annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Austropotamobius pallipes

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Austropotamobius pallipes

    Salve, circa venti anni fa ho avuto un Austropotamobius pallipes, il comune gambero di fiume.
    In Abruzzo, nella Marsica, i fiumi ne erano pieni ma poi sall'improvviso sparirono, chi diceve per un virus, chi per inquinamento.
    C'è chi ne conosce le effettive cause di questa sparizione e se la specie è ancora presente e in che zone?

    Ciao Max

  • #2
    ciao Max, tu hai qualche notizia sui granchi di fiume? e sai qualche cosa sulla concorrenza dei gamberi alloctoni vs nostrani? io l'unica (forse perché passo più tempo su libri e computer che in natura) traccia di gambero che ho visto finora è un esoscheletro in riva ad uno stagno artificiale... mi ha molto incuriosito, penso sia una specie americana....

    ciao!
    igua

    Commenta


    • #3
      Come scrivevo prima in centro Italia era pieno di gamberi italici,ora pare che ci siano gamberi o giapponesi e americani (sono rossastri, ma li ho visti solo in TV) che sono molto aggressivi.
      so che fanno molti danni all'ecosistema ma come ti ho detto non son mai riuscito a vederli.
      Mi hanno detto che in un corso d'acqua abruzzese ancora ci sono i Palaemonetes antennarius, la prossima estate me ne accerterò.
      I granchi d'acqua dolce per fortuna ancora ci sono, li ho visti nel lago di Bracciano , sono molto timidi rispetto a quelli marini.
      Sai la cosa incredibile? Sono presenti in pieno centro di Roma, nella zona archeologica dei Fori Imperiali, l'antica Roma è tuttora attraversata da una canalizzazione etrusca funzionante, la Cloaca Massima, è un bel fiumiciattolo e il sottosuolo è tutto attraversato da una falda di acqua non inquinata!! Pare incredibile ma è così.
      Questi granchi sono biancastri perchè vivono ingrottati ed escono raramente , e sono pure grandi di dimensioni, io non li ho mai visti ma ho visto un servizio in TV e una foto di tre esemplari su un capitello romano alle Terme di caracalla, se scopro qualcosa ti avverto.

      Ciao Max

      Commenta


      • #4
        I gamberi di cui parlate che infestano le nostre acque e discapito dei nostri gamberi italiani, sono i Gamberi della Louisiana, importati anni fa e poi deliberatamente liberati. Questi si comportano come le Elegans elegans (tartaruga orecchie rosse), essendo molto adattabile e vorace, batte i suoi simili nella lotta per il cibo.

        Commenta


        • #5
          che cosa bizzarra! mi hanno sempre affascinato questi animali che sembrano "fuori posto"...
          mi piacerebbe vederli, una volta, 'sti granchi... quà da noi pare che si sono estinti...
          io sto mantenendo dei Sesarma, ogni individuo ha il suo carattere! mi stupisco sempre quando constato che degli animaletti così possono avere personalità e comportamenti abbastanza complessi...

          p. s. a proposito di animali "fuori posto"... l'anno scorso nel nostro lago di Neuchatel c'è stata un'invasione di mini meduse! a quanto pare sono dei celenterati che vivono la maggior parte del tempo sotto la forma di polipi, ma a delle condizioni eccezionali si fanno vedere come meduse!!
          roba da matti..
          ciao!

          Commenta


          • #6
            Io so un paio di posti dove sono presenti i gamberi di fiume, credo che non siano quelle specie importate dall'america, ma proprio i nostri gamberi di fiume. Il primo posto è il lago di Tenno, e Tenno appunto, e il secondo in un fiume nella valle delle cartiere di Toscolano Maderno

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da DaveSalo
              Io so un paio di posti dove sono presenti i gamberi di fiume, credo che non siano quelle specie importate dall'america, ma proprio i nostri gamberi di fiume. Il primo posto è il lago di Tenno, e Tenno appunto, e il secondo in un fiume nella valle delle cartiere di Toscolano Maderno
              Meno male, quindi si sono salvati in varie parti d'Italia.....vi ricordo che ne è proibita la pesca e la cattura spero di poterne trovare qualcuno questa estate nel fiume abruzzese chimi hanno segnalato.
              Ciao Max

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da igua
                p. s. a proposito di animali "fuori posto"... l'anno scorso nel nostro lago di Neuchatel c'è stata un'invasione di mini meduse! a quanto pare sono dei celenterati che vivono la maggior parte del tempo sotto la forma di polipi, ma a delle condizioni eccezionali si fanno vedere come meduse!!
                roba da matti..
                ciao!
                Questa non la sapevo :-O !! Meduse lacustri europee...incredibile!! Sapevo che esistono delle spugne lacustri ma meduse no!!
                Dalle tue parti che lamellibranci ci sono?

                Ciao Max

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da =TINI83=
                  I gamberi di cui parlate che infestano le nostre acque e discapito dei nostri gamberi italiani, sono i Gamberi della Louisiana, importati anni fa e poi deliberatamente liberati. Questi si comportano come le Elegans elegans (tartaruga orecchie rosse), essendo molto adattabile e vorace, batte i suoi simili nella lotta per il cibo.
                  Non sai nulla del virus che circa venti anni fa fece fuori i gamberi italici?

                  Commenta


                  • #10
                    I gamberi americani infestanti sono i procambarus clarckii...

                    io ho visto più volte gli austrapotamobius in cadore, provincia di belluno, molti anni fa.... ma da 5-6 anni nemmeno l'ombra!

                    Invece nelle colline attorno a firenze ho visto spesso il potamon fluviatilis, granchi d'acqua dolce europeo.

                    Commenta


                    • #11
                      Io ora ho una piccola vasca piena di cyclops, basta andare in campagna nei fossi secchi, prendere un po' di terra, aggiungere l'acqua ed ecco che spuntano dal nulla insieme alle daphne.
                      Sono alla caccia del Lepidurus apus, qui a Roma c'è ma non lho mai visto ed ora aspetto la scesa della piena del Tevere per prendere dei lamellibranchi, credo che siano Anodonta, boh? Sto allargando una vasca per le Emys e voglio introdurre un po' di fauna caratteristica.
                      Ho trovato nel laghetto di Villa Borghese un bivalve morto, credo sia un Psidium devo inserire la foto nel forum apposito per sapere cosa sia effettivamente.

                      Commenta


                      • #12
                        ciao!

                        non so che lamellibranchi ci sono, da noi... da quello che mi ricordo ne ho visto i gusci solo 2 volte... una volta quando ero piccolo, a Locarno, e l'altra qualche anno fa qu a Neuchatel. la conchiglia che ho trovato a neuchatel era bella grande, ma non me ne ricordo la morfologia.
                        e dalle tue parti??

                        igua

                        Commenta


                        • #13
                          Io anni fa ho visto dei granchi di fiume in un ruscello abruzzese a circa 100 metri dal mare. Non so se vi siano ancora....

                          Marzio

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da igua
                            ciao!

                            non so che lamellibranchi ci sono, da noi... da quello che mi ricordo ne ho visto i gusci solo 2 volte... una volta quando ero piccolo, a Locarno, e l'altra qualche anno fa qu a Neuchatel. la conchiglia che ho trovato a neuchatel era bella grande, ma non me ne ricordo la morfologia.
                            e dalle tue parti??

                            igua
                            Il Tevere ne è pieno e sono grandi più di una cozza "verace", è difficile prenderli perchè il fiume scorre tra alti argini ma voglio prenderne qualcuno da mettere nel mio piccolo stagno artificiale, così da pulirne l'acqua. I gusci se ne trovano molti, a centinaia.
                            Il Tevere da alcuni anni sta riservando delle sorprese incredibili, da quando 20 anni fa ne depurano l'acqua spontaneamente si introducono sempre più nuove specie, io spero in un ritorno degli storioni, prima o poi!!

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Marzio
                              Io anni fa ho visto dei granchi di fiume in un ruscello abruzzese a circa 100 metri dal mare. Non so se vi siano ancora....

                              Marzio
                              Bene! Credo che i granchi non siano in difficoltà come il gambero di fiume.
                              Mi hanno raccontato che se afferrano un pesce lo "scuoiano" con le chele, chissà se è vero?
                              Ciao Max

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X