annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

non sottovalutate le fughe dei serpentelli

Comprimi
Questa discussione Ŕ chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • non sottovalutate le fughe dei serpentelli

    eh lo so lo so, l'avete detto in molti.. e io sottovalutando una piccola apertura che si crea tra il vetro scorrevole e il legno del terrario, mi son trovato l'elaphina sotto il mobile.. (che culo!.. se non fosse stato li sotto, non l'avrei piu cercato perchŔ in camera c'Ŕ veramente di tutto.. ).
    Oggi, mi Ŕ risalita la paura, l'ho cercato dappertutto, ho svuotato il terrario, pensavo fosse scappato di nuovo, dicendomi "abbiamo un nuovo Udiný", ma con un sorriso e un sospiro di sollievo ho notato che si era infilato dentro il termostato .. non so da che parte sia entrato, fatto sta che ora non si muove piu da li, e io lo lascio stare, ho semplicemente tolto il coperchio per farlo stare piu comodo.
    Oggi durante il pasto ho cercato di farlo scendere, attirandolo con un pinkie scongelato, ma se mi allontanavo troppo, lui si tirava indietro, verso il suo nuovo rifugio termostato, cosi mi sono arreso e l'ho fatto mangiare da quella postazione.

    Sicuramente la scelta di questo nascondiglio deriva dal fatto che nel terrario non ha trovato dei nascondigli adatti, dove si sente al sicuro, cosi ho riarredato la teca in modo piu consono.

    Ho scritto questo piccolo post, per mettere in guardia chiunque abbia serpenti di piccole dimensioni, non sottovalutate la loro capacitÓ di evasione!!

  • #2
    ho trovato
    questa



    sul pianerottolo di casa


    si Ŕ scesa 3 piani....

    Commenta


    • #3
      io un serpente come quello, un p˛ piu grande di quella l'ho ritrovata dopo 3 mesi tra le mie lenzuola!! e non scherzo...

      Commenta


      • #4
        Immagino la bella Natrix natrix sia ora libera...sapete che non Ŕ possibile detenerla vero?

        Commenta


        • #5
          giusto che sapete che animale e'... io credo proprio nelle vostre case (o meglio teche) non dovrebbe starci...
          ... insomma, non e' corretto ne' tantomeno legale ne' tantomeno in linea con "la filosofia" di SFN...

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Sab¨
            Immagino la bella Natrix natrix sia ora libera...sapete che non Ŕ possibile detenerla vero?

            non Ŕ in berna.

            http://www.serpenti.it/legislazione/berna/berna.htm

            la natrix natrix non rientra nemmeno nei regolamenti faunistici della puglia cmq la alimento (visto che non mangia) e poi la libero

            Commenta


            • #7
              ARTICOLO 5
              (Protezione di crostacei anfibi e rettili)
              1. Sul territorio regionale e' vietato danneggiare e uccidere intenzionalmente nonche' molestare catturare detenere e commerciare le seguenti specie: - Gambero di fiume (Austropotamobius pallipes) - Granchio di fiume (Potamon fluviale = P. edules) - Salamandra pezzata (Salamandra salamandra) - Salamandrina dagli occhiali (Salamandrina terdigitata) - Tritone crestato (Trituris carnifex = TĘ cristatus Auct.) - Tritone punteggiato (Triturus vulgaris) - Tritone alpestre (Triturus alpestris) - Geotritone italiano (Spelaeomantes ambrosii = S. Italicus) - Ululone dal ventre giallo (Bombina variegata) - Rospo comune (Bufo bufo) - Rospo smeraldino (Bufo viridis) - Pelodite punteggiato (Pelodytes punctatus) - Raganella comune (Hyla arborea) - Raganella mediterranea (Hyla meridionalis) - Rana agile (Rana dalmatina) - Rana greca (Rana italica = R. graeca Auct.) - Rana temporaria (Rana temporaria) - Rana verde minore (Rana esculenta) - Tartaruga marina comune (Caretta caretta) - Tartaruga franca (Chelonia mydas) - Tartaruga liuto (Dermochelys coriacea) - Tartaruga embricata (Eretmochelys imbricata) - Testuggine d' acqua (Emys orbicularis) - Geco comune (Tarentola mauritanica) - Geco Verrucoso (Hemidactylus turcicus) - Tarantolino (Phyllodactylus europaeus) - Lucertola ocellata (Lacerta lepida) - Ramarro (Lacerta viridis) - Lucertola muraiola (Podarcis muralis) - Lucertola campestre (Podarcis sicula) - Orbettino (Anguis fragilis) - Luscengola (Chalcides chalcides) - Biacco (Coluber viridiflavus) - Saettone (Elaphe longissima) - Colubro bilineato (Elaphe scalaris) - Colubro lacertini (Malpolon monspessulanus) - Biscia d' acqua (Natrix natrix) - Biscia viperina (Natrix maura) - Biscia tassellata (Natrix tassellata) - Colubro liscio (Coronella austriaca) - Colubro di Riccioli (Coronella girondica) e le altre specie di anfibi e rettili presenti allo stato libero nella regione e in particolare: - Rana verde maggiore (Rana ridibunda)
              - Testuggine comune (Testudo hermanni) - Testuggine greca (Testudo graeca) - Testuggine marginata (Testudo marginata)

              2. Tale divieto concerne sia gli animali adulti sia le forme giovanili gli stati larvali e le uova.

              3. Il divieto di raccolta di commercializzazione e di detenzione vale per gli animali vivi o morti nonche' per parti di essi.

              4. Fatto salvo quanto disposto dal comma 1 e' consentito il commercio di esemplari morti per uso alimentare esclusivamente di rane verdi provenienti da allevamento.

              5. I prodotti immessi sul mercato devono essere accompagnati da certificato redatto dal produttore e indicante la specie l' allevamento di provenienza e il peso complessivo degli animali.

              6. L' uccisione della vipera (Vipera aspis) e' consentita in caso di imminente pericolo e ne e' consentita la cattura per la produzione di siero antiofidico.

              7. L' elenco delle specie di cui al presente articolo e' aggiornato dalla Giunta regionale sentita la Commissione tecnico - scientifica regionale per l' ambiente naturale di cui all' articolo 13 nel caso di variazioni nuovi rinvenimenti di specie sul territorio regionale o per sopravvenute esigenze di conservazione.

              8. Le Province possono proporre alla Giunta regionale di integrare tale elenco con l' aggiunta di ulteriori specie appartenenti alla fauna minore per le quali si ravvisi una necessita' di tutela per territorio di competenza.

              9. Le disposizioni di cui al comma 1 ad eccezione della detenzione e del commercio e per le sole specie non indicate come particolarmente protette nell' articolo 11 non si applicano nei centri abitati cosi' come definiti dall' articolo 2 della legge regionale 18 gennaio 1975 n. 4.

              trovato su internet... Robfrons mi correggerÓ se sbaglio!

              Commenta


              • #8
                E' in allegato 3...non Rigorosamente protetta....semplicemente protetta. Comunque fai bene a liberarla dopo averla ritemprata...

                Commenta


                • #9
                  forse, essendo una specie italiana abituata a brumazione invernale (anche se l'esemplare non ne avrÓ sicuramente ancora passati di inverni nella sua giovane vita...), risente, come ho notato in molti sauri, della diminuzione di ore di luce, e il suo orologio biologico fa scattare in lui: "inizia la brumazione"; quindi smette di mangiare e dovrebbe essere tenuto alle temperature dell'ambiente.
                  Ora non so, ma penso che la migliore cosa sia liberarlo nei pressi di uno stagno durante una giornata calda (se ce ne saranno ancora): rischi che ti muoia se non vuoi tentare di farlo brumare te, tenendolo a temperatura ambiente per 2 -3 mesetti (a 10-15░ dovrebbe resistere, come le podarcis) , senza luce, con acqua e tanti nascondigli, magari in un fauna box posto in cantina..
                  Ricordati che Ŕ vietato per˛ !

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da iveemci
                    , tenendolo a temperatura ambiente per 2 -3 mesetti (a 10-15░ dovrebbe resistere, come le podarcis) , senza luce, con acqua e tanti nascondigli, magari in un fauna box posto in cantina.
                    ...10/15░C per brumare una N.natrix (anche per le Podarcis sp.)sono decisamente troppi; ho studiato per parecchi anni questi serpenti in natura e posso dirti che sono, assieme alle lucertole e alle tarantole, quelli con la piu' bassa temperatura di attivitÓ: in pieno inverno (febbraio), nelle giornate di scirocco un po' soleggiate, ho trovato spesso N.natrix intente a cacciare tritoni con temperature dell' aria di 10/12░C
                    ...avendone allevate parecchie decine, posso dire che per i primi tempi accettano principalmente rane e tritoni, rifiutando qualsiasi altro cibo tipo pesci o topi (anche se credo dipenda dalle zone di cattura)
                    ...il consiglio piu' accorato Ŕ quello di rimetterla subito in libertÓ; viste le attuali temperature avrÓ tutto il tempo di scegliersi il luogo migliore dove svernare...

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Reda
                      giusto che sapete che animale e'... io credo proprio nelle vostre case (o meglio teche) non dovrebbe starci...
                      ... insomma, non e' corretto ne' tantomeno legale ne' tantomeno in linea con "la filosofia" di SFN...
                      Ma quella Ŕ entrata da sola... in teoria Ŕ vietato prenderla e spostarla!!!

                      VabbŔ, torniamo seri...

                      Ricordando che in TUTTA Italia Ŕ vietato catturare animali selvatici e ridurli in cattivitÓ, salvo alcune eccezioni per specie pescabili e cacciabili e comunque solo da chi ha la licenza di caccia/pesca, per quanto riguarda l'allevamento e la detenzione in cattivitÓ bisogna vedere se in Puglia Berna Ŕ ratificata...

                      Simone, quello che riporti Ŕ l'articolo 5 di quale legge? E soprattutto di quale regione?

                      Ciao
                      Robfrons

                      Commenta


                      • #12
                        ha mangiato un guppy!!!weppa!

                        Commenta


                        • #13
                          un sito che parla del lago vicino casa cita

                          codice:
                          "Questa zona umida Ŕ uno scrigno di biodiversitÓ: l'erpetofauna ivi presente Ŕ rappresentata da Tritone italico (Triturus italicum), Biscia dal collare (Natrix natrix) e Rospo smeraldino ( Bufo viridis).
                          "



                          poi ci sono salamandre 1 airone cenerino che ogni estate torna e una volta ho trovato 1 koi


                          Commenta


                          • #14
                            Forse non e' chiara una cosa... quel serpente deve essere liberato, altro che dargli un guppy... e' ancora presto per il letargo e se la cavera' benissimo liberandola...

                            Forse non e' neppure ben chiaro quali sono gli intenti di SFN e l' immagine che si vuole dare di questa passione...

                            Commenta


                            • #15
                              e mica ho detto che non lo devo liberare? anzi? ora come ora ho 15serpenti e sicuramente non mi va di tenerne un altro soprattutto per il fatto che NON POSSO TENERLO legalmente e "moralmente" non piace nemmeno a me avere animali wc; ed Ŕ per questo che in terrario ho SOLO cb. Detto questo, ti dico che prima di fare il protettore della natura, dovresti prima sapere come e in che condizioni ho trovato la natrix. Ŕ troppo comodo dire "liberala che se la caverÓ" come l'ho rinvenuta sicuramente non se la sarebbe cavata. io cerco di "salvarla" e tu mi vieni a fare la paternale?
                              assurdo

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X