annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Terrario Morelia spilota

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Terrario Morelia spilota

    Salve a tutti! finalmente mi sono decisa a prendere un terrario che andrà poi ad ospitare una morelia spilota(non chiedetemi se cheney, variegata o altro che ancora ho problemi a riconoscerle).
    La mia domana però è: come riscaldare l'ambiente?
    in alto metterò un semplice neon a basso voltaggio per l'illuminazione(che ovviamente schermerò) e pensavo di mettere come fonte di calore un cavetto riscaldate o una piastra sul fondo.. però non so se sia corretto calcolando che la spilota è un semiarboricolo e che quindi passerà la paggior parte del suo tempo fra i tronchi del terrario! qualche consiglio? magari su che fonti di calore mettere ma sopratutto dove posizionarle(lato, fondo, dentro o fuori dal terrario, etc)?
    grazie mille in anticipo!

  • #2
    non è necessario schermare i neon
    i coglioni sono molto più di due

    guarda come dondolo, guarda come dondolo.....con il gin

    Commenta


    • #3
      le mie le scaldo solo con una piastra sul fondo... non ci stanno poi cosi tanto sui rami. Comunque loro sanno quando termoregolarsi e se hanno bisogno di scaldarsi scendono sul fondo...
      tieni presente che ho la stanza coibentata.

      Commenta


      • #4
        la mia camera invece è relativamente fredda! non penso basti una sola fonte di calore per questo chiedevo..
        perchè non è necessario schermare i neon?! magari se ci attorciglia intorno rischi di farlo scoppiare o qualcosa del genere... sbaglio? oppure dovrei comprare uno di quei neon già "schermati"? non ho idea di come si chiamino comunque in qualche terrario ho visto questi neon all'interno di un cilindro di plastica semitrasparente.. potrei usare quelli?!
        un altro paio di domandine:
        1)posso metterci una photos vera all'interno del terrario?
        2)le fonti di calore le metto dentro o fuori dal terrario?[sarà in legno]

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Zora Visualizza il messaggio
          la mia camera invece è relativamente fredda! non penso basti una sola fonte di calore per questo chiedevo..
          perchè non è necessario schermare i neon?! magari se ci attorciglia intorno rischi di farlo scoppiare o qualcosa del genere... sbaglio? oppure dovrei comprare uno di quei neon già "schermati"? non ho idea di come si chiamino comunque in qualche terrario ho visto questi neon all'interno di un cilindro di plastica semitrasparente.. potrei usare quelli?!
          un altro paio di domandine:
          1)posso metterci una photos vera all'interno del terrario?
          2)le fonti di calore le metto dentro o fuori dal terrario?[sarà in legno]


          ciao zora !
          Io i miei terrari li ho allestiti così :
          un cavetto riscaldante (sul fondo) più un tappetino da 5w adesivo da esterno (per terrari in vetro) che è collocato in prossimità del bamboo.
          Praticamente all'estremità del bamboo fissata alla parete laterale corrisponde questo tappetino adesivo (14x15cm)
          Naturalmente il tutto è termostatato e la sonda giace sul substrato

          Per le fonti di calore ti consiglio di metterle all'interno.
          Costruisci un doppio fondo , meglio se tipo "cassetto" e lo rialzi di 1 cm dal fondo del terrario (puoi utilizzare delle barrette di legno da 1 cm o poco meno)
          Credo sia la soluzione migliore perchè permette di riscaldare più uniformemente il substrato e soprattutto crea una sorta di "camera d'aria calda" che influisce anche sulla temperatura dell'aria nel terrario

          ps: se vuoi fare un terrario definitivo ti consiglio di scegliere prima quale spilota prendere... ci sono notevoli differenze (dimensioni) tra una cheynei e una mcdowelli

          Giambo

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Zora Visualizza il messaggio
            1)posso metterci una photos vera all'interno del terrario?
            2)le fonti di calore le metto dentro o fuori dal terrario?[sarà in legno]
            1) che sarebbe?
            se intendevi riferirti ai potos allora la risposta è no...perchè no? per una miriade di motivi che vanno dalla sicura morte della pianta ( causata da luce inadatta, umidità inadatta, calore inadatto, distruzione causata dalla semplice attività del rettile ospitato...) a probabili problemi causati al rettile stesso...e non parlo solo di organismi patogeni portati dalla pianta ma anche dell'alterazione ai parametri di stabulazione apportati dalla pianta stessa che, non dimentichiamolo, è un essere vivente e come tale "interagisce" con l'ambiente in maniera inversamente proporzionale alle dimensioni dell'ambiente (terrario) stesso.
            tante parole per un unico modesto consiglio: esistono in commercio una infinità di piante finte fatte apposta per il mercato dell'erpetofilia...approfittane!
            2)se il terrario sarà in legno ( scelta peraltro giustissima) il cavetto/piastra non potrai che alloggiarlo all'interno, debitamente schermato dal contatto diretto con il serpente.
            Un hot spot non è normalmente necessario ( parliamo di morelie ovviamente) , personalmente lo uso solo con le femmine gravide ovvero durante il ciclaggio invernale.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da _GiAmBo_ Visualizza il messaggio
              ciao zora !
              Io i miei terrari li ho allestiti così :
              un cavetto riscaldante (sul fondo) più un tappetino da 5w adesivo da esterno (per terrari in vetro) che è collocato in prossimità del bamboo.
              Praticamente all'estremità del bamboo fissata alla parete laterale corrisponde questo tappetino adesivo (14x15cm)
              Naturalmente il tutto è termostatato e la sonda giace sul substrato

              Per le fonti di calore ti consiglio di metterle all'interno.
              Costruisci un doppio fondo , meglio se tipo "cassetto" e lo rialzi di 1 cm dal fondo del terrario (puoi utilizzare delle barrette di legno da 1 cm o poco meno)
              Credo sia la soluzione migliore perchè permette di riscaldare più uniformemente il substrato e soprattutto crea una sorta di "camera d'aria calda" che influisce anche sulla temperatura dell'aria nel terrario

              ps: se vuoi fare un terrario definitivo ti consiglio di scegliere prima quale spilota prendere... ci sono notevoli differenze (dimensioni) tra una cheynei e una mcdowelli

              Giambo
              grazie mille per gli utilissimi consigli! sapresti aiutarmi con i vari tipi di morelia spilota? non riesco seriamente a capirne la differenza! T.T il terrario sarà 80x50x75h.. quale mi consigli? quali sono le principali differenze? sinceramente non ho trovato molto su internet nonostante le numerose ore di ricerca fatte! comunque non posso spenderci troppi soldi quindi già gli esemplari che da baby superano i 200 euro non posso prenderli in considerazione!

              Originariamente inviato da alessandro Visualizza il messaggio
              1) che sarebbe?
              se intendevi riferirti ai potos allora la risposta è no...perchè no? per una miriade di motivi che vanno dalla sicura morte della pianta ( causata da luce inadatta, umidità inadatta, calore inadatto, distruzione causata dalla semplice attività del rettile ospitato...) a probabili problemi causati al rettile stesso...e non parlo solo di organismi patogeni portati dalla pianta ma anche dell'alterazione ai parametri di stabulazione apportati dalla pianta stessa che, non dimentichiamolo, è un essere vivente e come tale "interagisce" con l'ambiente in maniera inversamente proporzionale alle dimensioni dell'ambiente (terrario) stesso.
              tante parole per un unico modesto consiglio: esistono in commercio una infinità di piante finte fatte apposta per il mercato dell'erpetofilia...approfittane!
              2)se il terrario sarà in legno ( scelta peraltro giustissima) il cavetto/piastra non potrai che alloggiarlo all'interno, debitamente schermato dal contatto diretto con il serpente.
              Un hot spot non è normalmente necessario ( parliamo di morelie ovviamente) , personalmente lo uso solo con le femmine gravide ovvero durante il ciclaggio invernale.
              1) si perdonami intendevo la potos(pianta) sapevo ovviamente di tutte le controindicazioni e per i miei rettili infatti ho sempre e solo utilizzato piante finte! solo che vista la notevole percentuale di umidità necessaria per questi serpenti pensavo che essendo una pianta vera avrebbe contribuito a far salire tale percentuale! ma dopo tutto quello che mi ha detto ovviamente userò le classiche piante finte! Grazie mille!
              2)grazie!

              comunque per i neon che dicevo ne ho appena scoperto il nome: plafoniera!
              potrei utilizzarla?
              Ultima modifica di RISC; 28-09-2010, 22:51. Motivo: Tutto il messaggio in un unico post, nessuno vi insegue..

              Commenta


              • #8
                preferisco creare sempre il fotoperiodo naturale con la luce di una finestra....
                se propio vuoi metterlo prendine uno a basso wattaggio...

                Commenta


                • #9
                  perfetto grazie mille!

                  Commenta


                  • #10
                    Le photos sono piante molto usate in terraristica visto la loro resistenza, ovviamente sarebbe sempre meglio inserire piante finte per i motivi sopra indicati.
                    Le piante, sia vere che finte, possono essere usate non solo per una maggiore resa estetica ma anche perchè creano una zona d'ombra ed inoltre le foglie trattengono umidità siccome le goccioline d'acqua si depositano su di esse.
                    Secondo me uno dei modi migliori per riscaldare il terrario è quello di inserire una lampadina in ceramica schermata e termostatata , se usi un termostato con la funzione giorno/notte puoi regolare le diverse temperature appunto fra giorno e notte, posizioni la lampadina in alto visto che parliamo di semi-arboricoli.
                    Se il terrario è in una stanza buia puoi inserire un neon a basso consumo temporizzandolo con un timer analogico (più o meno 5 euro), ma sarebbe meglio schermarlo in modo che la morelia non possa romperlo rischiando di ferirsi.
                    Se non riesci a mantenere una giusta umidità basta mettere la ciotola dell'acqua nella zona più calda, meglio ancora se inserisci sotto di essa un cavetto riscaldante collegato allo stesso termostato della lampadina.

                    Commenta


                    • #11
                      si si per l'umidità nessun problema. anche perchè sono abituata ad alta umidità con gli epicrates! quindi mi consigli di usarla o no la pianta vera?

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Zora
                        1) si perdonami intendevo la potos(pianta) sapevo ovviamente di tutte le controindicazioni e per i miei rettili infatti ho sempre e solo utilizzato piante finte! solo che vista la notevole percentuale di umidità necessaria per questi serpenti pensavo che essendo una pianta vera avrebbe contribuito a far salire tale percentuale! ma dopo tutto quello che mi ha detto ovviamente userò le classiche piante finte! Grazie mille!
                        2)grazie!

                        comunque per i neon che dicevo ne ho appena scoperto il nome: plafoniera!
                        potrei utilizzarla?

                        Anthony Caponetto Reptiles - Python Collection

                        questo è , secondo me, il miglior sito..troverai tutte le risposte
                        se non riesci a tradurlo utilizza il traduttore di google.

                        ps: ale ha delle morelia spilota cheynei baby molto carine e ha prezzi interessanti ;9

                        Commenta


                        • #13
                          Se vuoi utilizzare una pianta vera la più indicata è il photos, io personalmente te la sconsiglio, anche perchè con qualche euro in più trovi piante finte molto più belle e colorate che non ti daranno mai scocciature e sono facilissime da pulire

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da bonzai Visualizza il messaggio
                            non è necessario schermare i neon

                            dici, a me una mc doweli sub adulta ha rotto una bassoconsume perfortuna senza spaccare il vetro, l'ha smontata diciamo. meglio schermare a scanso di problemi. sono boidi arboticoli, e quindi molto forti, le basso consumo scaldano molto e sattirano il serpente, che oltretutto rischia di scottarsi. anche io pensavo non fosse necessario, mi sono dovuto ricredere.

                            Commenta


                            • #15
                              Infatti bisogna schermarle sempre, perchè rischiare?

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X