annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

harem quadricornis

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • harem quadricornis

    ebbene si. non ne posso più di vedere il mio pardalis girare in tondo alle piante alla ricerca di una camaleontina...

    ho in mente un bel terrarietto di circa 200x50x250 da allestire in una zona dove ora tengo le piante...
    vegetazione fitta, lampade, fontane, umidificatori... un piccolo angolo centroafricano...

    so di qualcuno che ha allevato un maschio e due femmine di quadricornis in queste condizioni... a patto di avere una fitta vegetazione...

    che ne dite?...
    mi lancio?

    il vero problema è trovare 3 animali con la stessa età (+ o -) non consanguinei e nati in cattività...
    qualcuno mi sa dare qualche consiglio su dove reperire qualche allevatore della specie in questione?
    grazie
    davide

  • #2
    non penso vada bene,a patto che tu abbia a disposizione un intera stanza addibita a foresta...
    giusto monocromo?

    Commenta


    • #3
      scusa ma che c'entra il pardalis senza camaleontina coi quadricornis? e non avevi detto che non volevi darti all'allevamento?? ahhh dav, sei sempre la solita mela marcia!
      il nome di un allevatore ce l'ho ma inglese, semmai te lo mando in pvt.
      comunque per consigli sulla specie sapranno sicuramente darti ottime indicazioni. se non sbaglio il quad è abbastanza territoriale, non so se le misure da te indicate possano bastare per 3 esemplari.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Mirty
        scusa ma che c'entra il pardalis senza camaleontina coi quadricornis? e non avevi detto che non volevi darti all'allevamento?? ahhh dav, sei sempre la solita mela marcia!
        il nome di un allevatore ce l'ho ma inglese, semmai te lo mando in pvt.
        comunque per consigli sulla specie sapranno sicuramente darti ottime indicazioni. se non sbaglio il quad è abbastanza territoriale, non so se le misure da te indicate possano bastare per 3 esemplari.
        ...ma dai che zuccona che sei...

        eh un pochino di ragione ce l'hai... il problema è che ho il cervello che pensa troppo veloce per le dita... e si che sono un dattilografo provetto...

        mandami il nome del britannico... anche in pubblico se vuoi... teniamo il privato per fare le corna al commissario basettoni!!!
        8) 8) 8) 8)

        ...per quanto riguarda le dimensioni potrei riempire casa mia di piante e ritirarmi io a dormire nel terrario...

        ciao mirtillona!
        mela

        Commenta


        • #5
          Non ho capito: harem di Pardalis o di quadricornis??
          ...sognando ad occhi aperti vedo il mondo che vorrei racchiuso in un sorriso di chi non sorride mai...

          Commenta


          • #6
            Si effettivamente neanche io l'ho capito............

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Fabiana
              Si effettivamente neanche io l'ho capito............
              e allora se tutte queste pulzelle non mi capiscono vuol dire che non sono più capace di esprimermi in italiano corretto...
              questa permamenza all'estero sta creando i primi problemi.

              l'idea dell'harem di quadricornis mi è venuta osservando la triste solitudine del mio pardalis...

              non mi lancio nell'harem di pardalis poichè è una specie estremamente territoriale... i quadricornis invece sono già stati allevati in queste condizioni... e con risultati incorraggianti...

              l'unico "problema" -ripeto- è trovare tre elementi non consanguinei con un'età che li renda adatti alla coabitazione.

              arrileggersi
              dav

              Commenta


              • #8
                Ho chiesto a Monocromo e mi ha dato questa scheda, scritta da Luca Giandomenico anni fa. Se può esserti in qualche modo utile. A te o a qualcun altro possa essere interessato all'allevamento di questa specie.

                LE MIE ESPERIENZE CON CHAMAELEO (TRIOCEROS) QUADRICORNIS

                Senza dilungarsi in descrizioni fisiche ,voglio parlare delle esperienze
                avute con il quadricornis nel corso degli anni.
                Innanzi tutto ho trovato C. quadricornis un camaleonte robusto e longevo,
                facile da tenere e riprodurre.

                PROVENIENZA : gli animali disponibili sul mercato vengono esclusivamente
                dal Camerun. Nel 2000 non è stato possibile importare camaleonti dal
                Camerun (quindi compreso il quadricornis) a causa di problemi burocratici per l'assegnazione di quote CITES (almeno questo è ciò che dicono gli
                esportatori camerunensi). La riesportazione di questi animali è
                ricominciata verso Settembre 2000.

                In natura il quadricornis vive tra gli arbusti delle foreste primarie
                montane, in cui la temperatura è mite (22°-24°C) e le precipitazioni sono
                molto abbondanti.

                ALLEVAMENTO : allevo i quadricornis in due modi: singolarmente e in
                gruppo.
                Gli animali allevati singolarmente hanno a disposizione dei terrari di
                legno e rete metallica ricoperta in PVC di cm 50 x 50 x 100 (h) per le femmine
                e 60 x 60 x 120 (h) per i maschi. L'arredamento interno è costituito
                da molte piante come Ficus, Schefflera, Pothos e altre, sempre rigorosamente
                vive, nonché da rami secchi disposti verticalmente ,orizzontalmente e
                diagonalmente.
                Gli animali allevati in gruppi ,composti da un maschio e due o tre
                femmine, vengono tenuti in terrari da cm 120 x 120 x 240 (h). Anche in questo caso
                sono presenti numerose piante vive e rami secchi.
                In inverno i terrari sono mantenuti in stanze con temperature sui 22°C,
                mentre in estate vengono trasferiti all'aperto. Per quanto riguarda i
                parametri posso confermare quanto scritto in messaggi precedenti: in estate
                le temperature salgono fino a 32°C ma ,mantenendo un'umidità elevata,
                non ho mai avuto problemi.
                In inverno l'umidità oscilla tra il78 e il 98% (misurazioni effettuate
                con termo- igrometro digitale). In estate non ho mai misurato
                l'umidità , poiché all'aperto è molto variabile e dipendente da molti
                fattori. Comunque provvedo a nebulizzare i terrari 4 volte al giorno, sia in modo
                manuale che automatico.
                L'impianto d'illuminazione "indoor" è costituito da almeno due
                tubi fluorescenti Zoomed 5.0 o Arcadia D3 reptile lamp. Non utilizzo spot
                per riscaldare.

                Il fatto di mantenere i quadricornis in gruppo mi ha permesso di osservare
                comportamenti interessanti. Contrariamente a molti camaleonti che sono
                assolutamente incompatibili tra loro, se non per il periodo riproduttivo, i
                quadri convivono bene con i propri simili, a patto che ogni animale possa
                crearsi un proprio territorio.
                E' interessante osservare l'interazione tra i componenti del gruppo.
                Le femmine tra loro interagiscono molto poco e si sopportano l'un
                l'altra senza problemi, sono fondamentalmente indifferenti e disinteressate nei
                confronti dei propri simili. I maschi invece hanno un comportamento molto
                tranquillo, lentamente girovagano per tutto il terrario, come per pattugliare
                il proprio territorio. Quando si imbattono in una femmina iniziano il
                corteggiamento con il classico movimento della testa e inscurimento dei colori.
                In questo caso la femmina può reagire in tre modi: I . ricettività,
                restando verde brillante omogeneo e allontanandosi lentamente dal maschio a
                coda alzata in diagonale. In questo caso il maschio la segue e si accoppia
                con lei.
                II . Non ricettività dovuta da accoppiamento avvenuto (uova in via di
                sviluppo) o da "fresca" deposizione. In questo caso la femmina diventa
                molto scura, quasi nera ad eccezione della testa ,che diventa color turchese.
                Il maschio lascia perdere immediatamente la femmina e si occupa di altro.
                III. non ricettività dovuta al periodo sbagliato, inverno o estate.
                Infatti, normalmente, i quadri sono riproduttori stagionali e si accoppiano due
                volte all'anno, nel periodo in cui c'è un aumento di umidità,
                temperatura e ore di luce, quindi, nel loro habitat, in primavera ed in
                autunno. Anche in questo caso il maschio lascia semplicemente perdere.

                Proprio questo atteggiamento dei maschi ci permette di allevare i
                quadricornis in gruppo ,senza stress per le femmine.
                Tuttavia va aggiunto che i maschi allevati singolarmente corteggiano le
                femmine con più veemenza, dovuta al fatto che per molto tempo non hanno
                visto appartenenti al sesso opposto.
                In generale questi maschi sono i migliori riproduttori.

                RIPRODUZIONE : come accennato la riproduzione dei quadricornis non è
                difficile. La cosa più "impegnativa" è fornire un ciclo stagionale
                adeguato ,come accennato prima e in altri interventi.
                Senza ripetere cose già dette ,una volta creato i giusti cicli
                stagionali e una volta che si è verificato l'accoppiamento inizierà la
                "gestazione". La gestazione nei camaleonti montani può essere molto lunga e
                nel caso del quadricornis arriva a tre mesi. Questo è dovuto al fatto che
                i camaleonti montani, vivendo a climi poco favorevoli ad una prolungata
                incubazione delle uova nel suolo, depongono uova ad uno stadio embrionale già avanzato ,in modo che le uova deposte possano schiudere in tempi più
                brevi. L'adattamento che prevede l'allungamento della gestazione a
                favore di un'incubazione più corta, trova il suo estremo nella
                ovoviviparismo. I camaleonti ovovivipari abitano zone con climi talmente sfavorevoli
                (sbalzi troppo repentini, minime troppo basse ecc.) che l'incubazione nel
                terreno delle uova sarebbe impossibile.
                Chiusa questa parentesi è inutile ribadire che la femmina gravida deve
                ricevere delle cure particolari ,per favorire un'ottimale sviluppo delle
                uova.
                Scavo e deposizione non differiscono da quelli osservati in altre specie
                di camaleonti.
                Il numero delle uova deposte varia da 6 a 15.
                INCUBAZIONE : nella riproduzione del quadricornis l'incubazione è
                forse la parte più problematica.
                Basandomi su esperienze mie e del mio amico olandese Sander Spier , che ha
                allevato quadricornis per anni, arrivando alla sesta generazione, la
                temperatura ideale per incubare uova di quadricornis si aggira tra i 19° e i
                22°C. Con temperature di incubazione superiori (25°-26°C) i piccoli
                nascono e sembrano sani, però ,nel giro di qualche mese, muoiono per cause
                apparentemente inspiegabili, se non per il fatto che prima di morire questi
                animali hanno tutti delle gravi crisi respiratorie (la stessa cosa accade
                per piccoli melleri incubati a più di 22°C).
                Inoltre abbiamo osservato che: a 19° la percentuale di femmine è molto
                alta (85-90%) , tra i 20° e i 21°C la ratio maschi: femmine è di
                40:60 (in percentuale) a 22°C i maschi sono l'85-90%.
                (L'influenza della temperatura sul sesso degli embrioni nei camaleonti è ancora in fase di studio. A questo proposito il mio amico Sander sta
                per pubblicare un articolo su una rivista olandese e una tedesca. - quando
                questo articolo sarà pronto provvederò ad inviare una copia tradotta).
                L'incubazione dura mediamente 5 mesi.

                Luca Giandomenico
                ...sognando ad occhi aperti vedo il mondo che vorrei racchiuso in un sorriso di chi non sorride mai...

                Commenta


                • #9
                  pensavo anch io pardalis..interessante la schda

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Serenin
                    Ho chiesto a Monocromo e mi ha dato questa scheda, scritta da Luca Giandomenico anni fa. Se può esserti in qualche modo utile. A te o a qualcun altro possa essere interessato all'allevamento di questa specie.
                    ...
                    gioia!... sei proprio un tesorino...
                    farò finta di non aver visto la scheda http://www.camaleonti.info/ita/sched...e=54&pag=3

                    grazie comunque cara... troverò un modo di ricambiare...


                    8) 8) 8)
                    dav

                    Commenta


                    • #11
                      Anche quella scheda è di Luca.... Dai, la mia almeno era un pò più lunga e dettagliata.
                      ...sognando ad occhi aperti vedo il mondo che vorrei racchiuso in un sorriso di chi non sorride mai...

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Serenin
                        Anche quella scheda è di Luca.... Dai, la mia almeno era un pò più lunga e dettagliata.
                        8)
                        yes darling... e io -credimi- sono un fanatico del dettaglio.
                        ciao babe

                        Commenta


                        Sto operando...
                        X