annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Colonia di Gamberetti Cardina

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Colonia di Gamberetti Cardina

    Buongiorno Ragazzi,

    é la prima volta che scrivo in questa sezione e spero di non aver sbagliato^^



    Dunque, dopo aver fatto una ricerca sul forum e su internet trovando ben poco di quello che mi serve ora scrivo direttamente qui sperando che almeno voi riusciate a darmi le dritte giuste.

    Come descritto su di un'altro post sempre in questo forum sono riuscito a creare senza volerlo una piccola colonia di gamberetti che altri utenti hanno identificato come appartenenti alla famiglia delle cardinomae, credo si scrivi così. Qui metto il link della discussione incriminata:http://www.sanguefreddo.net/tartarug...amberetti.html

    Ad oggi, ad un mese dal trasloco che hanno dovuto subire anche loro gli ho creato una casetta tutta loro con una vasca da 5-6 L, fondo in sabbia, ciottoli a creare anfratti e grotticelle ed un minimo di arredo che usano come pascolo. La vaschetta è senza filtro e termostato, premetto.

    Quando ho svuotato il Terracquario dai 5 gamberetti che ricordavo io ne ho recuperati una decina, di 1 cm abbondante, il che mi spiega perchè la Pelo si metteva con la bocca aperta difronte al getto del filtro: si mangiava le larve suppongo <.<
    I gamberetti dividono il loro spazio con delle chiocciole (Nigrita credo mmm) Nere striate bianche in soldoni . Osservandoli nell'arco di 30 giorni posso dire che la vaschetta è tenuta splendidamente pulita dagli animaletti stessi, il fondo non ha sedimenti e l'acqua è limpida. La vascetta ospita anche i pesci che poi vanno trasferiti nell'acqua-terrario per alimentare la tartaruga (se non è vivo e non lo insegue non mangia). Effettivamente in questa vaschetta c'è non poco traffico ma sembra che il passaggio di pesce gli faccia "bene". Neon, Ancette e Guppy quando arrivano in sta vaschetta sembrano al bagno pubblico ed i gamberetti sono attivi spesso anche di giorno.

    Comunque ho notato da un paio di giorni, visto l'abbassamento delle temperature, la temperatura dell'acqua della vaschetta dei gamberi è passata dai 18° giorno/15° notte a invece 15° giorno/13° notte.

    In concomitanza con questo cambio di temperature i Gamberetti sembrano "lenti", stazionano sul fondo anche di fianco sembrando effetivamente morti. Ma non'appena busso sul fianco della vaschetta sguisciano via. la sera il fenomeno è peggiore, ovvero per avere una reazione apprezzabile li veto toccare con il manichetto del retino.

    Il problema lampante, per me, è la temperatura che volevo risolvere nel seguente modo:

    Dall'acquaterrarario della Pelo volevo dirottare l'acqua in uscita dal filtro con uno di quei tubicini in gomma morbida e trasparente, quelli usati anche in medicina, il cui diametro è perfettamente quello del beccuccio da cui la pompa spara fuori l'acqua. Farlo arrivare alla vaschetta dei gamberetti, quindi immettendo acqua a circa 24-26° 24h su 24 e con un'altra pompetta travasare l'acqua dalla vaschetta nuovamente all'acqua terrarario. Le due vasche sono comunque appaiate l'una all'altra, per sfruttare meglio la luce. Il che dovrebbe far diventare la "Gamberiera" una vaschetta di decantazione dove i sedimenti più fini si depositano a favore di gamberi e chiocciole e reinmessa nell'acquaterrario con un passaggio di filtraggio in più.

    Che ne dite?

  • #2
    Come descritto su di un'altro post sempre in questo forum sono riuscito a creare senza volerlo una piccola colonia di gamberetti che altri utenti hanno identificato come appartenenti alla famiglia delle cardinomae, credo si scrivi così. Qui metto il link della discussione incriminata:Pelomedusa - Crescita e Colonia di Gamberetti
    La famiglia delle caridine è Atyidae, "cardinomae" non esiste. DOVE hai comprato queste caridine? In un negozio di animali? Altrimenti potrebbe essere la caridina italiana, Atyaephyra desmaresti, che però produce larve che si sviluppano in mare.

    I gamberetti dividono il loro spazio con delle chiocciole (Nigrita credo mmm) Nere striate bianche in soldoni . Osservandoli nell'arco di 30 giorni posso dire che la vaschetta è tenuta splendidamente pulita dagli animaletti stessi, il fondo non ha sedimenti e l'acqua è limpida. La vascetta ospita anche i pesci che poi vanno trasferiti nell'acqua-terrario per alimentare la tartaruga (se non è vivo e non lo insegue non mangia). Effettivamente in questa vaschetta c'è non poco traffico ma sembra che il passaggio di pesce gli faccia "bene".
    LA temperatura non c'entra niente, se si tratta della caridina italiana vive bene anche a 4°C, il problema semmai è l'accozzaglia che hai fatto in 5 litri d'acqua. Senza filtro, ogni volta che ci metti i pesci (quanti?) produci scariche di composti azotati che chiaramente degradano l'acqua e indeboliscono i gamberetti. Il problema si chiama ammoniaca e nitrito, non temperatura. Smetti di metterci i pesci, cambia il 20% dell'acqua, non aggiungere cibo e forse riuscirai a salvare i gamberetti.

    Commenta


    • #3
      Capito capo, metto subito i ripari...

      I pesci ce ne vanno 6 (piccole dimenzioni) una volta a settimana

      Le chiocciole se danno problemi le metto nell'acqua terrario, o vengono mangiate o rimangono sul fondo, tanto sono li per mangime (orribile lo so)


      I Gamberetti li ho comprati in un negozio specializzato in acquari, la prima volta chiedendo semplicemente Gamberetto d'Acqua Dolce, solo sul forum qualcuno gli ha dato un nome...

      Commenta


      • #4
        Allora probabilmente sono caridine di qualche specie che vive in acqua dolce, se ti si sono moltiplicate. A quella temperatura stanno bene, però avere ogni settimana 6 pesci tra le scatole in 5 litri sicuramente le indebolisce, come dicevo.

        Ma perché usci pesce vivo per la tartaruga? Non lo mangia il morto? Magari il pesce mettilo in un altro contenitore e alleva i gamberetti a parte.

        Commenta


        • #5
          Alleverò i gamberetti per conto loro, si

          ora vedo come attrezzarmi con un piccolo filtro esterno



          Pultroppo no, il morto non lo mangia se non davvero affamata, il che vuoldire lasciare almeno 2-3 giorni il cadavere galleggiante nell'acqua-terrario. Le ho provate tutte ma la Pelo non ne vuole sapere. Se non lo deve inseguire non se lo mangia, infatti i gamberetti quando erano nella sua vasca non li calcolava se non nuotavano direttamente difronte il suo becco...

          Ora però, visto il loro moltiplicarsi mi sembra barbaro lasciare la colonia alla mercè del mostro e volevo "Coibentarla"

          Comunque l'idea della vasca di decantazione come ti sembra?

          Commenta


          • #6
            Mah, prova a farla, io non ne ho esperienza quindi non saprei dirti se funziona.

            Commenta


            • #7
              Bene, visto che nessuno ha esperienza di una cosa del genere mi permetto di utilizzare questo post come "Diario di bordo"


              Dunque, ieri ho sistemato dei tubi in gomma trasparente, morbida, che collegando il filtro della tartarughiera alla vaschetta con la colonia di gamberetti; Da questa una seconda pompetta munita di tubo solleva l'acqua e la riporta alla prima vasca.

              Ho passato la mattinata a calibrare il tutto ed alla fine sistemando le pompe al minimo e grazie alla legge dei vasi comunicanti entrambe le vasche hanno il medesimo livello e l'acqua ha un circolo continuo ma dolce in entrambi i contenitori.

              Da subito ho notato che i gamberetti, i quali erano catatonici (passatemi il termine ), dopo 5 minuti con l'acqua calda e filtrata che arriva dalla tartarughiera hanno ripreso a pascolare per l'intera vaschetta in modo vivace. Da 10, pultroppo, ne ho persi due. Stesso per le chiocciole che condividono la vaschetta, con la0cqua calda si sono revitalizzate ed hanno fatto loro le pareti.

              Ho eliminato l'arredo in plastica ed ho inserito una ben meno ingombrante e più utile Anubias Nana per vedere come si comportavano i gamberi. Mentre la piantavo nel fondale avevo tutti e sette gli animeletti che mi frullavano fra le dita ed in davvero poco tempo ne hanno fatto casa loro

              Li ho lascati tranquilli tutta la serata di ieri e sono andato a vedere in che situazione erano solo la mattina dopo: avevano fatto tutti la muta, favolosi! Per scrupolo ho controllato se c'erano tutti e sette ed effettivamente non ne mancava nessuno.

              parliamo dell'azione filtrante:
              La pelo, stamene, ha evaquato e quindi volevo vedere se il filtro riusciva ad aspirare il tutto e cosa sarebbe arrivato nella vaschetta. Per un pò di tempo dal tubicino che arriva dall'acquaterrario era evidente che arrivava del sedimento giallognolo ed era favoloso vedere i gamberetti impegnati a "Zappare" sui ciottoli sistemati a mò di frangiflutti per non sollevare la sabbia con il getto d'acqua. Morale, acqua limpida in tutte e due le vaschette.

              Parlando dell'ingombro:
              Premesso che la vasca la cambierò nei prossimi mesi con una ben più grande, quindi cambio di pompa e tutto il resto e stesso destino avranno anche i gamberi a questo punto (in modo da non perdere il sacrosanto vantaggio dei vasi comunicanti ed il poco sforzo delle pompe e della bolletta enel ) la presenza dei nuovi elementi, il tubo che parte dal filtro internoe fa una piccola curva e quello che scarca vicino la spondina a cui accede alla zona emersa, non hanno turbato ne impacciato la Pelo, ha degnato di interesse solo lo scarico con una paio di morsi, ed ha continuato la sua giornata come sempre fra bagni di sole e seppellimenti nella sabbia.

              Inaspettato:
              Dunque, questo travaso e quindi l'azione della vaschetta di decantazione hanno portato un paio di vantaggi inattesi; Il primo è stato la stabilizzazione della velocità di evaporazione dell'acqua che si è abbattuto in maniera ben visibile. Per l'intera giornata non ho avuto le strisciate di condenza che da settembre mi affligono e le fastidiose zebrature dei livelli d'acqua che calano gradualmente. La temperatura rimane stabile e non vi è un sovraccarico al lavoro che svolge il termostato.

              Appena torno a casa vedo di fare un paio di fotografie.

              Commenta


              • #8
                Ecco le foto, fatte ieri sera, quindi la luce non è un granchè

                Panoramica
                http://flynncolonie.altervista.org/IMG_0824.JPG

                Attacco alla pompa con il gruppo filtrante
                http://flynncolonie.altervista.org/IMG_0825.JPG

                Interno della vaschetta
                http://flynncolonie.altervista.org/IMG_0826.JPG

                il "Re" della piantina
                http://flynncolonie.altervista.org/IMG_0833.JPG

                Vista dal restro
                http://flynncolonie.altervista.org/IMG_0835.JPG

                Le due vaschette sono separate visivamente da del cartone verde e degli arredei da acquario in plastica che non uso più.

                Il resto dei gamberetti invece erano infrattati fra i ciottoli quindi non sono riuscito a fare delle foto decenti

                Commenta


                Sto operando...
                X