repetto...

                          Per questo, amiamo le sfide.

                          Commenta


                          Sto operando...
                          X