annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Temperature-sesso

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Temperature-sesso

    avete qualche notizia (magari per chi legge siti e liste straniere) riguardo la relazione che c'è tra la temperatura di incubazione e il sesso dei nascituri?
    Ciao, GAbriele
    Ciao, Gabriele

  • #2
    Per quanto riguarda le tartarughe d'acqua dolce (Trachemys scripta elegans) incubando le uova a 30 gradi l'embrione da vita ad una femmina, mentre a temperature + basse (27°-28°) da vita a un mschio. Potrebbe essere lo stesso per i camaleonti, con temperature proporzionalmente più basse..
    Ciao

    Fabio

    Commenta


    • #3
      io non credo che ci sia una relazione, comunque non ne ho mai sentito parlare.
      è una domanda per avere un'idea del sesso che uscirà dai piccini o hai già qualche "dubbio fondato"?
      ciao!

      Commenta


      • #4
        la maggiorparte dei rettili risente della SDT ovvero la Sex Dependant Temperature o una cosa simile. Per i cama non so quali siano i margini per lavorare su questa cosa senza cuocere le uova..

        Commenta


        • #5
          Per i caliptrati ho solo le mie osservazioni empiriche, ma direi che fanno il contrario delle tartarughe, ovvero più maschi ad alta temperatura... per i pardalis forse lo scopriremo con i tuoi?!
          Animali insoliti? Amici Insoliti!

          Commenta


          • #6
            parlando con altri allevatori pare che comunque nascano sempre più maschi, mentre sui testi dedicati ai cama non se ne parla, non so se mancano i dati di riferimento oppure non esirte un legame.
            Ciao, GAbriele.
            Ciao, Gabriele

            Commenta


            • #7
              Beh è naturale che nascano sempre più maschi usando temperature sui 27-28°C che sono al limite massimo. Quando io ho incubato la mia prima covata di caliptrati a temperature sui 25-26°C diurni e 20°C notturni ho ottenuto quasi l'80% di femmine!
              Animali insoliti? Amici Insoliti!

              Commenta


              • #8
                Ora un "collega" ( ) ha lasciato delle uova a temp. ambiente e staremo a vedere, pare che per ora siano belle, vediamo se arriveranno alla schiusa.
                Ciao, Gabriele.
                Ciao, Gabriele

                Commenta


                • #9
                  Riguardo l'influenza della t sulla sex ratio ho detto qualcosa in relazione alla mia tesi di laurea parlando di Emys orbicularis nella sezione "Nostrani".
                  Dovrebbe valere lo stesso anche per i camaleonti , ma più difficile da determinare, a causa dell'importanza delle fluttuazioni di t (diapausa compresa) perechè le uova si schiudano con successo. Sarebbe utile collegare il termostato di una incubatrice con un calcolatore e fare un'indagine sulle temperature medie mese per mese, osservando poi cosa nasce! Andrebbe però fatto su un grande numero di covate e provando diversi intervalli di t imitando le temperature tipiche dei paesi d'origine.
                  Ci sono poi altri fattori meno considerati ad influire sul sesso dei nascituri: non è da escludere ad esempio che differenti covate da parte della stessa femmina durante lo stesso anno diano frutto a nascite inizialmente con una abbondanza di maschi piuttosto che femmine (o viceversa), in modo da diminuire le possibilità di accoppiamenti tra consanguinei.
                  Un altro fattore è l'alimentazione: non so se vale lo stesso per i rettili ma di sicuro influisce su volatili come i pappagallini ondulati; se si offre abbondanza di cibo calorico alle femmine prima della deposizione delle uova nasceranno molti più maschi che femmine; diete più magre invece influiscono sulla nascita di femmine piuttosto che di maschi.

                  Commenta


                  • #10
                    molto interessante Simone, grazie!!

                    Commenta


                    • #11
                      in effetti i dati sono ancora pochi e sommari, forse tra qualche anno avremo dei riferimenti migliori.
                      Ciao, GAbriele.
                      Ciao, Gabriele

                      Commenta


                      • #12
                        Ottimi spunti... resta ancora tanto da verificare.

                        Se qualcuno ha un minuto da perdere vi ricordo che su amiciinsoliti avevo affrontato questo argomento in un "minitrattato" di genetica

                        http://www.amiciinsoliti.it/patologie/genetica2.html

                        però non aspettatevi troppo, è solo divulgativo!
                        Animali insoliti? Amici Insoliti!

                        Commenta


                        Sto operando...
                        X