annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Clonopsis gallica o Bacillus rossius

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Clonopsis gallica o Bacillus rossius

    C'è qualche metodo scientifico per distinguerli, tipo contare i segmenti sulle antenne o robe del genere?

  • #2
    certamente Lozo....la conopsis ha le antenne poco più lunghe del capo(7-10 segmenti) mentre il Bacillus rossius(dai 15-20 segmenti).E poi le uova di clonopsis impiegano molto più tempo a schiudersi(anche 2 anni) mentre quelle di Bacillus rossius impiegano meno...

    Commenta


    • #3
      Grazie mille, quindise le uova non si schiudono probabilmente sono clonopsis...

      Commenta


      • #4
        le uova di Clonopsis in genere ci mettono più tempo a schiudere.
        Ma una cosa Lorenzo,ma tu fai fare la diapausa alle uova??io no...non so se è sbagliato....Andrea se ci sei aiutami tuuuuuuuuuu!!!

        Commenta


        • #5
          Guarda, io non ho mai allevato specie italiche di fasmidi, ma in ogni caso a tutti gli altri insetti del bel paese che passano dal mio allevamento sono propenso a far passare l'inverno all'aperto. a parte essere più rispettoso per il loro ciclo vitale, anche solo nel caso ne veniste sommersi e doveste liberarvene... sareste certi di rilasciarli in natura allo stesso grado di sviluppo dei loro colleghi selvatici. Quindi.... per me, sì alla diapausa.

          Commenta


          • #6
            Salve a tutti!
            Riporto in vita questo post abbandonato,dato che ho delle domande, e spero sappiate aiutarmi.
            Nel mese di gennaio ho trovato un piccolo Bacillus rossius. Preso dall'entusiasmo ho cominciato sad allevarlo,ma ho commesso un erroraccio: non l'ho tenuto al freddo, e nel frattempo è cresciuto ben bene e... adesso ho il suo terrario pieno di uova! ormai saranno più di 35 uova. Questa domanda è stata già fatta nell'ambito di questo post,ma voglio porla di nuovo a eventuali lettori che abbiano avuto lo stesso "problema":
            innanzitutto, come mi comporto con le uova? di che umidità possono aver bisogno? per le temperature? le tengo al freddo per qualche settimana? stavo pensando che se fosse necessaria la diapausa, potrei gradualmente abbassare la temperatura delle uova e tenerle per un pò nella parte meno fredda del frigo. per poi riportarle a temperature normali.
            Che ne pensate?
            Ciao!

            Commenta


            • #7
              Ma adesso è primavera, qual'è il problema? Se si schiudono e liberi i piccoli all'aperto sopravviveranno (d'altronde hai trovato una neanide a gennaio, dalle tue parti deve fare mooolto caldo!).

              La diapausa non è necessaria per Bacillus, le uova si schiudono prima ma senza particolari problemi.
              Bisogna tener presente che le uova devono essere tenute ad un'umidità giusta: se si esagera si finisce col farle ammuffire, se l'ambiente è troppo secco i piccoli non nascono perchè hanno difficoltà ad emergere dalle uova. Tienile su un substrato asciutto (vermiculite, carta assorbente o torba sterilizzata) e nebulizza un paio di volte la settimana.

              Commenta


              • #8
                Grazie Piergy!
                In effetti la neanide l'ho trovata a inizio gennaio,e bisogna considerare che da me novembre,dicembre e la prima decade di gennaio sono state molto miti. Grazie per le dritte! Le uova le ho sistemate su un pezzo di carta assorbente fissato con un elastico sopra un bicchiere con dell'acqua, il tutto nel terrario del Bacillus. Nebulizzerò tutto il terrario periodicamente,come faccio sempre. Quindi niente diapausa e temperatura normale insomma! Tra un paio di settimane sistemerò il terrario fuori casa,in un luogo protetto. In natura la deposizione quando avviene comunque in questo periodo?

                Commenta


                • #9
                  Gli adulti di Bacillus rossius sono più facili da osservare alla fine dell'estate. I giovano si possono trovare tutto l'anno negli ambienti più miti, come nel tuo caso. Dopo un paio di settimane dall'ultima muta le femmine cominciano a deporre le uova; complessivamente possono produrne oltre 1000.
                  Saluti,
                  Marco Gottardo

                  Commenta


                  Sto operando...
                  X