annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Alimentazione corretta per leopardino

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Giancarlo984
    ha risposto
    I valori nutrizionali costituiscono un indicazione generale, in relazione al tipo di alimentazione che viene fornita agli insetti da pasto stessi.

    Spero possa esservi utile.


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20200502_095654.jpg 
Visite: 27 
Dimensione: 167.4 KB 
ID: 2236175

    Lascia un commento:


  • Giancarlo984
    ha risposto
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20200501_200445.jpg 
Visite: 31 
Dimensione: 88.1 KB 
ID: 2236162posto una tabella dei valori nutrizionali a confronto, che ho trovato da un venditore di insetti da pasto.

    Lascia un commento:


  • Giancarlo984
    ha risposto
    Io li alimento uno giorno si ed uno no, mangiano dai 2 ai 5 grilli a testa, dipende dalle dimensioni dei grilli, ogni volta che glieli do (non esiste un numero preciso, è soggettivo per ogni geco) tieni conto che alterno anche con gli altri insetti e che preferisco avere abbondanza di insetti piuttosto che rimanere senza, anche visto il periodo complicato per le spedizioni ed il costo.
    li tengo in un mobiletto che tengo aperto una volta al giorno per ricircolo dell'aria. I box non sono mai sempre al buio. Mi durano dai 3 ai 4 mesi, considerando che non hanno tutti lo stesso ciclo vitale e di muta.

    Lascia un commento:


  • Tmmlrd
    ha risposto
    E quanto ti durano 500 grilli con 3 gechi? Se ho capito ogni adulto ne mangia mediamente uno al giorno o giù di li, per cui 500/3 gechi fa 150 giorni, cioè 5 mesi (!). Possibile? E poi li tieni nell'armadio al buio? Grazie infinite per le ino

    Lascia un commento:


  • Giancarlo984
    ha risposto
    Ciao Tmmldr,
    a frinire sono i maschi adulti, per attirare le femmine. Ti dirò i miei non emettono alcun suono ora, anche perché i primi a finire in compagnia dei miei 3 gechi sono proprio i maschi. appena mi arrivano le forniture "fresche" può capitare, ma essendo dentro un mobile e in più vivendo in campagna, sono abituato.
    per tenere in casa 500 grilli io utilizzo 3 contenitori di plastica con coperchio forato, oppure con un rettangolo di rete incollato sul coperchio, per ricircolo dell'aria. Dimensioni circa 40×30 h40 li ho presi così per poterli inserire in un mobile che ho appositamente per tenere tutto. Ma potresti usare un contenitore anche uno più grande per metterli insieme, l'importante è il controllo della temperatura a cui mantenerli e che nel contenitore siano inseriti porta uova o eventualmente tubi di cartone di carta igienica o scottex per permettergli di nascondersi (con troppi esemplari maschi in uno spazio di dimensioni ridotte c'è rischio di cannibalismo).

    Lascia un commento:


  • Tmmlrd
    ha risposto
    Scusate ma quanto spazio ci vuole per conservare centinaia di grilli? Non immagino... e poi (domanda forse stupida, perdonerete) non è che si mettono a cantare tutto il giorno infastidendo tutto il vicinato? Io ancora non ho un geco (ci sto pensando, anzi mio figlio a dire il vero) ma la conservazione del cibo vivo mi pone non pochi interrogativi... grazie

    Lascia un commento:


  • Paya
    ha risposto
    Ciao Giancarlo, se esistono i mex privati puoi mandarmelo lì penso il link. In ogni caso io mi affido spesso ad un negozio online di Padova dove so che ci sono anche tra i migliori allevamenti di grilli in Italia, anche a detta del ragazzo del negozio in cui ho preso il leo. Altri negozi li importano dall'estero e sono tenuti molto male.
    Per la camole del miele ti dico, io le tengo in frigo per la conservazione, come fanno anche i pescatori e pare funzioni.
    Seguirò i tuoi consigli passando al fioccato per conigli e controllando meglio la temperatura.

    Lascia un commento:


  • Giancarlo984
    ha risposto
    Ciao Paya, visto che hai riaperto un mio vecchio topic ti scrivo anche io in merito alla tua richiesta.

    ho provato diversi fornitori per quanto riguarda gli insetti vivi, l'unico negozio nella mia zona che li vende...in una vaschetta da 50 circa (5 euro) dopo uno o due giorni iniziavano a morire alla velocità di 7/8 al giorno. Dopo una settimana ero già senza. Ho provato poi un altro sito online da cui avevo acquistato però accessori per il terrario alle fiere di Montichiari e di Busto Arsizio, sono rimasto un po' deluso, su 250 grilli circa 30 morti dopo il primo giorno (nonostante nei giorni della consegna le temperature fossero intorno ai 20 gradi, le camole del miele hanno iniziato invece a diventare pupe dopo 4 giorni. Quindi ho nuovamente cambiato e trovato un negozio online vicino Roma che tratta solo ed esclusivamente insetti vivi e cibo congelato, ho già fatto 3 ordini tra locuste e grilli (tieni conto che compro dai 500 ai 1000 grilli medi alla volta, per alimentare 3 gechi leopardini).
    Li tengo in 3 contenitori Ikea in un apposito mobiletto basso in casa. Devono essere tenuti a temperature non minori di 16/18 gradi altrimenti iniziano a morire. Per quello che mi riguarda, in ogni box metto tappo della Nutella con dentro fioccato per conigli, tappo con cotone o carta imbevuti di acqua. Verdura poca, ho notato che se compri verdure che magari sono state "trattate" i grilli assimilano in poco tempo e iniziano a diventare prima moribondi poi a morire in poco tempo. Per come ho visto in questi mesi...la mortalità quando mi arrivano è praticamente nulla e mi durano anche 2 mesi, tenendo conto che tra quelli medi ci sono anche quelli di dimensioni più ridotte, che divisi e cresciuti a parte in un altro contenitore ti durano ancora di più.
    Non so se posso fare il nome del sito dal quale acquisto abitualmente. Se qualche qualche moderatore mi dirà che è possibile, ti farò sapere dove. Per le locuste e le blatte lateralis stesso discorso.

    Lascia un commento:


  • Paya
    ha risposto
    Ciao a tutti, chiedo scusa se non dovesse la discussione giusta, volevo evitare di aprire ulteriori topic. Ho una femmina di leo e diciamo che tra i consigli di chi me l'ha dato e spulciando in giro nel web sto cercando di regolargli una buona dieta:
    - tarme sempre disponibili in un contenitore;
    - grilli caricati con il calcio 4/5 volte a settimana (ho sentito da più persone che è molto difficile che un geco leopardino in cattività rischi di assumere TROPPO calcio);
    - hermetia illucens: 1 volta a settimana (ho un po' di problemi a gestirle quando da larve diventano mosche e iniziano a svolazzare dappertutto);
    - camole del miele: 1 al mese, max ogni 15gg perché considerato un piatto prelibato;

    E poi, per non aprire appunto diversi topic vorrei chiedere consiglio su invece la dieta da far seguire agli insetti da pasto, in particolare i grilli e le locuste migratorie (quando le prendo a volte), come nutrirli per farli vivere il più possibile:
    attualmente gli do cibo secco come il mangime per pesci e metto nella scatola un piccolo batuffolo di cotone imbevuto d'acqua. Alle volte qualche foglia di lattuga.
    Però noto che ne muoiono sempre troppi e alla fine durano sempre non più di 2 settimane scarse.

    Intanto chiedo se sia corretto proseguire con questa dieta per il geco. Ho provato anche con foglie di lattuga e verdure, ma pare che non gradisca, così come gradisce poco anche le tarme.
    Poi anche quale sia appunto il modo migliore per far sopravvivere i nostri sfortunati amici insetti il più possibile.
    Ultimo, ma non ultimo, una volta che da larve diventano mosche, le hermetia vanno ancora bene?

    Grazie

    Lascia un commento:


  • Giancarlo984
    ha risposto
    Ottimo,seguirò i vostri consigli e domani andrò ad integrare prendendo tarme e blatte. Ovviamente voglio poter offrire al mio Leo un alimentazione ed una "convivenza" migliore possibile.
    Grazie.

    Lascia un commento:


  • ImoriSalamandra
    ha risposto
    Personalmente preferisco il vivo così l'animale può cacciarselo, non ti hanno consigliato male perché i grilli comunque sono tra gli insetti più completi a livello di valori nutritivi, oltre a quelli però vanno somministrate anche le tarme della farina e se uno vuole da usare da alternare con i grilli le blatte lateralis.

    Lascia un commento:


  • Giancarlo984
    ha risposto
    Grazie per le risposte. Sinceramente non capisco perché in negozio mi abbiano consigliato una dieta composta esclusivamente da grilli. (Nonostante il fatto vendessero anche caimani, locuste, camole e altro.) Ho visto in commercio anche grilli secchi usati per integrare, sono utili?

    Lascia un commento:


  • ImoriSalamandra
    ha risposto
    Ciao, essendo il tuo esemplare un giovane puoi nutrirlo un giorno sì e uno no, con grilli e tarme della farina. Lascia il calcio sempre disponibile nel terrario mettendolo in un tappino da bottiglia inoltre spolvera gli insetti ogni volta che gli somministri, mentre il calcio con la D3 lo dai una volta ogni 3 pasti spolverando gli insetti(li puoi mettere in un bicchiere di plastica alto con un Po di polvere e scuotere finché non vedi che sono bianchi di Ca+D3).Le locuste sono piuttosto grosse e anche le dubia eviterei gli adulti essendo di dimensioni notevoli, se vuoi alternare grilli e blatte puoi dargli le lateralis che sono anche meno chitinose.
    Ultima modifica di ImoriSalamandra; 02-11-2019, 20:11.

    Lascia un commento:


  • GiorgioC
    ha risposto
    più la dieta è varia e più il tuo animale starà bene; ma come alimento base grilli e tarme vanno bene, anche se devi variare. Ad esempio se un adulto mangia 2 volte a settimana, dovrai dare la prima volta un'accoppiata del tipo (1 volta: grilli e dubia; 2 volta: grilli o tarme e caimani. poi la settimana dopo ancora puoi fare; 1 volta grilli; 2 volta locuste dubia o tarme. Sempre però, lasciando come alimento base i grilli o tarme; io preferisco grilli). puoi mettere un tappo con dentro solo calcio in polvere nel terrario e il geco, andrà a leccarlo quando ne avrà bisogno; mentre per D3 dovrai prende un contenitore, ci metti dentro un pò di D3 e poi devi metterci dentro tutti gli insetti che vorrai dare al geco e scuotendo, l'insetto si coprirà di D3. il gioco è fatto.

    Lascia un commento:


  • Giancarlo984
    ha iniziato la discussione Alimentazione corretta per leopardino

    Alimentazione corretta per leopardino

    Ciao a tutti. Sono nuovo del forum e ho appena preso il mio primo Leopardino. Nel negozio dove l'ho acquistato mi hanno detto che ha circa sei mesi e che l'hanno sempre alimentato solo con grilli vivi e di continuare così. Qualcuno può consigliarmi su cosa sia meglio? E come aggiungere il calcio in polvere? Grazie.

Sto operando...
X