annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

salamandra salamandra??

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • salamandra salamandra??

    ciao a tutti... vado a spesso con il mio cane a passeggiare per i campi, ho trovato un torrente e dentro c'erano 'i piccoli' di salamandra salamandra.. volevo chiedere se era possibile la detenzione finchè non fanno la metamorfosi e poi liberarli nel loro ambiente..per ora mi sono solo informato sul loro allevamento..
    grazie...

  • #2
    io l'ho fatto..è stato molto divertente e affascinante però non mi è mai successo in ottobre

    Commenta


    • #3
      non ne ho idea di quando le femmine partoriscono però era pieno.. sono lunghe circa 5 cm... secondo me sono ancora indietro come metamorfosi...

      Commenta


      • #4
        mi dispiace ma è illegale e si rischiano multe molto salate,limitati a osservarli nel loro ambiente naturale

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da gecko92 Visualizza il messaggio
          mi dispiace ma è illegale e si rischiano multe molto salate,limitati a osservarli nel loro ambiente naturale
          già..... e inoltre richiedono parecchi cambi di acqua al giorno e temperature basse

          Commenta


          • #6
            ok grazie...

            Commenta


            • #7
              Oltre al fatto di essere vietato è anche pericoloso, se per caso quando le tieni a casa contraggano qualche malattia, liberandole poi rischi di infettare tutta la popolazione.
              Pensateci bene prima di andare a prelevare anfibi in natura e poi dite che è stato anche divertente.
              www.ranitomeya.weebly.com

              Commenta


              • #8
                è stato mooolto divertente interessante e utile allevarli in modo SANO(amenochè le schede d'allevamento insegnino a come far ammalare questi anfibi..)ho potuto osservare ,scoprire molto su di loro..

                Commenta


                • #9
                  Immagino sia stato veramente una scelta seria e ponderata raccolgiere delle larve di una specie nostrana ( IL CHE E' VIETATO) ed allevarlo a casa, magari in prossimità di altri animali da allevamento.
                  Immagino poi sia stato altretanto serio riliberarlo in natura (ANCHE QUESTO VIETATO), e sono sicurissimo tu abbia fatto fare delle analisi delle feci e magari della presenza di malattie funginee prima di liberarlo.

                  Mi chiedo veramente se a volte le cose vengano fatte con un minimo di cervello o se fate le cose semplicemente perchè così vi piace e non ve ne frega niente delle popolazioni locali dei nostri anfibi.
                  Ci sono un sacco di persone che studiano questi animali e fanno di tutto perchè non vengano in contatto con patogeni o tra di loro o con animali da allevamento, persone che girano con 6 paia di stivali e litri di candeggina, per disinfettare tutto il loro materiale quando si spostano......................
                  e poi cosa si legge, che qualcuno si diverte e prelevare, allevare, e riliberare questi animali.

                  NON HO PAROLE.
                  SE VOLETE CONTINUATE PURE A FARE QUELLO CHE AVETE FATTO, MA SMETTETELA DI VENIRE A SCRIVERLO QUI.
                  GRAZIE.
                  www.ranitomeya.weebly.com

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da diegodx Visualizza il messaggio
                    Immagino sia stato veramente una scelta seria e ponderata raccolgiere delle larve di una specie nostrana ( IL CHE E' VIETATO) ed allevarlo a casa, magari in prossimità di altri animali da allevamento.
                    Immagino poi sia stato altretanto serio riliberarlo in natura (ANCHE QUESTO VIETATO), e sono sicurissimo tu abbia fatto fare delle analisi delle feci e magari della presenza di malattie funginee prima di liberarlo.

                    Mi chiedo veramente se a volte le cose vengano fatte con un minimo di cervello o se fate le cose semplicemente perchè così vi piace e non ve ne frega niente delle popolazioni locali dei nostri anfibi.
                    Ci sono un sacco di persone che studiano questi animali e fanno di tutto perchè non vengano in contatto con patogeni o tra di loro o con animali da allevamento, persone che girano con 6 paia di stivali e litri di candeggina, per disinfettare tutto il loro materiale quando si spostano......................
                    e poi cosa si legge, che qualcuno si diverte e prelevare, allevare, e riliberare questi animali.

                    NON HO PAROLE.
                    SE VOLETE CONTINUATE PURE A FARE QUELLO CHE AVETE FATTO, MA SMETTETELA DI VENIRE A SCRIVERLO QUI.
                    GRAZIE.
                    Parole sante...suggerire di fare una cosa illegale (oltre che dannosa), perchè a quanto pare divertente, e perseverare nello scriverlo mi sembra fuori luogo oltre che egoistico soprattutto in un forum dove si cerca, praticamente ogni giorno, di sensibilizzare gli utenti a fare l'esatto contrario.

                    Commenta


                    • #11
                      ...inutili tante parole o discorsi.
                      i moderatori devono prendere una posizione. Ci vogliono dei ban istantanei, le linee morbide non servono a nulla.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da mimo Visualizza il messaggio
                        ...inutili tante parole o discorsi.
                        i moderatori devono prendere una posizione. Ci vogliono dei ban istantanei, le linee morbide non servono a nulla.
                        Avresti anche ragione, ma sai si cerca sempre di ragionare prima di passare ai fatti, sicuramente una perseveranza in questo comportamento non porterà che alla soluzione da te consigliata.
                        www.ranitomeya.weebly.com

                        Commenta


                        • #13
                          e va bene :__-( scusa nonlo faccio più...ti ricordo che al verona reptiles vendevano una specie di raro Ululone dal ventre giallo, piccolo anfibio alpino, molto presente nelle attenzioni di etologi ed animalisti seri a causa della sua endemicita' e particolarita'.. a 15€ l'una e non nata in cattività
                          ..ma di cattura.

                          Commenta


                          • #14
                            E' difficilissimo far capire alla gente quanto possano essere nefasti questi comportamenti e altrettanto difficile è rapportarsi con gli utenti che pensano o di fare "del bene" o di "osservare" un evento o un animale. Non tutti riescono a capire che se vedono una simpatica bestiola, non c'è nulla di più bello di VEDERLA; e non c'è nient'altro da fare che lasciarla alla natura e preservare la natura in cui vive e godersi quella vista....
                            Se uno è disposto a capire, glie lo si spiega anche in 10 lingue, ma se uno insiste, non fa altro che instillare negli utenti meno esperti la voglia di provarci, quindi mi associo al provvedimento. E anzi auspicherei un'ennesimo avvertimento, visto che si leggono molto di frequente domande di questo tipo e relative "risposte", segno che spessissimo gli utenti fanno la domanda fine a se stessa, senza documentarsi prima ecc....
                            Come si dice REPETITA JUVANT.

                            Commenta


                            • #15
                              raro Ululone dal ventre giallo,
                              Sei sicuro che non fossero delle comuni Bombina orientalis con colorazione particolarmente marrone? Io al Verona reptiles non ho visto né Bombina pachypus B. variegata, sinceramente, e comunque un conto è vendere (penso dopo autorizzazione alla cattura) alcuni esemplari per la terraristica, un conto è prelevarli in natura e poi rilasciarli senza le dovute competenze e precauzioni: quello che si sta cercando di divulgare qui è la cognizione che per diventare esperti di conservazione non basta prendere due riproduttori, farli prolificare e poi liberare tutto in natura, ma servono ore e ore di studio di fattibilità, analisi sanitarie per gli esemplari da liberare, allevamento in sicurezza della specie (per evitare di far diventare gli animali vettori inconsapevoli di aptogeni per la popolazione selvatica), ecc. ecc. Non è roba da fare così a casaccio insomma.

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X