annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Aiuto per nuovo arrivato!!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Aiuto per nuovo arrivato!!

    Ciao a tutti, sono nuovo e vorrei avere qualche consiglio da voi su come poter iniziare al meglio per poter allevare un camaleonte.
    Non ho nessun tipo di esperienza, nel frattempo (da più di un mese) mi sono fatto una scorpacciata di articoli sui calyptratus e sui pardalis, anche perchè non sono tanto sicuro di quale scegliere.
    Inutile dire che in questo frangente ho letto molto per quanto riguarda la sistemazione dei piccoli amici e per far in modo che a loro non manchi niente.
    Mi è stato detto che i calyptratus sono più facili da allevare rispetto ai pardalis, cosa che mi ha fatto riflettere visto il fatto che lavoro 10 ore al giorno e di tempo in generale non ne ho moltissimo, anche se come successo in precedenza e come avviene tuttora per i miei cani, la cosa che amo più di tutte è stare con gli animali.
    Mi è capitato di vedere un camaleonte a casa di un amico qualche anno fa e da quel momento diciamo che me ne sono proprio innamorato. Ora che ho le carte in regola (stanza e soldi) mi sono deciso e ho intenzione di allevarne uno.
    Voi cosa mi consigliate??

  • #2
    Calyptratus è il più semplice.

    Commenta


    • #3
      Ciao e benvenuto,calyptratus e pardalis sono molto simili come allevamento e i consigliati ai neofiti,come prima cosa potresti leggere attentamente in area schede l'ABC del camaleonte e la scheda sul fucifer pardalis,se ti terrai alla lettera con il materiale di queste due schede sarai a buon punto.Tra le due speci elencate diciamo che il calippo ha costi più contenuti,mentre per il pardalis si sale un po..
      Una cosa fondamentale è che comunque per nebulizzare e e alimentarlo dovrai essere presente e se dovrai star via giorni da casa avere qualcuno in grado di seguire le piccole necessità quotidiane,e avere un veterinario in esotici nelle vicinanze per periodici esami feci e vari e per la tempestività di contatto nei momenti di bisogno.
      Credo di averti detto tutto in bocca al lupo e se hai bisogno chiedi pure.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Wizard94 Visualizza il messaggio
        Calyptratus è il più semplice.
        hai allevato sia pardalis che calyptratus per dirlo?!?


        comunque non ti richiede molte ore al giorno, circa dieci minuti! l'importante è nebulizzare mattina e sera (in inverno) d'estate pure a mezzogiorno o in orari piu caldi; e l'altra cosa è dare il cibo e sei aposto! piu li lasci tranquilli, più stanno meglio!
        con un nebulizzatore automatico ti limiteresti solo a dare il cibo al mattino!
        più che 5 minuti al giorno non ti richiede, piu una bella controllata o pulizia di tanto in tanto!
        Ultima modifica di monocromo; 15-07-2010, 13:51. Motivo: su da bravi :-D

        Commenta


        • #5
          Scegli quello che ti piace di più tra i due;personalmente ritengo i pardalis un po' più delicati.
          Come ti diceva Andrea,una volta definito ottimamente il setup,con un timer per le luci e un nebulizzatore automatico,ti basta poco tempo.Passerai molto più tempo a mantenere gli insetti da pasto,questo sì.
          [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

          Commenta


          • #6
            hai allevato sia pardalis che calyptratus per dirlo?!?
            Nel forum si è sempre parlato che i calyptratus e i pardalis sono i più semplici da allevare, e che per i neofiti e consigliato sempre prima il calyptratus tra i due.

            Ps:Anch'io sono un neofita sui camaleonti perchè non li ho mai allevati ma leggendo le vari discussioni si è sempre detto ciò da me riferito.
            Ultima modifica di Wizard94; 15-07-2010, 17:38.

            Commenta


            • #7
              Secondo me si deve essere anche un pò fortunati...che ci sono camaleonti che mangiano solo alcuni alimenti e ciò può creare dei problemi a un neofita...Comunque come condizioni ambientali pardalis e calyptratus non sono troppo diversi...secondo me ti conviene scegliere quello che ti piace di più

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Skyline89 Visualizza il messaggio
                Comunque come condizioni ambientali pardalis e calyptratus non sono troppo diversi...
                O.o

                Commenta


                • #9
                  indubbiamente i calyptratus sono un pochino più tolleranti eh... fino a pohi anni fa veniva definito facile il calyptratus e difficile il pardalis.

                  Commenta


                  • #10
                    e poi si è visto che è piu facile di quello che si pensava il paradalis?

                    Commenta


                    • #11
                      Quando ho iniziato ho comprato prima un maschio e poi una femmina di calyptratus.
                      Li tenevo penosamente,del tipo che nebulizzavo quando mi pareva e lasciavo dei bicchierini in plastica per l'acqua da bere!!!0 integratori,solo camole del miele e qualche tarma,un mega terrario con substrato di 30cm di terra,piante miste a caso incluso un limone e che altro?Ah i cama stavano insieme,senza barriere visive.
                      Mi sono cresciuti;il maschio è sopravvissuto,la femmina,iperstressata o malata è morta.Presi un'altra femmina già grande e la rimisi insieme al maschio,si accoppiarono e la femmina depose(nei 30cm di substrato fissi).

                      Con i pardalis ho avuto molti più problemi pur avendo maturato un po' di esperienza.
                      Non dico che sono difficili,ma tra i due penso siano nettamente più robusti e tolleranti i calyptratus.
                      [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da mauroboss89 Visualizza il messaggio
                        Voi cosa mi consigliate??
                        di prenderne uno sano e magari da un allevatore bravo...
                        ciao

                        Commenta


                        • #13
                          non è che dopo si è capito che erano più facili è che si son attraversate varie fasi di allevamento e alcuni sono arrivati a standardizzare le condizioni ottimali (per esempio il metodo di incubazione mono sere è quello che ha datto il massimo risultato sino adesso).

                          Commenta


                          • #14
                            ragazzi grazie a tutti, il problema che è sorto ultimamente è che mamma mi ha proibito di portare il camaleonte a casa. nonostante io abbia una stanza tutta mia dove non da fastidio a nessuno, devo purtroppo rinunciare ad allevare un piccolo amico.
                            grazie lo stesso a tutti

                            Commenta


                            Sto operando...
                            X