annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Tettigonidi verdi: ho bisogno di un superaiuto!

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Tettigonidi verdi: ho bisogno di un superaiuto!

    Sono ormai mesi che mi arrovello: esisterà ben un insetto verde, di taglia medio-grande, non infestante (non proponetemi blatte!) e sufficientemente socievole da poter essere allevato in comunità!

    La domanda parte dalla considerazione -evidente- della scarsità di sorgenti alternative di cibo vivo per i mie camaleonti... veri amanti degli insetti verdi.

    Ne ho parlato con tanti ma fino ad ora non ho avuto un input valido... fino ad ora...

    Sabato scorso, infatti, oltre alla coronella di cui ho parlato nella sezione dei "nostrani", ho finalmente incontrato il prototipo di tettigonide che potrebbe fare al caso mio.

    Ne sono riuscito a prendere solo 5 esemplari (3 maschi e 2 femmine) ma non ho assisistito ad alcun episodio di aggressività, neanche tra maschi che stanno "cantando".

    Ora sorge spontanea la prima domanda: ma di cosa si tratta?
    Ecco quindi in allegato la foto di un maschio e di una femmina di questa specie. La lunghezza è di circa 3 cm (zampe escluse), il ventre è giallo o quasi arancione, secondo me la caratteristica più peculiare è il prolungamento dorsale del torace che va a ricoprire le piccole elitre... tanto che, fintanto che non ho trovato la prima femmina, avevo pensato si trattasse di soggetti subadulti!

    Certamente il fatto di averli non implica che riuscirò a stabularli correttamente, o a riprodurli, ma vorrei provarci seriamente ed il primo passo è avvicinarmi il più possibile alla loro classificazione.

    HELP!!!
    File allegati
    Animali insoliti? Amici Insoliti!

  • #2
    Non so cosa sono! Però se ne trovano tantissime sulle colline di Sassuolo! Quando vado a castagne o con mio padre dove abitava una volta (in collina appunto) ne trovo tantissime, invece qui in pianura mai viste! Una cosa che ho notato: mordono come assatanate, mi hanno fatto sanguinare un dito una volta!

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Luca
      Una cosa che ho notato: mordono come assatanate, mi hanno fatto sanguinare un dito una volta!
      Questo può essere un bel problema per i nostri cama!!!

      Commenta


      • #4
        Non sono un esperto di ortotteri... se dovessi azzardare un genere, direi Pholidoptera. Allevamento....io ho tenuto una specie molto simile ma marrone, e purtroppo sarei pessimista...alla lunga, se non ricevono adeguato nutrimento animale, possono cannibalizzare. sono comunque meno tremende di tettigonia e simili.

        Commenta


        • #5
          Sono abbastanza sicuro che si tratti di Eupholidoptera sp. (chabrieri?), Tettigonidae arbusticolo legato ad ambienti collinari e cespugliosi. Gli adulti si trovano nel mese di ottobre (quindi ci dovremmo essere).

          Commenta


          • #6
            trovati a 580 metri di quota e non più in basso, quindi ci siamo, però i due ambienti colonizzati erano rispettivamente prato e roveto. Mi paiono a fine ciclo riproduttivo (un maschio è già morto), ma una delle femmine pare voler deporre quindi spero nelle uova. Avete per puro caso altre info che possano essermi utili?

            PS nessun cannibalismo neanceh sul maschio morto spontaneamente!
            Animali insoliti? Amici Insoliti!

            Commenta


            • #7
              Ho un libro che tratta solo la distribuzione di questi ortotteri in Abruzzo, non credo possa esserti di grande aiuto. Comunque sia sintetizzo: appartiene all'associazione arbusticola campestre (caratterizzata da vegetazione erbacea, cespugli ed erbe alte) ed è un genere che ama gli ambienti ombrosi, le radure di bosco ed i fondo valle. Nell'Appennino centrale sembra essere un'entita mesoigrofila. Non c'è altro, non è un genere molto conosciuto (o meglio, il libro non lo conosce). Sul web ci sono delle informazioni (poco utili ai fini dell'allevamento ma comunque interessanti), prova a vedere.
              Ti conviene stendere uno spesso strato di torba o terriccio (almeno 8-10cm) nel terrario altrimenti potrebbero non deporre. Tra l'altro la torba abbondante mantenuta umida evita la disidratazione delle uova.

              Commenta


              Sto operando...
              X