annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Strano presentimento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Strano presentimento

    Ciao a tutti,
    sono due tre giorni che la mia mente è presa sempre dallo stesso pensiero e cio' riguarda la mia coppia di calyptratus.
    Ho aspettato a lungo che il negoziante dove li ho comprati li portasse e quando gli sono arrivati ho notato che erano tutti della stessa dimensione e piu' o meno si somigliavano tra di loro.
    Erano circa 50-60 esemplari e ora mi sta sorgendo il dubbio che tutti quei cama,quasi sicuramente erano della stessa nidata.
    Siccome di lui non mi fido piu' ( perche' mi aveva assicurato che potevo tenerli assieme ) come posso fare a sapere se sono consanguinei o meno?
    Se lo sono, possono essere mica accoppiati?
    Cosa mi consigliate?
    Ciao jerry

  • #2
    RE: Strano presentimento

    Per sapere se sono consanguinei devi fare analizzare il Dna ma non mi pare il caso comunque di accoppiare possono anche accoppiarsi tra di loro (ma sarebbe meglio di no) il problema è che se si accoppiano consanguinei alcuni nati potrebbero avere tare genetiche.
    Se possibile evita di prendere dei consanguinei.

    Commenta


    • #3
      RE: Strano presentimento

      E' molto probabile che siano consanguinei. Il problema dell'accoppiamento è di trasmettere difetti congeniti ai piccoli.

      Commenta


      • #4
        RE: Strano presentimento

        Eccoci giunti al problema dell'accoppiamento tra consanguinei...
        Io SCONSIGLIO VIVAMENTE l'accoppiamento tra consanguinei per un semplice motivo:
        appurato che i figli della prima deposizione potrebbero (anzi quasi sicuramente) nascere sani e forti, cosa succederebbe nelle prossime covate? Ebbene tu (tu generico) venderesti questi piccoli nati da genitori consanguinei a vari allevatori... e loro li farebbero accoppiare, proprio come faresti tu... e li nascerebbero i primi piccoli con malformazioni e tare genetiche e così via fino a tutte le altre generazioni... In poche parole dopo 2-3-4 generazioni ci si ritroverebbe con camaleonti troppo inclini a malattie e stress... e quindi troppo deboli!! In commercio quindi ci sarebbero camaleonti malati, malformati, deboli... difficili da far crescere e riprodurre.. Mi sembra un buonissimo motivo per evitare accoppiamenti tra consanguinei...

        Ciao,
        Fabio

        Commenta


        • #5
          questo è un argomento molto interessante e con diverse sfaccettature, in realtà l'accoppiamento tra consansanguinei (inbreeding) di per se non crea animali con tare genetiche, infatti, se i genitori non hanno tare, non se ne creano di nuove, tant'è che in natura è normale che in animali che non fanno lunghi spostamenti, e che raggiungono la maturità sessuale alla stessa età, ci sia una certa percentuale di inbreeding. Il problema è che le tare (se ci sono) in natura vengono eliminate dalla selezione naturale che fa "pulizia" degli animali più deboli.
          Tornando ai nostri terrari, questa tecnica viene utilizzata per fissare dei caratteri ben precisi, colore, dimensione ecc. nel caso dei pardalis, ad esempio, dove le femmine hanno tutte lo stesso colore, è utilissima per "fissare" il morph, mi spiego: se da un accoppiamento di due Nosy be ottengo una cucciolata dove i maschi hanno tutti la livrea tipica da Nosy be, effettuando l'imbreedig sono sicuro che avrò Nosy be, se prendo una femmina di dubbia provenienza (praticamente sempre se non conosco l'allevatore) otterò dei probabili ibridi di morph (o meglio locality).
          Quindi, l'inbreeding senza motivi è da sconsigliare, ma non è giusto generalizzare, demonizzando una tecnica che a volte può essere preziosa.
          Ciao, Gabriele

          Commenta


          • #6
            Chiaro come sempre solo che nel caso di jerrygrimaldi, non conoscendo i genitori ,magari cama con qualche tara, potrebbero trasmetterla ai piccoli.. perchè non evitare?? il tuo discorso dell'inbreeding va bene per allevatori che , come hai puntualizzato, cercano di fissare determinati caratteri (e non credo sia il cso di jerry).

            Commenta


            • #7
              certo gog, io volevo solo fare un po' di chiarezza, perchè è un'argomento su cui si fa molta confusione, nel dubbio è sicuramente meglio evitare, sopratutto forti degli esempi che ci arrivano dall'est Europa dove i Calyptratus (quelli che troviamo nei negozi per intenderci) si sono "rimpiccioliti" terribilmente...
              Ciao, Gabriele

              Commenta


              • #8
                Concordo con quanto detto da Monocromo: l'inbreeding non è buono o cattivo di suo, ciò che si deve evitare è solo la propagazione di caratteristiche "indesiderabili" o vere e proprie "tare".

                Ad esempio quando selezionate due esemplari di cama adulti apparentemente sani per formare una futura coppia, la possibilità di avere almeno uno dei due animali portatore di una tara è uguale siano essi consanguinei o meno (parlo di animali in cui, anche a livello di fratelli di covata, non si siano riscontrate stranezze).
                Quindi il risultato non cambia, solo si tenderà ad osservare una fissazione dei caratteri se i riproduttori sono fratelli.

                Il vero guaio è che poi non c'è alcuna selezione, anzi, diciamocelo, se osserviamo qualche piccolo più malconcio ci impegnamo per salvarlo ad ogni costo! Questa secondo me è la principale causa di danno genico per gli animali nati in cattività... salviamo tutti, tutti diverranno riproduttori e quindi anche i piccoli tarati alla fine potranno generare la loro belle progenie... tarata!
                Animali insoliti? Amici Insoliti!

                Commenta


                • #9
                  Grazie a tutti per queste spiegazioni interessanti, erano tutte cose a me nuove.
                  Il guaio è che non sono sicuro che essi siano consanguinei, quindi penso che li faro' accoppiare solo una volta e poi vedro' cosa posso fare.

                  Commenta


                  • #10
                    Il vero guaio è che poi non c'è alcuna selezione, anzi, diciamocelo, se osserviamo qualche piccolo più malconcio ci impegnamo per salvarlo ad ogni costo! Questa secondo me è la principale causa di danno genico per gli animali nati in cattività... salviamo tutti, tutti diverranno riproduttori e quindi anche i piccoli tarati alla fine potranno generare la loro belle progenie... tarata!
                    è per questo motivo che noi alleviamo i piccoli senza dividerli per i primi mesi, si crea una debole selezione, che elimina quelli davvero delicati. Per la verità ne perdiamo pochissimi,1-2 su 30, però credo sia giusto così.
                    Ciao, Gabriele

                    Commenta


                    • #11
                      Ottimo Gabriele, seguo lo stesso metodo anche io.
                      Animali insoliti? Amici Insoliti!

                      Commenta


                      • #12
                        Il vero guaio è che poi non c'è alcuna selezione, anzi, diciamocelo, se osserviamo qualche piccolo più malconcio ci impegnamo per salvarlo ad ogni costo! Questa secondo me è la principale causa di danno genico per gli animali nati in cattività... salviamo tutti, tutti diverranno riproduttori e quindi anche i piccoli tarati alla fine potranno generare la loro belle progenie... tarata!
                        concordo al mille per mille!

                        è per questo motivo che noi alleviamo i piccoli senza dividerli per i primi mesi, si crea una debole selezione, che elimina quelli davvero delicati. Per la verità ne perdiamo pochissimi,1-2 su 30, però credo sia giusto così.
                        anche secondo me è il modo migliore (e non solo ai fini di una selezione) anche se nelle nostre case sono sempre un po' coccolati... com'è giusto che sia!

                        Commenta


                        • #13
                          Beh certo nulla di paragonabile con la situazione in natura... se poi riusciamo ad usare solo gli esemplari più sani per la riproduzione ancora meglio
                          Animali insoliti? Amici Insoliti!

                          Commenta


                          Sto operando...
                          X