annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Allevamento archispirostreptus gigas

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Allevamento archispirostreptus gigas

    A breve dovrei prenderei una coppia di questi magnifici esemplari,più o meno l'abc per allevarli lo so,volevo peró sapere tutto!chi può darmi consigli? Magari postare anche qualche scheda allevamento,ringrazio anticipatamente coloro che mi daranno una mano

  • #2
    Ciao... Schede purtroppo ce ne sono poche, e comunque non in italiano, però l'allevamento è piuttosto facile, sono animali di poche esigenze: per una coppia direi che le dimensioni minime siano 40x40cm di base, in cui andranno messi almeno 15 cm (l'ideale in realtà sarebbe una grandezza superiore alla lunghezza del millepiedi) di substrato (torba di sfagno va benissimo, magari (anche se non è fondamentale) mischiata a foglie secche e\o a legno marcio - il tutto sterilizzato in forno per scongiurare agenti patogeni). Anche se non si direbbe sono animali che amano molto arrampicarsi, per cui dare un po' di spazio anche in altezza è buona cosa... l'arredamento, sopra al substrato, deve essere composto da foglie secche varie (di cui si nutrono volentieri), anche in semi-decomposizione, tronchi o rami per permettere loro di arrampicarsi, e qualcosa che serva come rifugio, tipo una corteccia di sughero (in questo periodo si trovano ovunque perché usate per il presepe) o una noce di cocco, rivolti con l'apertura a terra. Si può aggiungere qua e là del muschio, che può servire a mantenere un'eterogeneità nel gradiente di umidità e del quale ogni tanto si cibano per integrare liquidi... Come cibo si lascia sempre qualche spicchietto di mela, a cui si può aggiungere frutta e verdura di qualsiasi tipo (ti renderai conto piano piano di quali sono le cose che gradiscono di più). Il tutto deve essere rigorosamente sbucciato, perché i primi millimetri dalla buccia sono quelli in cui di solito si accumulano insetticidi e altre schifezze chimiche.. Le temperature sono quelle di casa, diciamo tra i 20 e i 28°C... se li terrai in una stanza fredda puoi mettere un tappetino o un cavetto scaldanti DI LATO (non sotto) all'esterno alla teca - di lato perché il calore in natura non viene dal basso, e quando i millepiedi si interrano si aspettano di trovare una certa differenza di temperatura e umidità; inoltre il troppo calore può essere nocivo per le uova. In generale comunque per i millepiedi è più pericolosa l'estate... Ogni tanto dai qualche nebulizzata, cercando di creare una zona più umida e una meno umida, così potranno scegliere dove preferiscono. Cerca sempre di lasciare qualche gocciolina sul vetro o su qualche elemento d'arredo perché bevono molto.
    Sappi in partenza che si vedono poco, stanno quasi sempre nascosti, escono talvolta la notte e ogni tanto mi capita di vederli fare "le ore piccole" la mattina, ma se ti aspetti un terrario vivace non è la specie ideale... Non ti preoccupare troppo delle muffe, se non sono eccessive, perché sono animali di sottobosco, quindi nel loro habitat muffe e funghi sono all'ordine del giorno... Hanno acari commensali che sono positivi in quanto ripuliscono il loro esoscheletro, ma se vedi che diventano troppi asportane qualcuno con un pennellino... se compaiono acari diversi da quelli che hanno di solito invece devi asportarli subito, sterilizzare ogni cosa, lavare la teca e cambiare il substrato...
    Può capitare che i millepiedi resteranno nascosti anche per 1 o 2 mesi di seguito; in quel caso non scavare, perché potrebbero stare mutando o deponendo... oppure semplicemente se la dormono beatamente, ma meglio non rischiare!
    Se hai altre domande (o mi viene a mente qualcos'altro), ci riaggiorniamo!

    Commenta


    • #3
      Questa cosa degli acari commensali,mi chiedevo se fossero dannosi per altri animali,ho pogone,camaleonti,serpi,rane,gechi..inserendo comunque nel terrario onischi non ci dovrebbero essere problemi con muffe e altri acari no? Io li tengo in camera mia e ora ci sono circa 20 gradi d'estate se farà troppo caldo li sposterò in cantina!per l'accomppiamento e tanto difficile? Come distinguo maschio e femmina?comunque grazie mille delle info gentilissimo davvero!

      Commenta


      • #4
        Foglie e legno marcio li prendo nel campo dietro casa , a che temperatura e per quanto tempo sterilizzo in forno?ci sono dei periodi più indicati per l'accomppiamento?a che età si riproducono?scusa le mille domande

        Commenta


        • #5
          Gli acari commensali passano tutta la vita sul millepiedi, hanno bisogno di convivere per sopravvivere, per cui non sono dannosi per gli altri animali... inoltre non te li ritroverai in giro per la casa, scendono dal millepiedi raramente, restano a pochi centimetri e poi risalgono, quindi le altre teche sono al sicuro, tranquillo!
          Con gli onischi tieni sicuramente sotto controllo le muffe (che in realtà non sono una piaga, nel senso che il terrario non è umidissimo, è tutto sterilizzato, per cui non se ne formerà una quantità eccessiva - casomai basta aumentare un po' l'areazione), devi però considerare che questi sono competitori alimentari rispetto ai millepiedi, quindi c'è chi li sconsiglia: io proverei senza, poi se vedi che hai un problema di muffe puoi provare a metterne un po'... Per sessarli devi guardare tra i primi segmenti addominali (mi sembra il 7°): il maschio di solito ha un segmento privo di zampe o con zampe vistosamente più corte delle altre, la femmina invece non ha nessun tipo di interruzione... l'accoppiamento diciamo che "capita", nel senso che non devi fare nulla per favorirlo, quando saranno entrambi adulti (non ti so dire esattamente quanto tempo ci vuole, e anche la lunghezza non è molto indicativa perché alcuni esemplari da adulti sono più lunghi di altri coetanei) se la stabulazione sarà ottimale può capitare che si accoppino... ci vuole un po' di fortuna
          Per sterilizzare io metto in forno a una temperatura di 130-150° per un'oretta... il muschio puoi lasciarlo un giorno a mollo in acqua, così non muore e il grosso degli invertebrati presenti scappa o affoga...
          Per altre domande chiedi pure

          Commenta


          • #6
            Ma le foglie e il legno non prendono fuoco in forno a quelle temperature? ok per il resto ok,credo di aver capito tutto,allora sub strato di circa 15 cm composto da legno marcio torba e foglie,temperatura intorno ai 24 gradi,come cibo crocchette e avanzi di frutta e verdura sbucciati,metto qualche onischio per sicurezza( al massimo aggiungo un po' di cibo) nebulizzo leggermente ogni giorno,giusto? In caso di acari dannosi come mi comporto?

            Commenta


            • #7
              ...me lo sono chiesto anch'io quando mi hanno detto di cuocerle, ma in realtà evidentemente l'acqua che contengono è sufficiente per non avviare la combustione spontanea... io non ho mai avuto problemi! Creano piuttosto un intenso odore di the aromatizzato per tutta la casa, che può anche essere piacevole (dipende dai gusti)...
              Io le crocchette non le do, al massimo un po' di cibo in scaglie per pesci (quello con spirulina è l'ideale), comunque mangiano un po' di tutto e sono molto resistenti...
              Gli acari dannosi dovresti riconoscerli subito (io fortunatamente non ne ho mai avuti, però si dice che siano facilmente individuabili), e come ti dicevo vanno tolti con un pennellino o con un cotton fioc, avendo cura di levarli TUTTI... dopo di che cambi tutto il substrato, comprese le foglie, sterilizzi l'arredamento e magari lavi il terrario... le Trichorhina fanno da competitori alimentari anche per molti acari, per cui ti dovrebbero dare una mano... volendo si potrebbe ricorrere anche ai collemboli, ma credimi, se hai l'accortezza di mettere tutta roba pressoché sterile non dovresti avere problemi..!
              Io nebulizzo 4-5 volte a settimana, prima lo facevo anche meno, ma sto aumentando perché mi sto accorgendo che nebulizzando più spesso sono più attivi; in realtà non sono riuscito a trovare dei parametri di umidità precisi, mi sono affidato alle direttive di allevatori più esperti di me che per le nebulizzate andavano a occhio... per questo ti dicevo di lasciare una parte più umida e una meno (e di mettere tanti nascondigli affinché gli inquilini possano scegliere in libertà la zona con l'umidità giusta...).

              Commenta


              • #8
                Ok grazie mille appena li prendo vedrò di postare delle foto!!

                Commenta


                Sto operando...
                X