annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Allevamento,di piccole dimensioni, insetti da pasto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Allevamento,di piccole dimensioni, insetti da pasto

    Buongiorno. Volevo allevare gli insetti da pasto (grilli,tarme,dubia ecc.) come se fossero un aracnide o un altro artropode; mi spiego meglio. Volevo allevarli non tanto per avere un allevamento d'insetti e quindi non comprare sempre delle scatolette; ma per avere degli animaletti da curare e prendermene cura. Visto che tra un po' compro un ciliatus, avranno anche il compito di nutrirlo. In breve volevo avere un allevamento sia per non comprare sempre delle scatolette e avere quindi gli insetti sempre a disposizione, ma anche per prendermene cura (mi piace perdere tempo). Secondi voi è fattibile? Nel senso, se allevo ad esempio delle dubia e si andrà a creare una colonia di 100 esemplari, avendo solo un rettile insettivoro, avrò una riserva infinita d'insetti da pasto, ma la mia domanda di prima, si riferiva a se è pericoloso avere tutti quegli insetti per un singolo esemplare; magari, avendo 100 esemplari, prendo un paio dei 100 e li do in pasto al mio unico rettile, ma ho preso gli esemplari più vecchi o altre complicanze varie. Quindi la nuova domanda è: Allevare insetti da pasto per un solo rettile è rischioso?(magari rendono meno vitamine rispetto ad un insetto di una scatoletta).

  • #2
    È fattibili simo, però ci vogliono almeno 6 mesi perché la colonia stabilizza il numero di morti e nascite e devono essere a temperatura costante a 32 gradi oltre ad avere bisogno di una buona dieta varia con anche pellet per conigli e tant altro, informati in po' in giro

    Commenta


    • #3
      E soprattutto un ciliatus non mangia di certo dubia adulte
      Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
      Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
      un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

      Commenta


      • #4
        Io allevo insetti da pasto da circa un anno, nello specifico Acheta domestica, Blatte lateralis e lombrichi. Le dubia sono abbastanza grosse per un ciliatus e più chitinose rispetto alle lateralis, io mi trovo molte bene con queste ultime e anche il geco le apprezza molto. In ogni caso ho adibito una stanza solo per loro perché tra il rumore e la puzza non potevo più permettermi di tenerle lungo le scale di casa. Per le blatte che sono le più semplici da allevare ho 2 scatole di plastica con 2 colonie avviate 1 la uso io per dar da mangiare agli animali l'altra l'ho creata per quando prenderò il tegu e voglio averne molte di scorta. Per tenerle al caldo uso dei tappetini riscaldanti da 40 W di dimensioni 89*28 cm come cibo do dello sfarinato per insetti e ogni tanto ci aggiungo del cibo per pesci da bere uso l'acqua gel. Per tenere un po più pulito prendo un bicchiere di plastica, lo taglio a metà e in una metà metto il cibo nell'altra il bere. Pulisco tutte le colonie 1 volta al mese.
        I grilli sono più impegnativi, per loro ho 6 scatole di plastica a sponde alte in 1 ho solo gli adulti da riproduzione, 1 è la nursery dove faccio schiudere le uova e dove tengo i microgrilli per circa una settimana poi gli trasferisco in un altra scatola dove diventano minigrilli, successivamente in altra dove diventano di taglia media che poi uso come insetti da pasto. In totale ho 3 scatole per i medi poi a mano a mano che diventano adulti (quelli che non vengono mangiati dai miei animali) gli trasferisco nella scatola di quelli da riproduzione e il ciclo ricomincia. Come riscaldamento uso sempre il tappetino prima menzionato e per i medi e i gli adulti ho messo delle lampade spot da 50W che accendo per 12 ore al giorno. Cibo e acqua stesso metodo delle blatte. Di grilli ne ho a sufficienza anche per il futuro tegu quindi sono tranquilla. Lombrichi non so se ti interessano.

        Commenta


        • #5
          Grazie a tutti delle risposte. Volevo sapere un'ultima cosa. Le dimensioni di un contenitore per allevare le blatte o altri insetti da pasto, quanto deve essere? Un contenitore non troppo grande anche perché, tanto l'allevamento deve essere di piccole dimensioni. Avendo solo un rettile insettivoro
          Ultima modifica di GiorgioC; 12-11-2019, 13:27.

          Commenta


          • #6
            Per le blatte uso contenitori di 30*20*20 cm per i grilli 50*30*40 cm. Attualmente allevo 3 rettili e 1 anfibio per un geco basta 1 scatola di blatte e 4 di grilli, i secondi necessitano di più scatole perché ho appurato che se mescoli piccoli e grandi questi se li mangiano e alla fine è come se avessi lavorato per niente.

            Commenta


            • #7
              grazie!!! Domande:
              1) a casa mia, ho costante 60% circa di umidità. Va bene per la lateralis?
              2)per le ooteche, devo mettere nel terrario una parte più umida o un substrato oppure le divido dagli adulti? Oppure lascio così com'è (nel contenitore degli adulti e con la stessa umidità senza mettere cose aggiuntive)?
              3) per tenere i 30 gradi di temperatura, servirebbe un tappetino/cavetto; la sonda del termostato la poggio a terra dove vi sono 30°? Se non riesco a raggiungere quella temperatura, posso mettere un cavetto riscaldante tutto intorno e sotto al box d'allevamento? Oppure alle lateralis serve una zona fredda/zona con temperature inferiori a 30°?
              Ultima modifica di GiorgioC; 12-11-2019, 19:48.

              Commenta


              • #8
                Scusate delle tante domande ma questi sono i miei ultimi dubbi
                Ultima modifica di GiorgioC; 10-11-2019, 16:41.

                Commenta


                • #9
                  Qualcuno può rispondere a queste domande? In settimana inizio l'allevamento.

                  ​​​
                  Ultima modifica di GiorgioC; 12-11-2019, 19:47.

                  Commenta


                  • #10
                    1) L'umidità ambientale non influisce sull'allevamento delle blatte conta che una volta che usi il tappetino dentro alla scatola l'umidità sarà più bassa di quella esterna, ad esempio oggi il termoigrometro che ho nella stanza degli insetti mi segna 70% di umidità e 17°C, inoltre per un intero anno gli ho tenuti lungo le scale dove la temperatura scendeva intorno ai 10/12°C d'inverno, ma hanno continuato il loro ciclo vitale ugualmente.
                    2) Inizialmente io dividevo le ooteche dagli adulti e le riponevo in un contenitore più piccolo a "incubare" a 30°C senza substrato, adesso lascio adulti e ooteche insieme perché ho notato che le blatte non sono così cannibali come i grilli e la colonia rimane sempre in equilibrio con morti e nascite.
                    3) La temperatura di allevamento ho visto che può variare dai 25 ai 32°C io ho messo mezza scatola sul tappetino e mezza no. Giusto mi è venuto in mente che sotto alle scatole ho messo dei cartoni per evitare che poggino direttamente sul pavimento freddo, sennò il tappetino fa molto meno caldo, ho recuperato degli scatoloni e gli ho ritagliati di modo da farci dei rettangoli su cui poggiare le varie scatole (molto home made insomma ). All'interno delle scatole metti dei cartoni da uova per fargli un po di tana. Io non uso nessun termostato dato che la temperatura della stanza è abbastanza bassa infatti quando viene la bella stagione appena inizio a vedere le blatte e i grilli che invece di stare rintanati sotto ai cartoni da uova al caldo stanno sopra di essi o nella zona fredda spengo i tappetini e ai grilli lascio solo le luci accese. Le blatte comunque sono anche abbastanza facili i grilli sono più rognosi specie per il fatto di riproduzione e deposizione uova.

                    Commenta


                    • #11
                      grazie infinite. In ogni caso, i 25-32 gradi sono la temperatura della zona più vicina la tappetino; dico bene? Perché immagino che avere 30 gradi nella zona superiore, vuol dire avere 37/40 gradi nella zona sottostante. il tappetino a diretto contatto con le scatole di plastica, potrebbe modificare o sciogliere la plastica a contatto? ( serve qualcosa che separi plastica da tappetino oppure lascio che si tocchino?). Comunque... belli i rettangoli di cartone
                      Ultima modifica di GiorgioC; 12-11-2019, 22:13.

                      Commenta


                      • #12
                        Il tappetino non scioglie la plastica delle scatole, 25/32°C sono nella parte calda ovvero dove il tappetino è a contato con il fondo di plastica della scatola, la temperatura dell'aria in scatole così piccole è irrilevante. Io non ho messo nulla tra tappetino e scatola, ho allestito il tutto in questo modo: rettangolo di cartone che poggia per terra della misura della scatola, tappetino e scatola sopra di esso.
                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMAG1328.jpg 
Visite: 9 
Dimensione: 61.9 KB 
ID: 2232890 Questa è la foto del mio allevamento di insetti composto da 6 scatole per i grilli e 2 per le blatte.
                        Ultima modifica di ImoriSalamandra; 13-11-2019, 22:25.

                        Commenta


                        • #13
                          ok grazie mille.

                          Commenta


                          Sto operando...
                          X