annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il mio ospite

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il mio ospite

    Durante l'estate mi capita di vedere spesso dei gechi sui miei muri. In genere sono dipiccole dimensioni. La settimana scorsa ho fatto dei lavori in casa e questo deve aver disturbato uno dei miei ospiti: un bellissimo esemplare di geco, e ieri ho potuto vederlo immobile quasi tutta la giornata sul soffitto della mia camera da letto. E' possibile renderlo meno diffidente e stanarlo magari con il cibo? Vi mando anche una foto, si tratta di un geco comune?
    Yucky
    File allegati

  • #2
    Sì è un geco comune(Tarentola mauritanica).
    Dubito che questo geco imparerà a non avere paura di te, ti considera un pericolo e anche il cibo non credo gli farebbe cambiare idea.
    Dalla dimensione direi che le prede non gli mancano, ma se vuoi provare ad avvicinargli un insetto dalle tue dita fallo, ma di solito dopo averlo acchiappato fuggono

    Commenta


    • #3
      che invidia, la tarantola in camera, sob

      Commenta


      • #4
        Bello.....dalle mie parti ce n'è tanti.....
        Di che specie sono Manu quelli di cui parlo?

        Commenta


        • #5
          Grazie per la rapida risposta. E' vero che le prede non gli mancano, sembra proprio ben pasciuto. Poiché in casa ho uno sociattolo e due pappagallini che mangiano semi, trovo spesso delle farfalline che girano nei paraggi. Queste depongono uova da cui escono dei piccoli bruchi e credo che il mio geco si nutra proprio di questi, visto che le farfalline si rifugiano poi verso il gessolino del soffitto,per deporre e il geco aspetta i bruchi e se li pappa. I bruchi che nascono sono le cosiddette comole della farina o sbaglio? Non è che mangia anche le zanzare? Sarebbe perfetto. A questo punto ho trovato la soluzione ecologica per liberarmi degli insetti.
          Comunque è proprio carino, spero di rivederlo presto, anche se almeno stavolta ho la foto.
          Anna

          Commenta


          • #6
            Le camole della farina sono larve di coleottero, al massimo potrebbero esere camole del miele(larve di piccole falene).
            I giovani gechi mangiano anche le zanzare, e tutti gli insetti che gli arrivano a portata di bocca, quindi sì, hai trovato la soluzione ecologica agli insetti in casa

            Roberto la specie di cui stai parlando credo sia quella di cui parlammo qualche tempo fa, per cui Cyrtopodion kotschyi.

            Commenta


            • #7
              Io sono sicura che le farfalline in questione siano queste che ho visto su questo sito: http://www.amiciinsoliti.it/cibovivo/tignole.html che è più o meno collegato a questo. Ora non so se sono differenti dalle camole del miele. Io le tollero solo perché c'è il mio amico geco che ci pensa a non renderle troppo invadenti. A parte queste, data la grande quantità di carta e libri che c'è in casa ho anche qualche pesciolino S. Antonio o acciughina. Chissà se gradisce anche quelli. Per il resto stop animali ed insetti. Se ci sono altre novità o domande non esiterò a scrivervi, vista la grande diponibilità e gentilezza.

              Anna

              Commenta


              • #8
                Un'ultima cosa. A parte il fatto carino di trovarsi un geco in casa: non sporca, salvo qualche piccolo ricordino sui muri, di tanto in tanto. Io e mio marito abbiamo un simpatico ricordo legato ai gechi, perchè ci ricordano le Maldive dove siamo stati in viaggio di nozze vari anni fa e praticamente i bungalows erano invasi dai gechi, spesso in amore e che emettevano un suono caratteristico. Suppongo che quelli fossero di un'altra razza. Quelli domestici sono muti oppure per emettere quel suono hanno bisogno di un compagno/a?
                Anna

                Commenta


                • #9
                  Scusami, hai ragione, ho confuso le camole della farina(Pyralis farinalis) con le tarme della farina(Tenebrio molitor http://www.amiciinsoliti.it/index_mini.html ), che spesso vengono chiamate nello stesso modo
                  Certo i gechi mangiano anche le così dette acciughine

                  Commenta


                  • #10
                    Tutti i gechi sono chi più chi meno in grado di vocalizzare, diciamo però che i richiami amorosi sono diversi da specie a specie, per cui certamente l'ospite di casa tua anche se dovesse "cantare" non farà suoni simili a quelli delle Maldive
                    I richiami amorosi hanno varie tonalità e sonorità, il Cyrtodactylus peguensis emette un suono lieve e simile al cinguettio di un uccelllino "CIP-CIP", mentre gechi più grossi, come il Gekko gecko emettono suoni forti e acuti simili ad un "TOK-AY-TOK-AY" da cui prendono anche il nome comune Tokay.
                    Ci sarebbero moltri altri esempi citabili, visto la grande varietà di specie(più di mille), ma credo d'esser stato esauriente

                    Commenta


                    Sto operando...
                    X