annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Salve a tutti voi esperti di urodeli ed apodi...

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Salve a tutti voi esperti di urodeli ed apodi...

    Una domanda...esiste un urodelo o un apode che si possa allevare senza l'utilizzo di refrigeratori o filtri? ad esempio una specie che vive in zone paludose...o comunque qualcosa che non abbia troppe esigenze dal punto di vista di refrigeratori e filtri.

    Non che non voglia occuparmi dell'animale (anzi, come tutti i miei animali, lo tratterò con grandissima cura e attenzione nel rispetto dei suoi bisogni naturali), ma semplicemente tengo gli animali in un locale senza energia elettrica (ma illuminato da diverse finestre e riscaldato), quindi non vorrei spendere un capitale in refrigeratori a pile e simili...

    Allora, che ne dite, voi esperti? Riuscite a trovare un animale che faccia al caso mio?

    Grazie mille per l'aiuto a tutti!

  • #2
    sicuramente con il pleurodeles waltl vai sul sicuro. è robusto e non richiede refrigeratori. il filtro ci vorrebbe. ma se cambi l'acqau spesso no problem. è un tritone che viene dalla spagna lungo 20cm e di facile riproduzione/reperibilità

    Commenta


    • #3
      Ma mi hanno detto che il pleurodeles ha bisogno assolutamente del refrigeratore perchè sopra i 23 gradi sta male...non so se è vero, non sono esperto, ma a me avevano detto cosi...

      Commenta


      • #4
        Non è così.

        Commenta


        • #5
          Tra tutti gli urodeli è quello che sopporta le temperature più alte, quindi si può tenere tranquillamente anche in casa tutto l'anno senza l'uso di refrigeratori.
          Ovvio che non bisognerebbe cmq mai superare i 28°C, però anche se a luglio o agosto si beccano un pò di caldo non succede niente

          Commenta


          • #6
            già è veramente robusto come tritone. forse è quello più robusto di tutti. vivendo in spagna e in pianura le t. ottimali non devono per forza essere basse.

            Commenta


            • #7
              Avevo già pensato di prenderlo, perchè mi affascina molto...ma quindi non necessita neppure di filtro?

              se fosse cosi sarebbe perfetto....


              e per le salamdnre invece?

              Commenta


              • #8
                le salamandre invece hanno bisogno di temperature basse. possibilmente sotto i 22. poi la luce non è indispensabile e nemmeno filtri per la parte acquatica. terra, radici, foglie secche e sei a posto. ovviamente questo vale per le salamandre più robuste tipo ambystoma.

                Commenta


                • #9
                  i tritoni però sono piu "addattabili" alla vita in cattività?...o sbaglio?

                  Commenta


                  • #10
                    Dipende.
                    Se adattabili vuol dire che sopravvivono e si riproducono, alcune Specie si, altre meno, altre hanno bisogno di accorgimenti particolari.

                    Commenta


                    • #11
                      già. non si può fare uno schema generico. ad esempio il ruber o il kaiseri anche se tritoni sono molto più complicati delle salamandre.

                      Commenta


                      • #12
                        Beh, allora dite che come inizio il pleurodeles va bene?

                        Mi sto cercando tutte le vecchie discussioni su come stabularlo...me lo avevano già spiegato in una vecchia discussione...ma se avete consigli particolari sarò ben lieto di ascoltarvi!

                        Commenta


                        • #13
                          ti bastano 5 vetri acqua e piante. poi cibo e tanto amore!

                          Commenta


                          • #14
                            le piante sono meglio artificiali o naturali?

                            ovvio che io preferisco le naturali...ma se mi depongono sulle naturali poi non è un casino?

                            Commenta


                            • #15
                              Per ragioni pratiche sarebbero meglio quelle finte, nel senso che quando ci depongono sopra le uova riesci a toglierle senza problemi e poi sei sicuro di non danneggiarle durante la pulizia dell'acquario e che nn vengono rosicchiate dai tritoni (e poi non muiono mai, pensa te...).
                              Ovvio però che le piante finte sono un pò pacchiane
                              Quelle di seta sono abbastanza gradevoli esteticamente ma a lungo andare si ricoprono di alghe brune e finiscono per fare veramente schifo! Inoltre non contribuiscono a migliorare la salute dell'acqua come quelle vere

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X