annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Uroplatus in natura

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Uroplatus in natura

    io ho visto degli ebenaui e dei fimbriatus nel loro habitat naturale... sono animali bellissimi! ma si possono importare di cattura?
    sono stato a Madagascar per fare una ricerca sul rapporto che la gente di lì ha con i camaleonti, perché ho letto delle dicerie che dicevano che i Malgasci credono che i camaleonti portano sfortuna... non è assolutamente vero, ma è molto più complicato e nella loro cultura i camaleonti sono temuti e rispettati perché sono in contatto con il mondo invisibile..
    comunque madagascar è il paradiso degli erpetofili.. cama à go-go, uro, phelsuma e serpenti che ti seguono lungo il sentiero come dei cagnolini!!! (e naturamente rane a garganella)

    igua

  • #2
    Sì gli Uroplatus si possono importare, infatti la maggior parte degli esemplari sul mercato sono di cattura.

    Commenta


    • #3
      ma perô bisogna fare delle carte, o no?

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da igua
        ma però bisogna fare delle carte, o no?
        Fin che non sono in CITES la burocrazia è minima, ma si deve comunque avere i permessi per farlo e i contatti per farlo...altrimenti importerebbero tutti dal Madagascar

        Commenta


        • #5
          da quando ho visto questi animali in libertà, ogni teca mi sembra inadatta... `ho capito però una cosa: per tenere bene degli animali è molto importante studiarli personalmente nell'ambiente naturale.. solo in questo modo si può fare un vero salto di qualità nell'allevamento!

          Commenta


          • #6
            Queste sono le stupende foto inviatemi da igua


            Uroplatus Fimbriatus, di igua


            Uruplatus sp - Leslie Thiebaut - Serena Wiederkehr


            Uroplatus Ebenaui - Enzo Fuchs - Leslie Thiebaut - Serena Wiederkehr

            Commenta


            • #7
              Io ancora non distinguo bene quello nella seconda foto ... anzi, ho capito dov'è ma non lo vedo !

              Stupendi ....

              p.s. potrebbe essere un U.Alluaudi ?

              Commenta


              • #8
                Wow bellissimi...belle foto belli gli Uroplatus!
                Dai dacci più info, tipo le temperature in quella zona quando ci sei stato in che mese era, al sole che temperatura c'era, e all'ombra, differenza tra giorno e notte, gli uro stavano a che altezze, nascosti tra le foglie all'ombra o a scaldarsi...rispondi un po' a ste domande se puoi.
                Grazie

                Lucas

                Commenta


                • #9
                  bhe Lucas.. quando ho tempo riorganizzo un po' le informazioni... sono andato esattamente un anno fà. il fatto è che mi ero preposto di studiare la gente (e in particolare il loro rapporto con i camaleonti) e non gli animali! comunque in Madagascar ci devo andare minimo 3 mesi per il mio diploma, e state sicuri che starò ben attento a questi dettagli, perché ho capito che sono informazioni utili. già dopo aver visto come vivono i sesarma sono riuscito finalmente a mantenerli per un periodo ragionevole. comunque un animale libero è molto più bello!

                  i phelsuma vivono nell'ambiente antropizzato, per esempio nei villaggi, tra le stecche che costituiscono le capanne, o nella foresta nelle zone scoperte e soleggiate (per esempio in riva ai fiumi, dove ci sono pure i boa Sanzinia). Ho visto dei phelsumini anche in un giardino nella capitale... un po' come trovare i ramarri a Milano! nei villaggi ci stanno pure altri gechini notturni che non ho identificato. i fimbriatus li becchi solo nel bel mezzo della foresta, sono rarissimi nei villaggi. le mantelle in altitudine, come anche U. ebenaui. in ogni caso mi devo procurare l'enciclopedia dei rettili malgasci... vi farò sapere. poi ci sono anche gli zonosaurus, ma non sono mai riuscito né a vederli bene né a fotografarli perché schizzano come diavoli... a proposito di diavoli, molti di questi animaletti intrattengono in quelle zone relazioni con le entità soprannaturali... per questo sono rispettate dai malgasci. ho fatto una ricerca sul loro modo di vedere le cose, solo che è in francese ed è lunghetto... ma è molto bizzarro e affascinante!


                  igua

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da igua
                    comunque un animale libero è molto più bello!
                    Più che più bello, credo assuma tutto un'altro fascino, rispetto all'animale in gabbia, soprattutto perchè nel suo ambiente da il meglio di se sotto ogni aspetto(basta guardare la foto dell'uro sul ramo)

                    Per il resto, mi sa che sia il sogno di un po' tutti gli erpetofili farsi un viaggio in Madagascar...io mi rodo ancora d'aver rifiutato i 6 mesi di spedizione alla ricerca di Uroplatus...ma come potevo mollare tutto per un viaggio del genre!?

                    Commenta


                    • #11
                      Io non lo so di preciso, dovrei dare l'ultima serie di esami a ottobre... e dopo partire. Sono stato nella penisola di Masoala, ne nord est. Una delle ultime zone di foresta quasi inesplorate. Sono stato in Madagascar 6 settimane, e quasi una settimana di viaggio a piedi e in canoa per raggiungere il villaggio di Vinanivao, dove ho lavorato 2 settimane con delle compagne che si interessavano di piante medicinali. Siamo andati ad intervistare i vecchini nei villaggi sperduti nella foresta, per capire un po' cosa ne pensassero di tutte queste cose: le piante e gli animali. La loro cultura è davvero complessa, affascinante... bizzarra ma coerente, e logica... in fondo. Solo che è una logica diversa dalla nostra. Ho scelto i camaleonti per interesse personale, ma per il mio diploma mi interesserò alla loro visione più generale dell'ambiente, piante, animali e mondo sopranaturale... che per loro è naturalissimo, invece. Se sai un po' di francese ti posso mandare il mio lavoro, che parla di come sono pensati i rettili dai Malgasci e come si comportano nei loro confronti. Altrimenti se aspetti l'anno nuovo, mi dovrebbero tradurre il riassunto in inglese.
                      Ho scoperto che i camaleonti fanno parte di un'insieme di altri animali come certi serpenti, che fanno da tramite tra il mondo invisibile, quello degli spiriti della foresta, e quello visibile, quello degli animali e uomini. Ma tutto molto più complicato e a me non me l'hanno mica raccontata tutta... ho sentito che il traduttore diceva alla nostra informatrice "non tutta la verità è buona da dire..." è un modo misterioso che non si può capire con la razionalità, bisogna viverlo...

                      magari potremmo partire insieme, se sei simpatico. Io non sono pratico di viaggi e se non ero con il nostro gruppo di studenti universitari puoi stare sicuro che sarei morto lì nella giungla... non che ci siano pericoli, ma semplicemente mi sarei perso...

                      ciao!

                      Commenta


                      • #12
                        igua i tuoi studi li hai realizzati solo in zone "sperdute"? perchè nei villaggi diciamo moderni, la visione dei cama non è poi così mistica, a Tanà i bambini catturano i lateralis per far combattere i maschi, a Nosy be i pardalis non vengono risparmiati dai pneumatici delle macchine locali, forse nelle zone più "civilizzate" questo rispetto inizia a venir meno? Comunque ti do ragione quando dici che gli animali in natura hanno un fascino particolare, forse perchè in quei luoghi noi siamo predisposti a farci affascinare
                        Ciao, Gabriele

                        Commenta


                        • #13
                          A Nosy Be ho visto dei bambini "giocare" con dei pardalis, li prendevano dalla coda e poi li facevano roteare in aria ...

                          Commenta


                          • #14
                            essi, capita... sopratutto dove ci sono i turisti. ma ti assicuro che nella foresta nessuno si sognerebbe di fare una cosa del genere.. poi vabbé... i bambini... io ho sentito che quà da noi i bambini mettono il tabacco in bocca alle lucertole che muoiono...

                            Commenta


                            Sto operando...
                            X