annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Identificazione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Identificazione

    Salve a tutti, ieri sera per puro caso mi sono accorto dopo tempo che "spolveravo" la scatola dei Pycnoscelus surinamensis che la suddetta polvere in realtà è una miriade di minuscoli esserini bianchi che brulicano sulla scatola...allego alcune foto per l'identificazione:
    [img=http://img394.imageshack.us/img394/2155/dsc03196pl1.th.jpg] la moneta è da 10 cents

    [img=http://img216.imageshack.us/img216/1326/dsc03194nq4.th.jpg]

    Le domande sono queste: comportano problemi per la colonia di insetti? possono parassitare anche altri animali,ad esempio sauri o gechi? Se usassi una soluzione di Permetrina per eliminarli, rischio di uccidere anche la colonia di Pycnoscelus?
    Ringrazio chi mi saprà aiutare

  • #2
    Molto probabilmente Acari.

    Fai una macro.

    Commenta


    • #3
      Ehm....le foto che ho allegato erano già macro solo che sono veramente microscopici! Però con lo zoom sulla foto stessa si vedono un pochino meglio... Attualmente non ho nemmeno la possibilità di fare una foto al microscopio essendo in pausa con l'università.
      Io ho ipotizzato come causa della loro prolificazione, la mancanza di ricircolo d'aria nella colonia di insetti da pasto contenuta nella scatola. Se hai qualche idea o soluzione fammi sapere perchè ce ne sono veramente tanti!!!

      Commenta


      • #4
        Va beh, diciamo che sono Acari, (macro o non macro) per conto mio è l'umidità che li ha favoriti.
        Che diano fastidio agli scarafaggi non direi, certo saranno molti e cominciano ad esplorare il mondo.
        Difficile liberarsene....se cali l'umidità, probabilmente ti liberi prima delle Pycnoscelus surinamensis.

        P.S. Per l'utilizzo di prodotti ...sentiamo Franco....
        Ultima modifica di Giovi; 02-02-2009, 19:28.

        Commenta


        • #5
          Grazie mille intanto per adesso E per la questione pericolosità per sauri e gechi mi sapresti dire qualcosa? Attenderò anche io speranzoso il buon Effeci, anche perchè le Pycnoscelus sono "figlie" sue......

          Commenta


          • #6
            Pericoli direi di no, non sono Acari ematofaghi, certo sarebbe meglio non proliferassero....

            Commenta


            • #7
              si li conosco bene..il mio allevamento di grilli ne era pieno...ho tolto i grilli dal loro scatolone, ho lavato bene tutto e ho fatto altri fori per l'areazione..e attualmente (dopo 3 mesi) non li ho più visti quegli "acari"...
              per i motivi di tutto ciò aspetta effeci

              Commenta


              • #8
                si, infatti la causa quasi sicuramente è il ristagno dell'aria umida nella scatola dei Pycnoscelus, solo che ho il terrore che mi infestino le altre teche!!! Anche se sono distanti dalla zona dove allevo il cibo, però ho alcune teche che devono essere umide per forza...e lì mi sorge il dubbio se possano essere dannosi o meno. Aspetto altri pareri e poi intervengo...

                Commenta


                • #9
                  In numero rilevante, possono essere senz'altro fastidiosi, dato che nelle teche, al contrario di quanto avviene in natura, nessuno se ne nutre e ne limita il proliferare.

                  Commenta


                  • #10
                    Troppa umidità e poco ricircolo d'aria...
                    Ragion per cui, aumenta l'aerazione e tienili "a secco" per un po', limitando il cibo umido a qualche pezzettino di carota.
                    I Pycnoscelus sopportano abbastanza bene la mancanza di umidità (io li tengo su vermiculite asciutta), mentre gli acari soccombono rapidamente...
                    Nelle teche perennemente umide... onischi spazzini...

                    Commenta


                    • #11
                      Perfetto, come sospettavo Grazie mille a tutti per l'aiuto!

                      Commenta


                      Sto operando...
                      X