annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consigli per cynops

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consigli per cynops

    Ciao a tutti, innanzitutto i miei complimenti per questo forum davvero utile e con utenza molto esperta e corretta. Sono un neofita di questo ambiente e volevo sottoporvi un mio problema e chiedere consiglio di gente sicuramente più esperta di me.

    Possiedo da un anno circa una cynops orientalis, in un primo momento era posta in un piccolo acquarietto in attesa che finissi l'allestimento di un acquario decisamente più grande. Fin quando si trovava nell'acquario piccolo tutto bene, i problemi sono giunti quando ho trasferito la cynops nel terracquario più grande: ha smesso di entrare nell'acqua. Dapprima ho pensato che doveva ambientarsi, infatti anche nell'acquarietto c'è voluto un mese prima che si decidesse ad entrare stabilmente in acqua. Qui invece no. E' da 8 mesi circa che rimane perennemente fuori dall'acqua senza mai entrare. Stessa acqua, stesse piante perchè le ho travasate dal primo acquario. Ho provato a fare cambi d'acqua (che comunque ha tutti i valori in regola), ho pensato che magari fosse l'acqua troppo calda (ma anche in inverno resta fuori), ho provato a lasciarla in pace pensando che magari era troppo stressata ma nada de nada: non entra in acqua. Eppure non è diventata puramente terrestre perchè si alimenta ancora con i chironomus congelati. Ho pensato che magari entra in acqua a orari balordi tipo notte fonda ma nemmeno quello.

    Che problema c'è direte voi: la cynops sta bene anche lì sulla radice di mangrovia che fuoriesce dall'acqua (effetto bellissimo oltretutto, una grossa radice che sembra creare un costone di un monte). Il problema è che questa radice di mangrovia mezzasommersa mi causa una marea di muffa sulla parte asciutta, ne ho provate di ogni ma continua a crescere, molte volte mi prende anche le pareti dell'acquario e le parti che emergono dall'acqua delle piante. Devo tenere anche il coperchio aperto perchè altrimenti si forma una tale condensa da non riuscire più a vedere nel vetro (e con paura che faccia contatto qualche impianto elettrico visto che l'umidità ricopre anche tutte le luci). Ora alla luce di ciò: se levo la radice di mangrovia e riempio l'acquario trasformandolo da terrario in un acquario vero ne risente la cynops? Lo chiedo a voi perchè per esempio la mia futura mogliettina ha un acquario che si sviluppa in verticale anzichè in orizzontale e le sue cynops non sono mai (ma veramente mai) uscite su quel piccolo fazzoletto di parte asciutta. E si trovano egregiamente, tanto più che l'anno scorso sono nati 7 tritoncini. Come posso fare?

    P.S: scusatemi per la lunghezza del post

  • #2
    La muffa non è mai positiva:puoi certamente eliminare la radice su cui nasce ma sarebbe preferibile offrire all'animale comunque la possibilità di una zona emersa(magari anche più grande di un ramo affiorante)anche alla luce del fatto che il Cynops non ha intenzione di andare in acqua.
    Riguardo ciò i motivi possono essere i più disparati e spesso i comportamenti dei tritoni non sono facilmente leggibili.Escludendo che stia all'asciutto per eliminare dei parassiti o che sia in fase di muta le cause su cui porre l'attenzione potrebbero essere legate al set-up della vasca:il filtro movimenta troppo l'acqua,acqua troppo profonda e poca presenza di piante galleggianti che potrebbero invogliarlo all'approccio acquatico.
    Non ho altre idee prendendo per buono ciò che dici riguardo a temperatura e chimica dell'acqua.
    Ricorda che i Cynops non sono dei buoni nuotatori(soprattutto dopo una lunga fase terrestre)perciò per avventurarsi in acqua hanno bisogno di tanto arredamento sommerso formato da vegetazione,legni e rocce dove potersi appoggiare ed arrampicare.
    Anche un mio Cynops non è entrato in acqua per molti mesi,poi lo ha fatto senza un apparente motivo e da quel momento trascorre il 90% del suo tempo in acqua.
    Varia l'alimentazione,il chironomus va bene ma offrigli anche artemie saline e soprattutto lombrichi(fatti a pezzetti).
    Ultima modifica di pierpardo; 11-08-2010, 13:40.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da pierpardo Visualizza il messaggio
      La muffa non è mai positiva:puoi certamente eliminare la radice su cui nasce ma sarebbe preferibile offrire all'animale comunque la possibilità di una zona emersa(magari anche più grande di un ramo affiorante)anche alla luce del fatto che il Cynops non ha intenzione di andare in acqua.
      Riguardo ciò i motivi possono essere i più disparati e spesso i comportamenti dei tritoni non sono facilmente leggibili.Escludendo che stia all'asciutto per eliminare dei parassiti o che sia in fase di muta le cause su cui porre l'attenzione potrebbero essere legate al set-up della vasca:il filtro movimenta troppo l'acqua,acqua troppo profonda e poca presenza di piante galleggianti che potrebbero invogliarlo all'approccio acquatico.
      Non ho altre idee prendendo per buono ciò che dici riguardo a temperatura e chimica dell'acqua.
      Ricorda che i Cynops non sono dei buoni nuotatori(soprattutto dopo una lunga fase terrestre)perciò per avventurarsi in acqua hanno bisogno di tanto arredamento sommerso formato da vegetazione,legni e rocce dove potersi appoggiare ed arrampicare.
      Anche un mio Cynops non è entrato in acqua per molti mesi,poi lo ha fatto senza un apparente motivo e da quel momento trascorre il 90% del suo tempo in acqua.
      Varia l'alimentazione,il chironomus va bene ma offrigli anche artemie saline e soprattutto lombrichi(fatti a pezzetti).
      Grazie mille per la risposta celere.

      Per il ramo che affiora perdonami sono stato poco preciso, in realtà penso sia la parte iniziale di una radice di mangrovia (per intenderci la parte attaccata al tronco), è propio un ciocco di legno molto grosso e largo, tanto da creare una vera e propia isola. Ragionando su quel che mi dici riguardo la profondità dell'acqua, quest'ultima è di circa 17/18 cm, dici che è una possibile causa? Aggiungendo al fatto che non ci sono molte piante galleggianti... Può esser questa la motivazione?

      Il problema però è che questo benedetto ciocco di legna continua a fare un sacco di muffa nonostante la levi di continuo. Ho provato anche a piantare sulla parte asciutta del legno del comune muschio ma la muffa ricompare fino addirittura a ricoprire il legno. Come posso fare? Levo il legno e cambio sistema per creare una zona asciutta o sbaglio in qualcosa per cui continua a crescermi la muffa?

      Commenta


      • #4
        Ti faccio una domanda stupida,lo hai bollito?
        La profondità è perfetta,prova a ricoprire la superficie dell'acqua con tralci di Ceratophillum Demersum e/o Egeria Densa...vediamo se riesci a convincerlo.
        Hai un filtro che movimenta l'acqua?Che temperatura hai attualmente in vasca?
        Ultima modifica di pierpardo; 11-08-2010, 20:44.

        Commenta


        • #5
          Ti sembrerà assurda come risposta ma no: non l'ho bollita la radice. Però l'ho tenuta più di una settimana a mollo completamente in acqua con continui cambi d'cqua giornalieri prima di metterla nel terracquario.

          Per il filtro ho un duetto dj50 regolato quasi al minimo, per la temperatura non saprei, ho scoperto di avere il termometro rotto (non nell'acquario ehehe), comunque provando l'acqua a stima immergendovi la mano è a temperatura ambiente quasi fresca. Però anche d'inverno con temperature minori non entra. Boh...

          Comunque seguirò il tuo consiglioe provo a riempire di egera densa l'acquario. A tal proposito vivo vicino al fiume adda e vi è una quantità immensa di egera densa: dici che è controindicato raccoglierla in natura senza comprarla in negozio?

          Commenta


          • #6
            Il filtro che hai montato non credo riesca a creare una corrente tale da infastidirlo,perciò escludiamo anche questa ipotesi.
            Acquista un termometro per acquari,spesso la nostra percezione della temperatura non è indicativa per il tritone.
            Personalmente disinfetto le piante anche quando le acquisto in negozio quindi se hai questa opportunità sfruttala,importante che tu tenga a bagno le piante prelevate per una giornata.Usa un recipiente pulito(che non ci siano stati prima detersivi,ammoniaca,candeggina etc)e riempilo con acqua del rubinetto a cui aggiungi un disinfettante ad ampio spettro per acquari.Risciacqua bene i tralci di Egeria prima di metterli in vasca.

            Commenta


            • #7
              Che pianta è semplicemente può alterare i valori dell'acqua(esempio stupido troppo acida) rendendola inaccettabile per il cynops
              [URL="http://www.ranitomeya.weebly.com"]www.ranitomeya.weebly.com[/URL]
              Felice come un girino di pumilio quando vede il culo della madre

              Commenta


              • #8
                scusa Pashetti,ma forse non ho capito.Intendi dire che il legno libera acidi umici abbassando troppo il ph.
                Asserisce che la chimica dell'acqua è a posto...
                Ultima modifica di pierpardo; 12-08-2010, 17:05.

                Commenta


                • #9
                  mi correggo dice che si tratta della stessa acqua,ma quindi potrebbere essere stata alterata nei suoi valori dalle sostanze rilasciate dal legno,giusto?sarebbe opportuno misurare il PH.
                  Ultima modifica di pierpardo; 12-08-2010, 17:35.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da pashetti Visualizza il messaggio
                    Che pianta è semplicemente può alterare i valori dell'acqua(esempio stupido troppo acida) rendendola inaccettabile per il cynops
                    Intendi dire da che pianta deriva il legno che ho nel terracquario? E' una radice di mangrovia.


                    Originariamente inviato da pierpardo Visualizza il messaggio
                    mi correggo dice che si tratta della stessa acqua,ma quindi potrebbere essere stata alterata nei suoi valori dalle sostanze rilasciate dal legno,giusto?sarebbe opportuno misurare il PH.
                    Effettuo mensilmente la verifica dei valori con le strisciette 6 in 1 della tetra e i valori sono nei range acettabili, verificato anche ora prima di scrivervi. Pensavo... non è che magari visto l'alto tasso di umidità presente nel terracquario la cynops non ha bisogno di entrare in acqua perchè la sua pelle assorbe già tramite l'aria circostante la quantità necessaria di acqua per esser idratata? E che a causa di questo alto tasso continui a formarsi questa muffa sul legno?

                    Se fosse così trovo un'unica soluzione: levare definitivamente il coperchio (magari mettendo una rete al suo posto) anzichè lasciare lo sportellino aperto come ora.

                    Commenta


                    • #11
                      non credo proprio centri l'umidità,comunque un maggiore ricircolo d'aria è sempre positivo.Sarei curioso di sapere la temperatura dell'aria e dell'acqua all'interno del tuo acqua-terrario.I test in strisce sono poco precisi sarebbe meglio effettuare la misurazione del PH con un test a reagente.

                      Commenta


                      • #12
                        Scusate mancava il punto di domanda , comunque si intendevo proprio il cambio di valore dovuto a quello
                        [URL="http://www.ranitomeya.weebly.com"]www.ranitomeya.weebly.com[/URL]
                        Felice come un girino di pumilio quando vede il culo della madre

                        Commenta


                        • #13
                          Perdonatemi, lavori in corso con fastweb e connessione assente per un pò di giorni

                          Comunque ho risolto spostando la cynops nel suo vecchio acquaterrario et voilà: dopo 2 giorni il tritoncino è tornato a farsi i suoi giretti sott'acqua, mangia molto di più e pare più attivo. Forse voleva solo tornare in un ambiente più piccolo ove si trovava a suo agio sia per le dimensioni che per la profondità dell'acqua. A breve vi posterò le foto di questo mini acquaterrario. Per l'acquario da 74 litri invece, da acquaterrario l'ho ricambiato invece in quello per cui è nato: un acquario vero e propio. Ho deciso di mettere un paio di calabaricus, appena finirò l'ambientazione e dopo che i pesci si saranno ambientati posterò le foto anche di questo. Nel frattempo vi intaserò di domande sugli altri forum

                          Grazie mille per le risposte che mi avete dato.

                          Commenta


                          Sto operando...
                          X