annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Glomeridae&co

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Glomeridae&co

    Ciao a tutti,
    stavo pensando di cominciare ad allevare Glomeridae e onischi ITALIANI. Avevo però qualche domanda:
    1- è legalmente possibile?
    2- set-up d'allevamento? consigli?
    3- sapreste indicarmi qualche link utile alla determinazione di specie di questi taxa?

    Grazie, buone vacanze!
    Luca

  • #2
    Nessun problema legale.

    Set-up simile al luogo del ritrovamento, in linea generale, terriccio,foglie,legni,pezzi di tegola o mattone,pietre.
    Buona umidità del sub-strato almeno in metà del contenitore, dove, sicuramente andranno a rifugiarsi, notturni o crepuscolari e non gradiscono stare all'aperto.

    Onnivori nel senso più ampio della parola, mangiano praticamente tutto.

    Dalle nostre parti trovi facilmente Porcellionidi - Oniscidi - Armadillidi oltre ai Glomeridi.

    Link per la determinazione non ne ho sottomano, aspetta qualche altro più informato.
    Ultima modifica di Giovi; 10-08-2008, 16:41.

    Commenta


    • #3
      Pur seguendo queste indicazioni, i miei sono sempre morti nel giro di qualche mese (così come la specie tropicali), ragion per cui, almeno per il momento, ho rinunciato...

      Commenta


      • #4
        A me si sono riprodotti più volte,( se non sbaglio hanno un solo ciclo annuale), tant'è che poi li ho liberati tutti in giardino , non sapevo più dove metterli.
        Guardando sotto il fauna box si vedevano le uova deposte. bianchicce a gruppetti.

        Commenta


        • #5
          Non so se parliamo dello stesso animale, il porcellino di terra, ma io anni fa ne ho messi un po' nei vasi in casa di mia madre e ce ne sono sempre a centinaia. Basta lasciar ogni tanto qualche crocchetta per gatti o camola morta o scarti di verdura (immagino siano spazzini opportunisti). D'estate credo si riproducano, perché ne trovo di piccolissimi. Sono tralaltro una leccornia per le tartarughe d'acqua e per alcuni pesci (come il cichlasoma nigrofasciatum).

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da ivan.v Visualizza il messaggio
            Non so se parliamo dello stesso animale, il porcellino di terra, ma io anni fa ne ho messi un po' nei vasi in casa di mia madre e ce ne sono sempre a centinaia. Basta lasciar ogni tanto qualche crocchetta per gatti o camola morta o scarti di verdura (immagino siano spazzini opportunisti). D'estate credo si riproducano, perché ne trovo di piccolissimi. Sono tralaltro una leccornia per le tartarughe d'acqua e per alcuni pesci (come il cichlasoma nigrofasciatum).
            Il post è stato aperto anche per quello, ma gli interventi di Giovi ed EffeCi sono sui Glomeridae, millepiedi "accorciati", spesso confusi con gli onischi (i porcellini di terra).

            Commenta


            • #7
              No, io mi riferivo proprio agli Onischi (Porcellionidi/Oniscidi), anche se allevando i Glomeridi nostrani, non ho fatto differenze sostanziali nella stabulazione.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Giovi Visualizza il messaggio
                No, io mi riferivo proprio agli Onischi (Porcellionidi/Oniscidi), anche se allevando i Glomeridi nostrani, non ho fatto differenze sostanziali nella stabulazione.
                I Glomeridi sei riuscito a riprodurli?
                Riguardo agli onischi ho già una generazione nuova.

                Commenta


                • #9
                  Si, erano nello stesso contenitore con gli Onischi, ma non ho fatto nulla di particolare.
                  Credo che sia meglio evitare di mettere corteccia di conifere.
                  Ho l'impressione che non venga gradita o, addirittura, risulti dannosa,ma non ne ho la certezza matematica.

                  Commenta


                  • #10
                    La corteccia di conifere, in effetti, è poco indicata, perchè può contenere sostanze aromatiche volatili in grado di interferire con i processi di muta degli artropodi (gli insetticidi "regolatori di crescita" sono stati scoperti per caso proprio in modo analogo...)

                    Allevare gli onischi (tropicali o nostrani) non mi ha mai creato alcuna difficoltà... ma i Glomeridae stabulati nello stesso modo mi durano sempre pochissimo... non so che dirvi...

                    Commenta


                    • #11
                      Ecco, ho preso fischi per fiaschi!

                      Originariamente inviato da Jakala Visualizza il messaggio
                      Il post è stato aperto anche per quello, ma gli interventi di Giovi ed EffeCi sono sui Glomeridae, millepiedi "accorciati", spesso confusi con gli onischi (i porcellini di terra).

                      Commenta


                      Sto operando...
                      X