annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Differenze tra le varie specie di camaleonti

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Differenze tra le varie specie di camaleonti

    Come da oggetto mi chidevo le differenze sostanziali tra le varie specie (brookesia, furcifer, chamaeleo, ecc.. ecc.. )
    Grazie

  • #2
    E una domandona infinita...
    spiegati meglio, su cosa vuoi chiarimenti?
    morfologia, allevamento ?

    Commenta


    • #3
      anche a me interessa...se posso mi aggiungo...in generale...paragonare le varie specie es:

      Dimensioni:
      A:blabla
      B:cicicici
      C:popopo

      pattern, livrea, come si chiama lei non so:
      A:bbibibi
      B:cicicic
      C:pepepe

      scusate l'ora tarda e la giornata di lavoro...spero abbiate capito Gog scusa l'intrusione.

      Commenta


      • #4
        davvero una domanda sconfinata, ti posso dire: Brookesia e Rhampholeon nani gli altri no
        Ciao, Gabriele

        Commenta


        • #5
          Ti consiglio il solito libro "I Camaleonti di montagna, pianura e nani" della De vecchi editore. Costa sui 12 e trovi moltissime informazioni utili.

          Commenta


          • #6
            ti posso dire: Brookesia e Rhampholeon nani gli altri no

            Davvero ragazzi, non per mancanza di volont ma le specie sono tante, per la maggiorparte delle quali sappiamo (almeno parlo per me!) a mala pena il nome.
            Capisco che vogliate conoscere meglio immagino le specie pi comuni, ma in questo caso provate a fare delle domande un attimo mirate, anche perch le differenze pardalis vs calyptratus (per fare l'esempio pi comune) sono state viste e riviste nel corso dei post...
            Suggerisco anche io di acquistare un libro, che in questo caso molto pi utile di qualsiasi forum. Quindi, "I camaleonti di montagna, pianura e nani". Se si conosce un po' d'inglese (o tedesco ma non so il titolo) consiglio vivamente "Chameleons: Nature's Hidden Jewels" di Petr Necas.
            Su Internet c' un buon database delle specie, sempre in inglese, sul sito http://www.adcham.com
            Buona lettura!

            Commenta


            • #7
              Quindi ieri su consiglio di gabriele ho dato uno sguardo a http://www.adcham.com edo notato che esistono varie specie di Cama (che poi a loro volta hanno delle sottospecie) .
              Io volevo capire che differenza passa tra Furcifer , brookesia, Bradypodion ,Calumma ,Chamaeleo, Rhampholeon .
              Mi spiego meglio (se riesco): perch un pardalis rientra tra i Furcifer e non tra i brookesia o chamaeleo??? avranno delle differenze morfologiche o non s cosa che permette di inserirli tra una specie od un altra.
              Spero di essermi spiegato

              Commenta


              • #8
                usti gog, questa difficile, ammetto di non saperti dare una risposta precisa.
                Ciao, Gabriele

                Commenta


                • #9
                  mica posto cose semplici quelle me le avete fatte capire tutte ora tocca imparare le cose difficili

                  Commenta


                  • #10
                    ...per quanto riguarda la suddivisione iniziale in Rhampholeon,Brookesia,Bradypodion e Chamaeleo, le differenze sono note in quanto sia morfologiche che geografiche;
                    ...invece, per quello che riguarda la successiva suddivisione del genere Chamaeleo in Chamaeleo, Calumma, Furcifer e Trioceros penso che le differenze siano emerse a livello genetico; un po' come successo per il genere Coluber in Europa: diviso a sua volta, dopo esami del DNA, in Dolichophis, Hemorrhois, Hierophis, Platyceps e Rhinechis...boh? esternamente le differenze morfologiche sono minime quindi piu' un rompicapo da tassonomisti...

                    Commenta


                    • #11
                      Per cui dite che solo una questione di DNA ??
                      Credevo che i furcifer avessero delle distinzioni morfologiche.. che s le zampe posteriori in un certo modo ( solo un esempio)
                      Cos come i cani ... molossidi hanno certe caratteristiche.. terrier altre ecc. ecc.. ma se non sbaglio sono caratteristiche esclusivamente morfologiche (poi posso anche sbagliarmi)

                      Commenta


                      • #12
                        per quello che ho cercato di capire, visto che molte caratteristiche (corna, protuberanze nasali o elmetti vari)si ritrovano anche in generi distinti, la suddivisione che mi sembra piu' accettabile , oltre a quella genetica (evoluzionistica, diciamo), quella geografica in quanto ogni genere endemico di una particolare regione(Brookesia,Calumma e Furcifer coabitano in Madagascar ma sono anche morfologicamente differenti; anche se presentano caratteristiche rintracciabili nei generi Chamaeleo e Rhampholeon presenti in Africa)...
                        ...insomma un bel "minestrone" da tassonomisti...

                        Commenta


                        • #13
                          Gog avevo decisamente frainteso la tua domanda!
                          Allora, avrei bisogno di fare un bel ripasso riguardo a ci che chiedi per poter essere pi precisa ed evitare di dire castronerie , quello che posso dirti e che Andrea ha gi anticipato, che si tratta di differenze abbastanza complicate materia dei tassonomi o aspiranti tali. La prima e pi grande suddivisione tra quelli che alcuni chiamano camaleonti "veri" e camaleonti "falsi". I camaleonti cosiddetti "veri" appartengono al genere Chamaeleo (che include tutti i Trioceros in quanto sottogenere, cos come i Chamaeleo!), quindi si parla dei vari calyptratus, jacksonii, hoehnelii, senegalensis e cos via. Il genere Furcifer appunto un vero e proprio genere e i "camaleonti" inclusi in questo genere sono comunemente detti "falsi". Il perch esatto mi sfugge ma le motivazioni sono di tipo pi fisico/genetico che geografico se non ricordo male (ma potrei ricordarmi male! ). Quindi in realt i bellissimi pardalis che abbiamo in casa e che a noi ricordano (in quanto camaleonti) tanto i calyptratus sono ben diversi. La stessa cosa si applica agli altri generi non Chamaeleo.
                          Questo quanto mi ricordo cos a bruciapelo, naturalmente ben vengano eventuali precisazioni/correzioni/smentite. Mi ripropongo per stasera un bel ripassino, ch non fa mai male!

                          Commenta


                          • #14
                            non ho capito ncappero me lo rileggo...

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Joseuan
                              non c'ho capito ncappero me lo rileggo...
                              ...ai fini terraristici ti garantisco che aver chiaro o meno le varie suddivisioni tassonomiche non ti serve assolutamente a niente; l' importante che tu abbia chiaro qual' la specie (eventualmente sottospecie) che intendi allevare e vedere di ricreare il piu' fedelmente possibile le caratteristiche ambientali necessarie (poi, seprima si chiamava Chamaeleo ed ora si chiama Furcifer o Calumma penso proprio che l' animale in questione rimanga lo stesso)

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X